2018: 1000 MIGLIA WARM CUP USA di Maira Alcantara

5
346

ARTICOLO OFFERTO DA G.E.A.R VIA GIUSEPPINA 13/15 SOSPIRO CREMONA TEL 335.5441771 info@gearimpianti.com http://www.impiantielettrici-cremona.com

Una delle più affascinanti ed importanti competizioni automobilistiche italiane relativamente al mondo dei motori possiamo confermare senza ombra di dubbio sia la 1000Miglia, una competizione che dagli anni in cui fu una gara di velocità si attestò ai primi posti nel palmarès delle gare più importanti del mondo, una competizione in grado di regalare un successo planetario ( nel mondo delle gare automobilistiche di quei tempi) agli intrepidi piloti che avessero vinto la 1000Miglia che fino al 1957 si correva su strade non certo asfaltate, una gara quindi molto impegnativa che avveniva su strade pubbliche. Numerosi furono i piloti che si cimentarono nel taglio del traguardo ma pochi riuscirono. La 1000Miglia è da sempre una gara leggendaria anche per i piloti automobilistici che vi parteciparono, nomi che hanno fatto la storia dell’automobilismo competitivo italiano e straniero come ad esempio per citarne un paio, il leggendario Nuvolari conosciuto anche come “il mantovano volante” oppure l’ ingegnere Piero Truffi che si aggiudicò la vittoria nell’ultima 1000Miglia di velocità ed alcuni altri grandi piloti di quei tempi . Da quando la gara venne ripresa come competizione di regolarità mantenne il precedente successo ma continuò un’ inesorabile espansione fino ai giorni nostri regalando alla 1000Miglia grandi soddisfazioni. Ci sono state edizioni della gare che videro il superamento di 400 equipaggi iscritti. Possiamo dire che una delle strategie vincenti dell’ attuale 1000Miglia stia anche nel cambio di percorso, un percorso variabile di anno in anno che mantiene però il passaggio della “carovana” per i posti più pittoreschi d’ Italia, contribuendo ad una valorizzazione del territorio davvero efficace. Unici particolari a rimanere invariati sono la partenza da Brescia, luogo in cui la gara ebbe i natali, e l’arrivo a Roma, la stupenda capitale d’ Italia, tutt’ora museo vivente testimone degli antichi fasti che Roma ebbe nei secoli. Nonostante i continui successi della competizione che ogni anno vede arrivare in Italia appassionati di automobili storiche da tutto il mondo e concentrarsi a Brescia, con al seguito equipaggi di supporto e vetture meravigliose, talvolta pezzi unici al mondo, i vertici della 1000Miglia avrebbero pensato di internazionalizzarla. Il 2018 sarà davvero un anno da ricordare nel settore dei veicoli storici in quanto la “corsa più bella del mondo” per usare le parole del grande Enzo Ferrari che così definì la 1000Miglia fiore all’occhiello delle competizioni automobilistiche italiane, sbarca negli Stati Uniti d’America, una nazione davvero piena di appassionati di veicoli di questo tipo e collezionisti di auto molto prestigiose. L’evento automobilistico unico al mondo, quest’anno sarebbe quindi approdato oltreoceano dal 25 al 27 ottobre con una gara di regolarità su strade aperte in perfetto stile 1000Miglia. L’evento “1000 Miglia Warm Up USA” è stato organizzato in sinergia con l’ ambasciata d’Italia e HVA (Historic Vehicle Association). Il 27 ottobre 2018 si sarebbe svolta la gara di regolarità su un percorso di 200 Chilometri in località particolarmente pittoresche ed affascinanti per le zone più panoramiche dello stato della Virginia, del Maryland e di Washington D.C. prima di tagliare il traguardo presso Villa Firenze residenza ufficiale dell’Ambasciatore italiano negli States. La prima competizione è stata talmente esclusiva da vedere la partecipazione di solamente diciotto superbi veicoli storici come Bugatti Type 40 del 1928, Cadillac La Salle Roadster del 1927, Alfa Romeo 1900 C Super Sprint del 1957, Alfa Romeo 6C 1500 SS del 1928, Jaguar XK120 Alloy del 1950, Cisitalia 202 SC Cabriolet del 1951, Jaguar XK 120 M del 1952, Jaguar XK 120 M del 1953, Jaguar XK 120 M del 1953, Alfa Romeo Super Sprint 1900 C del 1954, Jaguar XK 120 SE del 1954, Oldsmobile Super 88 Holiday Coupè del 1954, Alfa Romeo Giulietta Sprint Veloce del 1956, Ferrari 250 GT Boano 1956, Jaguar XK 140 Se Roadster del 1956, Porsche Speedster del 1957, Mercedes 300 SL Roadster del 1961, Porsche 911 del 1973. Vincitori della competizione a bordo della propria Jaguar XK 120 M del 1952 John Houghtaling come pilota in coppia di Franco Valobra navigatore e co-pilota che hanno tagliato il traguardo a Villa Firenze alla fine delle 20 prove cronometrate. I partecipanti alla competizione hanno festeggiato la prima memorabile “1000 Miglia Warm Up USA” con una cerimonia speciale._ Le premiazioni sono state ospitate dall’Ambasciatore italiano in USA Armando Verricchio nella propria residenza a Washington D.C.
1000Miglia una gara tutta italiana che certamente riuscirà, attraverso l’internazionalizzazione della già stupenda competizione a portare un po’ dell’ antica ed unica storia d’ Italia e se vogliamo un pizzico di italianità, nella patria dei cugini americani un popolo che tanto apprezza ed ama da sempre la nostra storia e la nostra particolare e stupenda cultura.

Author: admin

Admin è un'opzione che permette di inserire un po' tutto dedicato soprattutto ai free lance che saltuariamente scrivono qualche articolo

5 COMMENTS

  1. Wow! This could be one particular of the most beneficial blogs We’ve ever arrive across on this subject. Actually Wonderful. I am also an expert in this topic so I can understand your effort.

  2. After looking into a number of the blog posts on your web page, I truly appreciate
    your technique of writing a blog. I saved as a favorite it to my bookmark website list and will be checking back soon. Please check out my web
    site too and tell me how you feel.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here