NADIA TOFFA: UN GRANDE ESEMPIO DI FEDE di Nicola Migliorini

1
164

Questa mattina Brescia si è ritrovata in duomo per regalare l’ultimo saluto alla propria concittadina Nadia Toffa, una delle protagoniste del programma le Iene. Ricordiamo che l’ ex “iena” sarebbe stata chiamata alla casa del Padre a causa di un tumore che da parecchio tempo la stava mettendo alla prova, Dio in un modo o nell’altro mette sempre alla prova i propri amici. Nadia Toffa una persona evidentemente di fede, una fede messa alla prova da uno dei mali più tremendi del nostro secolo: il tumore, una patologia purtroppo molto comune nella società di oggi, una malattia che difficilmente risparmia la propria vittima a meno che non sia presa a tempo debito, all’inizio del decorso.

Dio non è cattivo” con questa frase Nadia Toffa dimostra la propria fede cristiana in un momento davvero difficile. Facile essere cristiani quando tutto va bene. Nadia una persona sempre dalla parte dei più deboli, dalla parte di coloro che hanno subito ingiustizie, una donna che ha saputo sdrammatizzare in merito alla propria malattia, regalando fiducia e speranza a tutti i malati di tumore, quando ad esempio visibilmente provata dalle chemio e della varie cure affermò di “portare la parrucca” durante una puntata della celebre trasmissione televisiva le “iene” sdrammatizzando sulla perdita dei capelli a causa delle chemio-terapia, insomma Nadia Toffa a saputo essere la compagna di tutti i giorni delle numerose persona che l’hanno saputa apprezzare, per i numerosi fans che l’hanno veramente amata. Una vita non certamente facile professionalmente quella delle iene, una trasmissione televisiva che si pone generalmente dalla parte del più debole, una trasmissione che per fare chiarezza su determinate situazioni andando contro i potentati, i poteri forti della politica nascosti nelle pieghe della società, gruppi di persone che lavorano sull’ingiustizia verso molti, verso una nazione intera, come ad esempio la mafia che al sud e non solo anche al nord tira le redini di certe frange dell’economia anche di quella legata allo smaltimento di rifiuti. Nadia Toffa lavorò anche in questo senso intervistando persone legate a queste losche organizzazioni, cercando sempre di fare chiarezza, di fare emergere la verità affinchè i cittadini sapessero cosa si nasconde dietro al velo. A quanto pare Brescia ha saputo dare omaggio alla propria concittadina a partire dalla camera ardente per arrivare alla messa funebre in duomo. Non mi dilungherò ancora, esorto pertanto tutti coloro che leggeranno questo articolo a riflettere  sulle parole di Nadia Toffa: “Dio non è cattivo, non vi ribellate alla sofferenza perché non la sconfiggeremo mai”, parole sante la sofferenza sarà sconfitta solamente quanto sapremo presentarci degnamente di fronte a Dio. Nadia Toffa dalle parole di Padre Maurizio Patriciello durante l’omelia:

amata e odiata proprio come Gesù Cristo, anche lui è stato messo in croce perché davanti alla verità la testa non l’ha abbassata mai, abbiamo un debito di riconoscenza verso questa ragazza. Nadia, sei stata capace di mettere l’Italia sottosopra, di unire il Nord e il Sud, la Terra dei fuochi con Brescia, sei entrata nel cuore di tutti e non perché eri un volto della tv. Nadia è stata amata, non solo stimata, lei aveva dei nemici, ma se tutti parlano bene di voi avete qualche problema, hai saputo fare del tuo lavoro una missione”….. parole che dimostrano una grande fede ma non solamente, parole che vogliono lanciare anche un grande messaggio, un messaggio a cui tutti noi siamo chiamati, un messaggio grande per il quale gli uomini e le donne che hanno il dono di essere “influencer” e pertanto avrebbero il dovere di divulgare in un mondo ormai privo di cristiana speranza. Per concludere penso che quando Nadia si troverà di fronte a Dio Egli le dirà: ” Brava Nadia, ti ho affidato una missione e l’hai portata a termine: benvenuta nel mio regno, siediti accanto a me”…..

 

Author: Nicola Migliorini

Nicola Migliorini è Direttore Responsabile del media www.mondooggi.com è un giornalista generalista con incarico a 360 gradi.

1 COMMENT

  1. I believe everything said was very logical. However,
    what about this? what if you were to write a awesome
    headline? I mean, I don’t wish to tell you how to run your blog,
    however suppose you added a post title that makes people desire
    more? I mean NADIA TOFFA: UN GRANDE ESEMPIO DI FEDE di Nicola Migliorini | Mondooggi by Globalnews is a little
    vanilla. You ought to look at Yahoo’s home page and see how they
    create news titles to get viewers to open the links.
    You might add a video or a related pic or two to get readers interested about what you’ve got to say.
    Just my opinion, it could bring your posts a little bit more interesting.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here