DECRETO SICUREZZA : QUALI LE NOVITA’ ? di Goldfinger

0
199

ARTICOLO OFFERTO DA TINTEGGIATURE ROSSINI MARCO BRESCIA TEL 339.4745637 http://www.rossinimarcoimbiancature.it

Come avrete saputo dalle notizie che ormai si sprecano, buone nuove per quanto riguarda il tanto declamato ma dall’altro lato anche contestato decreto sicurezza voluto dall’ attuale Ministro degli interni Matteo Salvini, un politico che nel nostro caso, (nel bene e nel male) starebbe dimostrando di svolgere con entusiasmo la propria occupazione, d’altronde è pagato proprio per questo (come talvolta ama ricordare). Francamente al di la delle possibili simpatie per il “ragazzo della lega” vedo sullo sfondo della politica un personaggio anomalo in questo contesto, un Ministro che prenda così a cuore il proprio mandato, prendendo sempre posizione.

Certo, non tutto quello che uno attua può essere perfetto, in ogni uno di noi esiste qualcosa di buono e qualcosa di meno buono e  questo è riferibile anche ai nostri atti, tuttavia credo fermamente che ad un certo punto ed in questo caso per il bene della nazione, si debba scegliere se accogliere o meno la responsabilità di decidere ciò che sembrerebbe essere giusto con l’ovvia possibilità di errore. Già il mettersi in gioco è una nota a mia opinione davvero positiva. Ricordo che gli ignavi Dante Alighieri li mise decisamente all’inferno. Chi è un ignavo? Solamente colui che nella propria vita terrena non ha fatto nulla di bene ma neppure nulla di male ovvero colui che per restare “a galla” e piacere a tutti non avrebbe mai deciso mai di schierarsi, di mettersi con il bene ma neppure con il male. Devo dire che in questo caso il baldo Ministro leghista a mia opinione potrà essere di tutto ma non un ignavo, lui generalmente di responsabilità se ne prende tante, eccome se se le prende, coadiuvato e sostenuto da quel popolo italiano che lo appoggia e penso lo appoggerà ancora di più in futuro se continuerà di questo passo, dato che purtroppo questa nazione a mia opinione ha la necessità impellente di avere alla guida un personaggio che abbia potere decisionale e che possa riportarla sulla via della normalità, della moralità, della legge, dei diritti e dei doveri e questa necessità sembra che il popolo italiano l’ avrebbe capita molto chiaramente. Uno dei passi importanti di questo Governo è stato il Decreto sicurezza che grazie a Matteo Salvini ma anche alle fazioni politiche che lo hanno sostenuto è finalmente passato al Senato. Cerchiamo ora di capire cosa cambierà, cosa propone questo ormai noto decreto, il quale testo è formato da ben quaranta articoli che riassumeremo nei provvedimenti maggiori.

Sicurezza: Sul piano sicurezza urbana compare un piano nazionale sgomberi ovvero sono stabilite le regole di controllo delle situazioni di occupazione. Sessanta giorni sarà il termine in cui dovranno essere definiti i piani provinciali per le esecuzioni per quanto riguarda gli sgomberi ricorrendo anche all’aiuto delle forze dell’ordine. Con questo nuovo provvedimento l’invasione degli edifici non sarà più tollerata e sarà finalmente punito colui che si arrogherà il diritto di occupare edifici altrui, privati ma anche pubblici per trarne profitto o semplicemente per occuparli. Il provvedimento prevede pene più severe se il misfatto sarà compiuto da più di cinque persone. Saranno finalmente tutelati i cittadini da un malcostume veramente indicibile, quello dell’occupazione degli immobili.

Per quanto riguarda i sovvenzionamenti alle forze dell’ordine ed ai Vigili del fuoco saranno messi a disposizione 16 milioni di Euro per il 2018 e da quest’anno al 2025 i finanziamenti saliranno a 50 milioni di Euro all’anno ripartiti in questo modo: 37,5 milioni alla Polizia di Stato e 12,5 milioni ai Vigili del fuoco. La Polizia locale sarà munita di Taser se operante in città con più di 100.000 abitanti. Diverrà reato il blocco stradale e l’occupazione di binari ferroviari.

Contrasto al terrorismo: Per quanto riguarda il noleggio di furgoni e camion il noleggiatore sarà tenuto alla comunicazione dei dati del noleggiante con anticipo ad un Centro Elaborazione, un tentativo per evitare che cellule terroristiche possano come in passato noleggiare mezzi pesanti per svolgere le proprie azioni ai danni della cittadinanza come già avvenne ad esempio a Nizza. Per i sospettati di atti terroristici nel campo degli aventi sportivi esteso il Daspo per i sospettati di essere in procinto di preparare un attentato o di fare da fiancheggiatori per un’ organizzazione legata al terrorismo. Nel provvedimento si parla anche di Mafia, cosa nostra, che dovrà essere contrastata come pure le infiltrazioni mafiose negli enti ed apparati pubblici. Se un Prefetto dovesse segnalare situazioni poco chiare o comportamenti illeciti prevista la nomina di un Commissario Straordinario. Giro di vite ai beni della mafia che potranno essere confiscati ed affittati a famiglie disagiate.

Immigrazione: Per quanto concerne l’immigrazione viene aumentata la tipologia dei reati (come la violenza sessuale, furto, spaccio, lesioni a pubblico ufficiale) in grado di annullare la sospensione della richiesta di Asilo dopo una condanna di primo grado con conseguente espulsione. Termina il diritto alla protezione umanitaria che attualmente prevede per le situazioni di emergenza umanitaria un permesso di soggiorno ai richiedenti. Portato da 90 a 180 giorni il trattenimento nei centri di rimpatrio. Con la nuova legge sarà revocabile la cittadinanza italiana se la persona sarà da ritenersi un pericolo per lo stato come nel caso di atti di terrorismo. La cittadinanza italiana potrà essere rifiutata anche nel caso di matrimonio con cittadino italiano. Potrà essere rifiutato il Patrocinio gratuito nel caso di un migrante sempre che il suo ricorso alla protezione umanitaria venga dichiarato non ammissibile, inoltre saranno stanziati appositi fondi per i rimpatri pari a 500.000 Euro per il 2018, 1,5 milioni per il 2019 e 500.000 euro per il 2020. I mini centri comunali atti all’ospitalità dei migranti non potranno accogliere come un tempo avveniva i richiedenti asilo ma il servizio sarà mirato all’ accoglienza di minori non accompagnati ed a chi avesse ricevuto la protezione internazionale. Questo per quanto riguarda il Decreto sicurezza, per quanto invece riguarda il Decreto sicurezza bis, sempre voluto da Matteo Salvini ed approvato a giugno dall’attuale Governo prevede porti chiusi e multe “salate” per le ONG che violassero come in genere accade i divieti di ingresso nelle acque territoriali italiane.

A mia opinione con l’approvazione di queste nuove leggi saremmo già a buon punto, tuttavia vedremo se esse verranno applicate perchè il “vizio” maggiore di questa nazione non è tanto quello di emanare le leggi ma quello di applicarle.

Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta abbastanza controverso nelle opinioni diciamo che in genere è “ fuori dal coro”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here