ITALIA: REGINA DEI PIGS di Goldfinger

0
108

ARTICOLO OFFERTO DA IDRAULICO TAVELLI FRANCESCO NAVE BRESCIA TEL 338.5200415

pigs in rosso piigs in arancio e piiggs in giallo

Che L’Italia purtroppo stia rapidamente diventando terra di tutti e di nessuno è un dato di fatto. Le aziende straniere stanno acquistando a prezzi stracciati le nostre eccellenze facendo divenire la nazione sempre più anonima e povera culturalmente parlando. L’Italia già da qualche anno sarebbe divenuta  un’ interessante bacino per poter fare shopping di lusso aziendale ma low molto low cost, erodendo pian piano la nazione della propria ricchezza, quella ricchezza culturale ed imprenditoriale che ci ha sempre contraddistinto nel mondo ma i nuovi conquistatori non si accontentano solamente di acquisire le nostre aziende migliori ma anche le nostre menti migliori, svuotando ancora una volta la nostra nazione non solamente dei risultati (le aziende) che negli anni hanno reso grande l’italian style  ed il made in italy in tutte le sue forme, ma già da qualche tempo essi si sarebbero mossi per comprare anche le nostre “menti” e per menti intendo quei preziosi professionisti che nella propria nazione, in questo caso l’Italia, starebbero (dopo aver ricevuto da mamma Italia la cultura tramite scuole ed università pagate a spese dei contribuenti italiani) scappando all’estero perché a quanto pare malpagati a casa propria oppure per il fatto che in Italia sarebbe poco probabile far carriera nella propria specialità. In questo modo la nostra nazione starebbe importando professionisti dall’estero, magari diversamente preparati mettendo a confronto la preparazione di questi laureati con quella dei nostri, pertanto anche in questo modo il sistema starebbe contribuendo a permettere che l’Italia divenga sempre di più una nazione di nessuno e nel contempo di tutti ma in questo marasma l’Italia di certo non guadagna, non andrà verso un miglioramento dei servizi, del lavoro, della qualità della vita piuttosto verso la decadenza totale in tutte le forme, probabilmente l’Italia così facendo diverrà una sorta di protettorato. Con questo articolo non voglio incolpare nessuno ne i professionisti che fuggono all’estero (che hanno le loro buone ragioni per farlo) tantomeno gli speculatori stranieri che acquistano le nostre aziende migliori per un “boccone di pane” e poi magari le chiudono per  conquistare spazio con i propri prodotti, Buisness è Buisness dopotutto. Tutto questo è a mia opinione dovuto ad una certa mala politica portata avanti negli anni in Italia ma soprattutto da una certa politica europea che esalterebbe la globalizzazione e prenderebbe come scusante il deficit per esaltare la speculazione con la scusa dei debiti pubblici facendo divenire alcune nazioni (quelle più interessanti) dei “Pigs” (maiali da macello) e fra queste l’Italia oggi è sotto attacco totale, è in prima linea, seguita dalla Spagna, Portogallo, Grecia (praticamente già morta), Irlanda ed UK con la differenza che quest’ultima però rientrerebbe nei piiggs a loro praticamente andrebbe meglio, non sarebbe da considerare un pigs da macello, tuttavia a mia opinione i sudditi di sua Maestà britannica avrebbero capito probabilmente il funzionamento del gioco e quindi la UK si sarebbe defilata, svincolandosi da una UE (da sempre sotto l’ egida di Francia e Germania) a tempo debito, prima che il “gioco” potesse divenire troppo pericoloso anche per lei e prima che magari il “macellaio” decidesse di cambiare cliente. Purtroppo sembra che in Italia nessuno voglia tornare indietro e staccare la spina a questa lenta agonia,  da questa decadenza certa a cui ci saremmo legati con l’entrata in UE firmando a mia opinione una vera e propria sorta di “patto col diavolo”, nessuno vuole correre il rischio di star peggio ma forse anche meglio, è solamente una questione di opinioni e di conti. Proprio in questo periodo a proposito di menti che fuggono all’estero ecco comparire una campagna lanciata a Roma dall’ Ordine dei Medici, una sorta di propaganda che cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica su questo fenomeno con frasi  Del tipo: “Laureato a Bari, anestesista a Parigi. Offre l’Italia”. L’immagine non è sola ma accompagnata da suadenti numeri che spiegano che questi professionisti conterebbero all’Italia ben oltre i 225 milioni di Euro in fatto di  formazione in questo caso medici che andranno a specializzarsi all’estero e non torneranno più indietro. Ricordo che noi importiamo medici dai paesi UE dell’est e lasciamo scappare i nostri, non vi sembra demenziale? Un vero paradosso! La campagna di sensibilizzazione dell’ Ordine dei medici di Bari infatti spiega che ben 14.000 medici specializzati mancheranno all’Italia nei prossimi 15 anni. La campagna si diversificherà su più aspetti: manifesti di sei metri per tre affissi in varie città italiane, divulgazione sui social  e media con diffusione di spot mirati. E all’Italia pertanto cosa resta? Per il momento solamente la speranza in un’inversione di tendenza, e per il futuro? A mia opinione periodi da dimenticare.

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA: Ricordiamo che l’azienda Tavelli Francesco è specializzata nell’ installazione di condizionatori, climatizzatori anche con pompe di calore delle migliori marche. Tavelli Francesco, un professionista al tuo servizio in Brescia e provincia, arriva l’estate ed il calore insopportabile? Tavelli Francesco saprà come salvare la situazione: professionalità ed affidabilità al tuo servizio.

Author: admin

Nicola Migliorini alias ADMIN è Direttore del blog WWW.MONDOOGGI.COM decide cosa e quando pubblicare, è un giornalista con incarico a 360 gradi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here