LA NUOVA POLITICA di Goldfinger

4
207

ARTICOLO OFFERTO DA CIRELLI TINTEGGIATURE TRAVAGLIATO BRESCIA TEL. 333.3523256

Come sempre nel nostro blog si esprimono opinioni personali pertanto così è anche in questo articolo nel quale mi permetto di fare una breve analisi sulla linea di leadership che cerca di imporsi oggi in tanti stati del mondo, una linea che non discuto e che per certi versi non mi trova in disaccordo tuttavia proietterò la mia analisi nel futuro. In questo caso a mia modesta opinione il particolare diviene piuttosto allarmante.

Ormai è inutile ripeterlo, siamo entrati appieno (che piaccia oppure no), nel Nuovo Ordine Mondiale, un sistema molto discutibile a mio avviso dato che questo particolare sistema di comando nasconderebbe molte insidie, prima fra tutte una potenziale dittatura mondiale a cui tutti dovremo essere servitori. Il controllo totale di ogni cittadino sta rapidamente imponendosi passo dopo passo nell’economia e nella vita di ogni giorno ma non ce ne accorgiamo impegnati come siamo fra mille problemi. Una delle fasi di questo nuovo e discutibile sistema sarebbe la fase dell’ascesa “dei leader”, un sistema di leadership fuori dagli schemi tradizionali che starebbe cambiando il mondo. Siamo entrati effettivamente in una nuova fase della politica internazionale nella quale l’ordine non sarebbe ormai più stabilito da norme superiori oppure dalla ricerca del consenso da parte della popolazione ma al contrario dall’ abilità dei leader degli stati di rapportarsi con i cittadini e di conseguenza di imporre una propria linea di pensiero e di conduzione politica degli stati del mondo, dato che comunque sia oggi dipendiamo tutti dalle decisioni di soli tre stati: USA, Russia e Cina. Sono un esempio di questo sistema il leader Cinese Xi Jinping , il russo Putin ed il leader americano Trump. Da sempre viviamo in un meccanismo che ci ha abituato a pensare che il mondo stesse vivendo in un ordinamento avente di base una struttura politica accettata dai cittadini pur se con una parte di essi contraria, oggi saremmo di fronte ad uno stravolgimento di queste regole dato che l’odierno sistema politico si fonderebbe su differenti approcci per lo più diretti. In questo caso nel Nuovo Ordine Mondiale non esisterebbe più una struttura ben definita sulla quale adeguare le propria politiche in quanto tutto quanto verrebbe deciso e sarebbe rimesso alla volontà dell’uomo forte di turno che co un sistema ancora democratico sarebbe stato eletto. Cosa si evince da questo? Che il mondo intero è destinato ad essere guidato verso una sorta di dittatura globale che per il momento è soft, ferma ai singoli stati (anche se  i tre maggiori già dettano una linea globale) tuttavia la globalizzazione forzata starebbe correndo sulla via dell’ l’eliminazione degli stati singoli, dei confini, delle appartenenze etniche, della singola cultura pertanto starebbe portando alla creazione di un mondo unico e misto senza cultura ne volto che dovrà in futuro possedere per forza di cose una banca unica, una legge unica ed un Governo unico al quale faranno riferimento le persone viventi in tutto il mondo. Un Governo al quale dovranno obbedire ciecamente e molto probabilmente coloro che dissentiranno saranno perseguiti in vari modi fino alla probabile eliminazione. Da cosa si capisce questo mutamento? Non certo dalla lettura del futuro come in genere fanno le chiromanti ma dall’ analisi del presente è possibile trarre delle ovvie conseguenze ed esprimere quindi delle normali opinioni come in questo caso: legittime (per ora) opinioni. Noi sappiamo che seminando determinate sementi avremo la possibilità di vedere crescere determinate piante quindi cogliere determinati frutti. Una delle sementi che oggi qualcuno starebbe cercando di seminare, la più subdola, è la globalizzazione ed in questo caso non si tratta solamente di migrazioni forzate, quelle farebbero parte del gioco sporco ma anche della divulgazione di commerci globali, transazioni globali di denaro sempre maggiori e tant’altro, in pratica i poteri forti, gli architetti del NWO o chi per loro (questa fantomatica figura si dice che esista ed io penso proprio che possa essere reale) starebbero abituando gli abitanti della terra ad un sistema unico seguito in futuro dalla sparizione dei confini portando ad un mondo globale che “partorirà”per forza di cose una banca mondiale ed un Governo mondiale. A cosa pensate siano servite le due sanguinose guerre mondiali finanziate a mia opinione dai grossi gruppi bancari internazionali? Per far fare prender coscienza ai popoli che gli stati singoli sarebbero pericolosi per la pace pertanto meglio unire tutti gli stati della terra per poter godere di un lungo periodo di pace (e da questo nacque la UE). Un grande alleato di questo sistema di globalizzazione mondiale è il caos creato appositamente o come conseguenza di tutto questo meccanismo. Sappiamo che la maggior parte degli stati occidentali e democratici si troverebbero oggi nel caos più totale e non è una novità, il cambiamento in atto necessario per condurre verso una globalizzazione forzata (dato che i cittadini non la desiderano ancora fino in fondo) deve essere aiutata dal caos in modo che il popolo ritenga che sia meglio l’ordine piuttosto che il caos pertanto elegga il minore dei mali ovvero l’uomo forte di turno, possiamo dire che già la popolazione del mondo occidentale si starebbe abituando quindi ad essere governata da una sorta di dittatura soft ma che darebbe i risultati sperati, pertanto l’opinione pubblica sarà sempre più convinta che per poter gestire il proprio Governo ed in futuro un potenziale Governo mondiale ci deve e dovrà essere un leader forte, una leader una leadership per il fatto che staremmo andando verso una tendenza che premia il leader individuale, la personalità forte di persone singole anche se almeno per il momento esse sono appoggiate da un gruppo di politici poco conosciuti che premono per determinate decisioni. Forse in futuro anche questo sarà destinato a mutare. Saremmo stati condotti in brevissimo tempo ad un cambiamento epocale per quanto riguarda la leadership degli stati, ad un cambiamento che sarebbe certamente un’alternativa al vecchio ordinamento, un’alternativa diversa, non certamente condannabile ma differente a quanto siamo abituati, tuttavia leggendo fra le pieghe della politica e dell’economia a mia opinione il modo di fare, fortemente disonesto ed assetato di potere di certi uomini che nel  farebbero di tutto per condurre il mondo a loro piacimento ed a proprio vantaggio (e non mi riferisco ai leader di oggi ma agli architetti del NWO) sarei abbastanza preoccupato dato che fino a che i leader forti restano al Governo di tanti paesi nel caos, il fatto sarebbe anche essere positivo e risolutivo ma quando avverrà che sarà istituito un Governo mondiale e penso che certamente questo non tarderà molto a venire, allora una leadership forte potrebbe essere un’arma a doppio taglio, una vero e proprio pericolo per il mondo intero. Quando avvenisse questo particolare fatto saremo di fronte ad un’unica scelta, saremo come si suol dire incanalati ancora una volta in un “imbuto” saremo costretti a scegliere di avere un moderno leader forte, un’ unica figura che sarà in grado di governare con la forza un mondo governabile solo con il “pugno di ferro” dato che il pianeta sarà ormai globalizzato e “liberato dalle recinzioni” quindi reso caotico, formato da etnie di vario genere sempre in conflitto fra loro, culture differenti che a tutti i costi si impegneranno per imporre la propria cultura sugli altri e via dicendo. Siamo ancora in tempo per fermare questo “complotto” ai danni del mondo ovvero ai nostri danni? Non lo so, certo è che personalmente non conosciamo fisicamente il “nemico” ma altrettanto certo è il fatto che alla fine da quanto vedo, poco ci importa del presente pertanto immagino ancor meno del futuro e tutto questo lascia la porta spalancata agli architetti del Nuovo Ordine Mondiale.

Goldfinger
Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta piuttosto controverso nelle opinioni, diciamo che in genere è “ fuori dal coro”, fuori dagli schemi tradizionali

4 COMMENTS

  1. Great items from you, man. I’ve bear in mind your
    stuff previous to and you’re just extremely excellent.
    I really like what you’ve acquired here, really like what
    you’re stating and the best way by which you assert it.
    You’re making it entertaining and you still care for to
    keep it sensible. I can not wait to learn much more from you.
    This is really a terrific website.

  2. obviously like your web-site however you have to test the spelling on quite a few of your posts.
    Many of them are rife with spelling issues and I find it very bothersome to tell the truth however I’ll certainly come
    back again.

  3. Hey outstanding blog! Does running a blog such as this take a large amount of
    work? I’ve very little knowledge of computer programming but I had been hoping to start my own blog in the near future.
    Anyways, if you have any suggestions or tips for new blog owners please
    share. I understand this is off subject nevertheless I simply
    had to ask. Thanks!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here