SALVINI, IL FUMO DI SATANA ED IL MONDO INIQUO di Goldfinger

1
312

Data la bufera che in questi giorni infuria sul gesto cristiano di Matteo Salvini che bacia la corona del rosario desidererei esprimere la mia opinione, un’ opinione “contro tendenza” assolutamente provocatoria, d’altronde a noi in un certo senso piace essere “fuori dal coro” dato che pensiamo che la verità non sia mai da una parte sola ma nel centro, quindi per arrivare alla verità riteniamo sia necessario sentire tutte le opinioni possibili e poi tirarne le somme, pertanto vi invitiamo a vedere l’accadimento da un’altra prospettiva, da una differente sfaccettatura. Per riassumere ed anticipare quanto scriveremo in seguito enunceremo un concetto evangelico che assommi tutto quanto abbiamo sostenuto in questo articolo: chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto; perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto.

Oggi possiamo affermare di vivere in un momento di caos assoluto, una “babele” continua, un controsenso dopo l’altro, pari solamente all’accadimento biblico della torre di Babele nel quale Dio confuse tutti i costruttori. Da una parte vediamo la chiesa che sta gemendo per le dolie del parto, invasa dal fumo di satana e dall’altra il mondo sulla via dell’inferno. Negli ambienti della chiesa si parla di tiepidezza e di apostasia, un vezzo ormai reale nel mondo europeo, una tendenza davvero preoccupante portata avanti da un’abitudine tutta europea che è quella di vergognarsi di Cristo. Possiamo confermare che questo “vizio di forma” funzioni anche come un sorta di “benzina sul fuoco” che starebbe scatenando lo jihadismo islamico con una ferocia senza pari dovuta a mio avviso soprattutto dal fatto dell’ incapacità occidentale di testimoniare Cristo. Possiamo tranquillamente confermare quindi che il primo motivo del terrorismo di matrice islamica sia proprio la mancanza dell’occidente di saper difendere la propria fede cristiana e la propria cultura. Dall’altro canto vediamo una parte della chiesa (a mia opinione) remare contro se stessa, dopo anni di aperta ingerenza politica di matrice cristiana molto apprezzabile, come un esempio lo è stata la ed Democrazia Cristiana, quel partito di centro appoggiato dai cattolici di tutta Italia, un partito che sinceramente al governo da tanti anni avrebbe portato ad un indiscusso benessere proprio per il fatto di essere fondato su basi cristiane. Oggi quello che a mia opinione è il solo partito in grado di avere il coraggio di chiedere la benedizione di Cristo e di sua madre, la Vergine Maria, capeggiato da Matteo Salvini è contestato da una certa frangia di ecclesiastici. Posso dire che a mia opinione il Ministro Salvini avrebbe fatto una mossa molto saggia baciando il rosario pubblicamente, quel rosario onnipresente nelle proprie tasche come avrebbe fatto altrettanto bene sempre a mia opinione, a dare un chiaro esempio a tutti gli italiani sul fatto che per essere vincenti ed affrontare saggiamente le sfide del mondo, è ancora necessario (e lo sarà sempre) avere fede, chiedere la protezione divina, l’ illuminazione dello Spirito Santo, d’altronde possiamo dire che biblicamente il popolo ebraico avrebbe vinto mille battaglie per il fatto di avere avuto Dio dalla propria parte e di contro ne avrebbe perso tante proprio per essersi allontanato dallo stesso Dio. Alcuni “giornaloni cattolici” che penso essere di matrice “sinistroide” al contrario avrebbero criticato l’operato del giovane intraprendente Ministro accusandolo di strumentalizzazione mentre lui avrebbe replicato di essere ORGOGLIOSO di avere sempre il rosario in tasca ed a mio parere ha perfettamente ragione ad essere orgoglioso della propria cristianità e quindi di esternarla, d’altronde personalmente parto sempre con la “forma mentis” che nessuno sia colpevole fino a prova contraria pertanto non ritengo il suo gesto un gesto di strumentalizzazione. Matteo Salvini avrebbe ribattuto affermando che con il gesto di baciare il rosario non avrebbe strumentalizzato nulla ma si sarebbe richiamato ad un simbolo che da cattolico gli appartiene. Tutto quindi ora ci appare più chiaro: da un lato vediamo una chiesa cattolica divisa su parecchi concetti, da una parte vediamo una chiesa veramente santa, tendenzialmente non polemica, composta da uomini santi e veri seguaci di Cristo ma dall’altro canto una frangia della chiesa “filo sinistroide” che piuttosto di difendere i valori cristiani si svende al mondo svendendo di conseguenza Cristo, il proprio Maestro (sempre a mia opinione). Purtroppo sospetto che questa frangia di ecclesiastici spingano per l’avanzamento del Nuovo Ordine Mondiale che intende traghettare il mondo verso una religione universale, tuttavia non pensino di essere loro i leader di questa falsa chiesa che il NWO pretenderà di imporre in futuro. Noi cattolici non saremo mai protagonisti di questa menzogna, di questa pseudo – chiesa universale scritta nella scaletta degli obbiettivi del NWO. Il protagonista e capo di questo inganno sarà l’anticristo, lui sarà il leader spietato della propria chiesa iniqua, lui si siederà sul trono destinato a Dio, almeno così riportano le sacre scritture e prima o poi anche gli ecclesiastici se ne dovranno accorgere. Il male mai prevarrà comunque sulla chiesa di Cristo e quella chiesa siamo noi con tutte le chiese cristiane. Il tentativo di Salvini sono certo non essere quello di andare contro il comandamento “non nominare il nome di Dio invano” come qualcuno avrebbe sostenuto ma di chiedere con il proprio gesto la protezione di Dio, la saggezza nel condurre la propria politica e le scelte talvolta  scomode a tanti che la politica di oggi impone per arrivare all’ordine. A mia opinione il gesto del giovane Ministro è il tentativo di chiedere protezione ad un Dio che esiste al quale è lecito chiedere e bussare alla propria porta. Credo che se la politica, l’Europa ed il mondo intero si fondassero su basi cristiane non saremmo arrivati a questi punti anzi, probabilmente avremmo meno problemi sia dal punto di vista economico che morale.

Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta abbastanza controverso nelle opinioni diciamo che in genere è “ fuori dal coro”

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here