LA NUOVA FERRARI HYBRID SF 90 di Maira Alcantara

1
208

Anche il “Bolide Rosso” la vettura sportiva per eccellenza studia modelli ibridi. Ormai possiamo dire che l’ibrido sarà la modalità automobilistica del prossimo futuro e verrà sostituita dal “completamente elettrico” in un futuro più lontano. L’ibrido a mia opinione è solamente un gradino di passaggio in attesa che le varie compagnie elettriche installino un numero di colonnine adatte  alla ricarica delle vetture di questo tipo in modo più o meno capillare poi, probabilmente le vetture passeranno da ibride a completamente elettriche, d’altronde, senza colonnine di ricarica l’auto elettrica resta una conquista a metà, dato che nel migliore dei casi la vettura elettrica che percorre più chilometri con un pieno di energia si attesterebbe intorno ai 600 km nelle migliori condizioni. Comunque sia anche la Ferrari si fa ibrida e silenziosa, più simile ad una silenziosa “Pantera” che ad una tigre ruggente, la più veloce di sempre in questo caso con ben 1000 cavalli a trazione integrale, una tecnologia che assicura notevoli prestazioni. Unico lato negativo a mio parere ma a cui dovremo pian piano abituarci il rombo del motore, che perlomeno in città non ci sarà più, non sentiremo più il rombo tipico della Ferrari con il classico sibilo in accelerata. Questo nuovo ed innovativo modello di supercar viene descritto come la “Ferrari delle Ferrari”, la nuova pietra miliare della storia del Cavallino Rampante, così almeno sostiene trattenendo l’emozione Louis Carey Camilleri dopo aver ricordato il grande pilota Ferrari Niky Lauda. Il nuovo modello di Ferrari è un modello ibrido, il primo ibrido e riciclabile di serie, una potenza mai vista alla casa del cavallino rampante di 1000 cavalli cui 780 assicurati dal motore V8 3990 cc mentre i restanti dal motore elettrico posizionato sull’ assale anteriore, un vero e proprio bolide in grado di raggiungere i 340 km orari con un’accelerazione da zero a 100 in 2,5 secondi, una vettura Ferrari battezzata SF 90 in omaggio alla Scuderia Ferrari ed ai suoi 90 anni di vita. Il motore elettrico è in grado di permettere alla nuova rossa di Maranello 25 km di autonomia alla velocità di 135 Km orari. Sarà possibile dato il motore elettrico entrare nelle zone a traffico limitato con assoluta tranquillità proprio per le emissioni zero che il veicolo è in grado di emettere nella modalità elettrica, un tasto posizionato sul volante servirà da selettore per scegliere se viaggiare in modalità elettrica oppure a benzina. Presente anche la funzione Hybrid che resta la modalità di funzionamento standard. Una vettura la SF 90 in grado di offrire un grande divertimento alla guida selezionando la modalità performance. Possibile anche la modalità Qualify per il raggiungimento della massima potenza del sistema, in questo caso anche ai motori elettrici è consentito offrire il massimo delle prestazioni. Per il momento la SF 90 è stata presentata in questi giorni a solamente 2000 clienti super selezionati che comunque dovranno attendere per l’acquisto ed unirsi a coloro che l’hanno già ordinata. Le nuove auto arriveranno dal 2020 in poi e per il prezzo? Non è ancora stato comunicato il prezzo esatto dell’auto tuttavia si stima che potrebbe aggirarsi sui 500 mila auro, attestandosi ad una via di mezzo fra quello della Ferrari prima ibrida prodotta in soli 499 esemplari  (valore 1,2 milioni di Euro) e la 812 Superfast ( valore 300 mila euro). Con questo progetto la Ferrari punta a nuovi clienti, precisa Camilleri ed aggiunge anche che per la fine dell’anno dovrebbero arrivare altre tre novità dopo la F8 Tributo e questo modello SF 90. Stando alle parole di Enrico Galliera direttore marketing,  Ferrari può tranquillamente sfidare ancora una volta i concorrenti, anche in questo innovativo settore automobilistico il segmento delle auto del futuro nel quale Ferrari sembra veramente essere avanti almeno un trentennio. Per quanto riguarda gli interni la vettura ricorda la cabina degli aerei, mentre l’esterno riporta alla navicella spaziale in particolar modo nel posteriore che ospita i due vani di ricarica, elettricità e benzina. Il muso possiamo dire sia molto “cattivo” sembrerebbe divorare la strada, dietro il posto guida il vano motore con apposita copertura trasparente che segue tutt’uno con il tetto regalando alla Ferrari una linea del tutto futuristica. I tasti presenti nella vettura sono di nuova concezione:  touch, sul lato destro per quanto riguarda navigazione, telefono ed altro, assieme al solito manettino, rosso Ferrari, per le impostazioni della vettura, a sinistra invece i comandi per la selezione della modalità ibrida oppure elettrica. La chiave di accensione è di tipo transponder avviene tutto tenendola in tasca. Unico neo l’abitacolo che non è per i più robusti resta comunque un’ ombra perdonabile, assolutamente accettabile considerando la SF 90 una vettura al massimo della concezione sportiva.

 

 

 

Author: Maira Alcantara

free lance generalista, incaricata anche per articoli speciali relativi a settore sport ed automobilismo storico e moderno

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here