PATTO COL DIAVOLO di Goldfinger

0
123

Abbiamo sempre pensato che l’ Unione Europea così com’è considerata, nel modo in cui è concepita si sia rivelata un “patto col diavolo” dal quale proprio per questo sia molto difficile potersi svincolare. L’ UE, un vero e proprio “mostro”, una nazione irreale, una sorta malfatta di “agglomerato di nazioni” troppo differenti fra loro, uno stato ben diverso da come lo pensarono i Padri Fondatori che credettero forse ingenuamente di creare un’unione in grado di portare la pace e la stabilità in una delle zone più pericolose del pianeta, una delle zone che sarebbero state responsabili di due grandi e sanguinosi conflitti mondiali. A mia opinione purtroppo contrariamente a quello che pensiamo passano gli anni e come sempre “il lupi perdono il pelo ma non il vizio”e le cause che portarono alle due grandi guerre sono ancora attuali e sono scritte nel DNA di alcuni paesi europei, quelli che starebbero portando alla rovina l’intera Unione. Che la UE sia un’ unione massacrante, un’ unione semplicemente dannosa per la maggior parte degli stati membri come ad esempio l’Italia (ma potrei menzionarne anche altri nelle condizioni italiane), un’ Unione di stati che hanno dovuto per forza di cose rinunciare forzatamente alla propria sovranità, alle proprie esigenze, alla propria moneta ed alle proprie collaudate strategie economiche per poter tenere in forze le proprie economie nazionali lo vediamo tutti i giorni. L’ attuale UE oggi sarebbe divenuta una “società di stati” talmente malfatta da poter lasciare presagire che se intenderà proseguire su questa strada molto pericolosa, quella che a personalmente penso che sia il “Quarto Reich”, potrebbe giungere all’epilogo, al fallimento e come un gigante di ferro dai piedi di argilla potrebbe crollare su se stessa in modo molto pericoloso e fragoroso. In questo caso non siamo solamente noi  preoccupati per questa situazione ma su questo argomento riporteremo le opinioni di un esperto di economia il Premio Nobel Oliver Hart Professore di Harvard che vinse il prestigioso premio per l’ economia nel 2016. Intervistato dall’Agenzia spagnola Efe il Professore avrebbe manifestato forti preoccupazioni e lanciato critiche nei confronti della UE ma in particolare della moneta unica dicendo che l’ Euro si sarebbe rivelato un grave errore. Il professore affermò di avere parecchie  perplessità sulla moneta unica sin dal proprio concepimento, pertanto sarebbe non proprio triste se in futuro la UE decidesse di liberarsi dell’Euro. Sempre secondo il Professore la UK sarebbe stata alquanto lungimirante a rimanere nel ruolo di semplice osservatore per parecchi anni (e forse anche di decidere di sganciarsi). Per quanto riguarda l’Euro, la sua futura morte potrebbe portare al ritorno delle autorità nazionali in materia di politica monetaria. L’Unione Europea secondo il Professore sarebbe dannosa per i paesi membri anche per il fatto di avere troppa concentrazione di poteri. in pratica la UE sarebbe andata troppo oltre, per quanto concerne la concentrazione dei  poteri decisionali un tempo in possesso dei singoli stati, poteri che ora sarebbero centralizzati in UE ed i singoli stati oggi devono per forza di cose subire imposizioni non sempre “tarate ad oc” per le necessità degli stati membri ma imposte dall’Unione. Il Professore sostiene che l’UE sarebbe necessario capisse, il fallimento della propria politica centralista e che per poter sopravvivere dovrebbe quindi ripristinare il potere decisionale agli stati membri, particolare che significherebbe un ritorno alla sovranità di ogni singolo stato, in caso contrario il sistema UE potrebbe in futuro portare ad un fallimento dell’ Unione Europea con annessi e connessi. Secondo Hart gli stati membri non sarebbero abbastanza omogenei per condividere tutto ed unirsi in una grande cellula fatta di “cose comuni”. Personalmente penso che l’omogeneità non faccia da sempre parte degli stati Europei in competizione perenne, ogni stato è troppo differente dall’altro ed ha necessità assai diverse sia economicamente che culturalmente per poter anche solo pensare di divenire dall’oggi al domani una vera unità (l’ Inghilterra ad esempio si starebbe già sganciando dalla UE) pertanto l’ Unione Europea sarebbe stato un grave errore anche solamente crearla. Noi pensiamo che quanto detto da Hart possa avere un logico fondamento dato che vediamo ogni giorno che l’UE fa veramente fatica a rimanere coesa e questo per tante ragioni, sia per le ragioni esposte dal Professore che pure, a mia opinione, per l’egoismo di pochissimi stati.

Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta abbastanza controverso nelle opinioni diciamo che in genere è “ fuori dal coro”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here