WHATSAPP LASCIA ALCUNI TELEFONI di Nicola Migliorini

L'ADDIO DI WHATZAPP

0
11229

ARTICOLO OFFERTO DA THE CLEAN IMPRESA DI PULIZIE MONTICHIARI BRESCIA TEL 338.8276309 http://www.theclean.it

Oggi daremo una notizia piuttosto interessante in merito agli smartphone, una notizia che desterà certamente molto interesse. Con l’avvento di questa tipologia di telefonini che in realtà sono degli ibridi fra il PC ed il telefono una particolare ed amatissima applicazione è riuscita a soppiantare i classici sms con un sistema gratuito molto performante. Con questo indizio sapete bene di cosa sto parlando, naturalmente di Whatsapp. Questa particolare app. è riuscita in beve tempo a prendere il posto dei classici messaggi, da una parte per la gratuità del servizio, dall’altra per la facilità nell’ esecuzione dei messaggi ma anche per il fatto che utilizzando l’applicazione è possibile anche inviare fotografie, video od altre immagini a costo zero, tuttavia arriva oggi una notizia non molto piacevole per i possessori di smartphone e per gli utilizzatori di Whatsapp in quanto da ieri primo gennaio 2020 la famosa applicazione verde avrebbe preso la decisione di lasciare milioni di smartphone, quelli un po’ datati in possesso di sistemi operativi ritenuti dai gestori dei Whatsapp obsoleti, pertanto l’ amata applicazione cesserà di funzionare dal primo giorno di gennaio 2020 su tutti di dispositivi con il sistema operativo Windows Phone che comunque la stessa casa madre aveva deciso di abbandonare. Purtroppo però la liste degli smartphone che non potranno più accedere all’ amata applicazione è piuttosto lunga e comprenderebbe anche parecchi smartphone, quelli con il sistema operativo Android 2.3.7 un sistema operativo lanciato nel 2010. Anche alcuni modelli di Iphone da febbraio 2020 entreranno a far parte dei telefoni aut per quanto riguarda Whatsapp quei modelli che avessero tutt’ora in funzione dei vecchi sistemi operativi IOS. La lista si allungherà dal primo febbraio di quest’anno, quando la chat non sarà più compatibile con gli smartphone aventi a bordo Android 2.3.7. Whatsapp tuttavia non risparmierà (come precedentemente accennato) neppure i telefonini delle mela morsicata, i famosi Iphone. I dispositivi più vecchi in possesso del sistema operativo IOS 8 lanciato nel 2014 infatti da febbraio del nuovo anno non potranno più utilizzare la celebre chat. A detta dei gestori di Whatsapp la decisione di togliersi dai dispositivi più vecchi sarebbe stata presa per poter concentrare i propri sforzi sulle piattaforme mobili più comuni utilizzate dalla maggioranza degli utenti. Un’importante raccomandazione per coloro che fossero in possesso di dispositivi mobili con sistemi operativi superati è salvare le immagini di proprio interesse presenti nell’archivio prima che Whatsapp possa sospendere il servizio, salvare i video ed i documenti collegando il telefonino al computer, importante sarebbe anche salvare le conversazioni e gli stessi contenuti multimediali tramite l’accesso alle impostazioni del telefono. Comunque sia il settore della telefonia si starebbe sempre più rivelando un grandissimo buisness, dato che in futuro sarà sempre più difficile mantenere un telefono per tanti anni dato che in genere gli smartphone superato un certo periodo di vita non si aggiornano più. Questa mossa che da una parte vede l’uscita di telefoni sempre più performanti e veloci, dall’altro canto crea una sorta di abitudine ai “telefoni a scadenza” obbligando pertanto i possessori di smartphone che desiderassero per lavoro o per altre necessità un telefono sempre efficiente, a cambiare dispositivo dopo un certo periodo di tempo e devo dire che con i prezzi proposti per certi telefoni il buisness della telefonia è e sarà sempre più un vero e proprio florido buisness in grado di permettere elle multinazionali produttrici questo tipo di dispositivi di poter realizzare sempre fatturati da capogiro obbligando pertanto l’utente finale a cambiare dispositivo dopo un certo numero di anni per potersi permettere la piena efficienza del telefonino, un dispositivo che nel corso degli anni avrebbe subito molte mutazioni e che oggi viene utilizzato per le telefonate in modo davvero minimale ma che serve soprattutto per collegarsi e navigare in rete tramite le applicazioni che ormai offrono l’accesso informativo e dispositivo un po’ per ogni necessità come potrebbe essere per un comune personal computer. Possiamo dire che gli smartphone siano l’inizio di una trasformazione tecnologica che sarebbe stata in grado di trasformare l’essere umano in una sorta di individuo che in questo caso tramite il telefono possiede la porta del mondo aperta in tutti i campi ed in ogni momento ma che porge il fianco ancora una volta al controllo globale da parte delle multinazionali che in questo caso tramite lo smartphone sarebbero in grado analizzare i nostri gusti, i nostri desideri e non solo. Con l’utilizzo degli smatphone le aziende che li gestiscono possono sapere dove ci troviamo e tant’altro ed in “barba” alla privacy. Possiamo dire quindi che questo piccolo dispositivo si sia rapidamente trasformato in un’appendice del soggetto utilizzatore, un’appendice che per certi versi può essere molto comoda ma per altri contribuisce a fare entrare l’utilizzatore in una sorta di schiavitù ed in un vortice di spionaggio da parte di terzi sempre più forte, una comodità pertanto che tutti paghiamo rinunciando inconsapevolmente ad una buona parte della nostra privacy.

admin
Author: admin

Nicola Migliorini alias ADMIN è Direttore del blog WWW.MONDOOGGI.COM decide cosa e quando pubblicare, è un giornalista con incarico a 360 gradi

8 Condivisioni