OSTERIA AL BIANCHI VIA GASPARO DA SALO’ 32 BRESCIA

TEL 030.292328                            http://www.osteriaalbianchi.it

Il tempo sta passando velocemente e fra poco più di una settimana Brescia inizierà a trasformarsi in una città davvero particolare. Dal 13 al 18 giugno la 1000Miglia sarà protagonista assieme alla bellissima cittadina lombarda che le diede i natali. Parlando di 1000Miglia non si può non parlare di turismo, arte culinaria provinciale e bollicine della Franciacorta. Parlando di 1000Miglia non è possibile trascurare un locale che anche nei giorni dedicati alla “Corsa più bella del mondo” è sempre protagonista nell’ospitare per pranzo e cena, molti equipaggi della storica competizione. L’ Osteria al Bianchi, data anche la prossimità con i luoghi interessati alla gara, ma anche per il fatto di essere uno dei locali più antichi e tradizionali della cucina bresciana, sarà anche quest’anno meta dei piloti e dei navigatori che parteciperanno alla 1000Miglia. Vi ricordate quando nelle antiche osterie e trattorie tradizionali si giocava a briscola? Forse vi ricorderete e forse no, se siete troppo giovani. L’Osteria al Bianchi è una di questi locali meravigliosi, che purtroppo sono quasi tutti scomparsi lasciando spazio, al freddo modernismo imperante nelle nostre belle città piene di tradizione e di cultura. Un mazzo di carte ed un buon bicchiere di bianco o in alternativa un “Pirlo” il coktail bresciano per eccellenza fanno da decoro iniziale ma sempre se accompagnati da un buon amico. L’Osteria al Bianchi ti fa sentire proprio come a casa per i locali davvero accoglienti e nello stile tradizionale di un tempo. La simpatia e l’accoglienza da parte della famiglia Bianchi sono un punto di forza del locale. Ti garantisco che se cenerai all’ Osteria al Bianchi certamente ritornerai. L’ambiente è caldo ed accogliente e le pietanze sono tradizionali bresciane cucinate nell’ antica maniera. Recarsi per una cene in questo locale è davvero iniziare un vero e proprio viaggio nel tempo e nell’enogastronomia bresciana di estrema qualità. Per gustare i piatti proposti dall’Osteria al Bianchi ma anche per gustare l’atmosfera del locale, è necessario sapere che l’Osteria è gestita dalla stessa famiglia alla terza generazione. Diciamo che per i gestori del locale si tratti di una vera e propria antica tradizione. Anche per questo chi partecipasse alla 1000Miglial’anno successivo, ritornerà per la cena o per il pranzo. Un esempio di piatti tipici assolutamente da non perdere sono i malfatti agli spinaci o lo stracotto d’asino ma anche il delizioso baccalà sia nella versione alla vicentina che alla pugliese ma con una piccola rivisitazione che rende il piatto ancor più gustoso. Altre specialità dell’ Osteria sono i casoncelli, la pappardelle con verdure di stagione, pasta e fagioli. Come seconde portate l’Osteria propone pietanze fra le più tradizionali della zona di Brescia come le squisite lumache, il pestom, la coppa ripiena e la tagliata. Piatto di chiusura nulla di meno che la tradizionale mousse allo zabajone. La domenica polpette per accompagnare l’aperitivo, bertagnì e Pirlo del sabato sono da non perdere. Vini e salumi provengono da un’accurata selezione tenendo presente sempre la migliore tradizione locale. I bresciani da sempre amano mangiar bene ma anche bere bene. L’ Osteria propone varie tipologie di vino rosso e bianco delle migliori cantine. Una vasta scelta di vini ottimi da abbinare a piatti eccezionali, salumi e formaggi sono uno dei punti di forza dell’Osteria al Bianchi. Considerando che la 1000Miglia è competizione, sport, ma anche cultura, tradizione e turismo, per quale motivo quindi rinunciare ad una cena presso l’Osteria Al Bianchi? La storia dell’ Osteria al Bianchi si potrebbe accostare con quella della 1000Miglia che nacque dall’ idea di un piccolo gruppo di amici bresciani, per caso, fra due chiacchiere ed un drink in un locale milanese. L’osteria al Bianchi narra la leggenda, nascerà da un gruppo di tassisti della città che ogni settimana anticamente passavano dal locale e fra una chiacchierata, una barzelletta e l’altra, i discorsi terminavano costantemente decantando uno squisito merluzzo fritto proposto da una delle antiche osterie cittadine. Il signor Franco raccolse il “guanto di sfida” ed invitò i tassisti ad assaggiare la propria versione della pietanza.

A questo punto dalla squisitezza del merluzzo fritto  (in dialetto bresciano Bertagnì) proposto dal signor Franco nacque una vera e propria tradizione, il “Bertagnì” del sabato, seguito da “fiumi di vino” della tradizione bresciana o birra fresca, da consumarsi rigorosamente presso l’antica Osteria al Bianchi divenne una vera e propria tradizione da vivere in una delle Osterie più antiche risalente al 1881. Il locale in via Gasparo da Salò 32 è molto vicino a piazza della Loggia uno dei punti focali della 1000Miglia. Osteria al Bianchi, un locale tutto da vivere, un’ antica Osteria di capitale importanza se si desiderasse conoscere la tradizione culinaria bresciana.

TEL 030.292328                            http://www.osteriaalbianchi.it

 

 

Nicola Migliorini
Author: Nicola Migliorini

Nicola Migliorini è Direttore Responsabile del media www.mondooggi.com è un giornalista generalista con incarico a 360 gradi.

0 Condivisioni