TRUFFE DA COVID AI DANNI DEL CITTADINO di Nicola Migliorini

IL RAGGIRO

0
22593
Foto di Pete Linforth da Pixabay

ARTICOLO OFFERTO DA IMPRESA DI PULIZIE THE CLEAN MONTICHIARI BRESCIA TEL 338.8276309 http://www.theclean.it

Ormai siamo tutti al corrente del decreto cura Italia, un decreto che cercherebbe di aiutare in questo caso anche i possessori di partita iva relativamente ad alcuni micro-settori, in modo da poter far fronte alle proprie spese nei mesi di chiusura aziendale a causa del Coronavirus. Lo scorso mese sono stati erogati 600 Euro da parte dell’ INPS ad alcuni contribuenti, questo mese vedremo quando il decreto sarà firmato che cifra sarà prevista come sussidio anche se sembra che i 600 euro possano essere alzati ad 800. Comunque sia non è nostra premura almeno per il momento approfondire questo argomento. Questo è il prologo di un articolo che riguarda solo parzialmente il sussidio in questione ma lo scopo di questo articolo è proteggere il cittadino da truffe che in questi giorni sono state messe in atto da astuti hakers. In questo caso si tratta di una truffa ordita ai danni del malcapitato cittadino italiano, indipendentemente dal fatto che gli spetti o meno il sussidio dell’ INPS. Sta di fatto che proprio ieri l’Istituto della Previdenza Sociale abbia denunciato il fatto

Foto di Pete Linforth da Pixabay

che ad alcuni cittadini siano arrivate delle email fasulle recanti il proprio logo, messaggi di posta elettronica mai spediti dall’ istituto previdenziale. Chi avrebbe spedito tali messaggi di posta elettronica sarebbero stati espertissimi pirati informatici che già in possesso di alcuni dati sensibili rubati dai nostri PC approfittando del fatto dei sussidi e con la scusa di rimborsi di vario genere, avrebbero inviato a random delle email a varie tipologie di cittadini avvertendoli che per poter erogare loro i famosi 600 Euro o erogare loro dei fantomatici rimborsi INPS, i contribuenti avrebbero dovuto cliccare sul link enunciato nella email quindi compilare una sotto pagina inserendo il proprio numero di conto corrente o di carta di credito in modo da poter vedersi accreditare il sussidio. Si tratta in questo caso di un phishing molto ben congegnato che permetterebbe al pirata informatico di poter ottenere in questo modo le chiavi necessarie per svuotare il conto corrente o la carta di credito del malcapitato. Prima di tutto spiegheremo come si richiede il famoso sussidio in modo da togliere ogni dubbio sulla dinamica, anche se consigliamo per sicurezza di avvalersi del proprio consulente per non fare errori. Nel caso desiderassimo richiederlo personalmente sarà necessario andare sul sito INPS e seguire le istruzioni, inserendo prima di tutto il PIN INPS e poi quanto venga richiesto dall’istituto previdenziale. L’ INPS non invia assolutamente

Foto di tookapic da Pixabay

email richiedendo per posta elettronica alcun dato sensibile come il numero di conto o peggio di carta di credito. Ricordatevi quindi che nel caso riceveste una email che vi chieda questi dati a nome dell’ INPS si tratterebbe di una truffa bella e buona pertanto non abboccate all’esca. Magari fatene denuncia alla Polizia ma non rilasciate alcun dato. Per rimborsi o per sussidi l’INPS non manda email, ripeto, richiedendo dati sensibili. Attenzione, potreste vedervi svuotare il conto in pochissimo tempo abboccando a questo pishing. Non sarebbe la prima volta che gruppi di hakers ingannano i cittadini inviando email fuorvianti con loghi quasi perfetti atti a confondere il malcapitato. Spesso in passato sono stati inviati messaggi di posta elettronica recanti loghi di banche, poste ed istituti di credito di vario genere richiedendo per qualche ragione i dati del proprio conto o della propria carta di credito. Non acconsentite mai. Se vi capitasse di ricevere la email logata INPS cancellatela subito, se voleste approfondire chiamate telefonicamente in questo caso l’INPS per chiedere informazioni ma non rilasciate mai i vostri dati. Partite sempre ricordandovi di un vecchio adagio che recita: “fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio”.

admin
Author: admin

Nicola Migliorini alias ADMIN è Direttore del blog WWW.MONDOOGGI.COM decide cosa e quando pubblicare, è un giornalista con incarico a 360 gradi

12 Condivisioni