Visualizzazioni: 1

Conto alla rovescia: la 1000Miglia partirà fra un paio di giorni. Anche se la pandemia da Covid, ha per forza di cose prodotto i propri disagi un po’ in tutto il mondo, la celebre competizione bresciana, ormai spinta verso un meritato podio internazionale, non è stata ferita più di tanto dal virus ma solamente obbligata a rimandare al mese di ottobre la propria partenza. Questo 2020 quindi sarà davvero memorabile in quanto si attesterà come l’unica 1000Miglia autunnale della storia della celebre e stupenda manifestazione. In questa edizione del 2020 ho notato un vero e proprio boom di equipaggi italiani, al secondo posto gli equipaggi europei, pochi gli americani ed i giapponesi. Anche quest’anno vedremo una buona presenza con 400 vetture storiche che gareggeranno da Brescia a Roma in una competizione di regolarità sia in andata che in ritorno, transitando per i paesi più belli e storici della nostra  storica nazione, patria delle più blasonate autovetture sportive e della velocità. una nazione per il momento ferita. che almeno per qualche giorno potrà ritornare a respirare distraendosi e riiniziando a sognare, con il passaggio della 1000Miglia, all’insegna del rombo dei motori e della bellezza delle automobili storiche. Tutto è pronto ed i paddok iniziano a popolarsi. Entrano le prime vetture per il posizionamento dei “bolli” recanti il numero di gara. Gli equipaggi sono pronti per il completamento delle pratiche burocratiche necessarie per la partecipazione alla competizione. Interessantissimo uno stand di TCC e Classic un’azienda che offre la possibilità di poter utilizzare un simulatore

simulatore di guida in pista

di nuova concezione, ovvero un simulatore di corse in pista, un accessorio che verrà proposto per l’ allenamento dei piloti automobilistici. Torniamo ai preparativi in merito alla 1000Miglia. Da quanto abbiamo potuto sapere la punzonatura per quest’anno si farà qui, ai paddok, presso il centro fiera di Brescia, un’alternativa per il 2020 alla consueta e bellissima Piazza Vittoria che da sempre ospita la competizione in occasione della punzonatura. Questo cambiamento provvisorio sarebbe stato pensato per non creare assembramenti metropolitani dato l’ attuale ritorno della pandemia. Dal prossimo anno pandemia permettendo tutto tornerà alla normalità. Resterà invariata la location relativa alla partenza ed all’arrivo della gara. Comunque sia, ci spiegano gli “addetti ai lavori” una passerella in centro a Brescia non mancherà per questo 2020 pieno di sorprese. I paddok sono un vero spettacolo; in questa location è possibile gustare a fondo le vetture di un tempo oltre che l’euforia che anticipa la partecipazione alla 1000Miglia. Si inizia a sentire il rombo dei motori, il “profumo” del fumo dei motori, particolari che si traducono in sensazioni indimenticabili. I meccanici iniziano a lavorare sui motori e sulla meccanica della autovetture che talvolta devono essere messe a punto per affrontare un viaggio lungo circa 1600 km in sicurezza, dopotutto è già da più di un mese che piloti e navigatori si allenano fra le strade della città per provare i propri veicoli e cercare di conoscerne i punti di forza per capire se fosse necessario qualche ritocco prima della gara. Tutto comunque è pronto, la 1000Miglia è confermata quindi tutto si farà. Per quanto ci riguarda cercheremo di tenere informato il nostro pubblico con le dirette che gireremo a partire dal giorno della partenza sul percorso della gara.

Una stupenda Aston Martin

Potrete quindi seguire i punti migliori della competizione sullo spazio Facebook del nostro direttore Nicola Migliorini chiedendo un’amicizia che certamente vi verrà concessa. Ricordiamo che la 1000Miglia 2020 entrerà nel pieno della competizione a partire dal 22 a Brescia in viale Venezia, per essere di ritorno il 25 ottobre sempre in viale Venezia.

Visualizzazioni: 1
Maira Alcantara
Author: Maira Alcantara

free lance generalista, incaricata anche per articoli speciali relativi a settore sport ed automobilismo storico e moderno

35 Condivisioni