ARTICOLO OFFERTO DA GEMA MULTISERVICE MONTICHIARI BRESCIA

TEL 030.961535

Desenzano del Garda: Il Madai Maua si riempie di artisti, vip, personaggi pubblici nazionali ed internazionali. Si chiude nel pomeriggio del 9 luglio il grande evento diretto dall’ artista Gino Rodella in collaborazone con l’associazione Humanitarian Production di Montichiari. L’evento è stato organizzato con lo scopo di effettuare una raccolta fondi necessaria affinchè la pala d’altare realizzata dall’ originale artista di Calcinato, fosse inviata, nel mese di Agosto, nella chiesa di Arquata del Tronto ferita dal sisma. Come richiesto dal sogno premonitore vissuto da Gino Rodella, il quadro avrebbe dovuto essere ospitato dalla chiesa di l’Aquila ferita anch’essa dal sisma. Tuttavia una certa fazione politica avrebbe osteggiato l’arrivo della pala d’Altare che per questa ragione sarà stata inviata ad Arquata.

L’evento ha ospitato un centinaio di persone fra cui non pochi personaggi legati all’ambiente artistico come la cantante lirica Oliviera Latina che ha eseguito un paio di pezzi classici fra cui uno preso dalla Carmen di Bizet, la scrittrice Eva Lucchini, il jazzista Carmelo Coglitore che ha allietato l’atmosfera durante il pranzo con il magico suono del sax baritono. La scrittrice Lella Di Marino ha letto alcune parti del proprio libro ispirato al fatto che nella città di l’Aquila sarebbe arrivata un’opera particolare realizzata da uno stravagante artista. Il poeta Alex Karalis si è esibito leggendo una poesia preghiera sul dolore di Cristo durante la crocifissione. Il cantante Silver (vincitore X Factor 3 del 2009)

ha eseguito due proprie canzoni in onore dell’artista bresciano che gli ha disegnato l’abbigliamento ed ha partecipato alla realizazione di un noto video del cantante. Il modello cremasco Manuel Conforte con il corpo decorato tramite un body painting molto originale da Gino Rodella ha impersonato l’angelo che si sta elevando verso il cielo, mentre Maira Alcantara di Mondooggi ha rappresentato la moglie di Ponzio Pilato che offrì a Gesù il lenzuolo che ha avvolto il corpo di Cristo dopo la crocifissione oggi conosciuto coma la sindone. I due personaggi  hanno contribuito alla coreografia dell’evento. Presente il nostro Direttore Nicola Migliorini, cavaliere dell’ Ordine Bizantino del Santo Sepolcro, Il Gran Maestro Principe Flaviano Grillo della Casata Antinolfi in rappresentanza dei cavalieri dell’ordine dinastico della Cavalleria Angelica di san Michele Arcangelo e Padre Pio. Presente anche un cavaliere dell’ OEOH di Brescia, I cavalieri presenti hanno presentato l’opera dell artista dal vivo. Il Principe Flaviano Grillo ha insignito l’artista Cav. Uff. d’eccellenza dr. Gino Rodella nonchè Ambasciatore degli artisti dell’ordine dinastico Cavalleria Angelica che ha ricevuto la laurea HC in “arte antica”.  Durante l’evento Nicola Migliorini ha intervistato l’originale artista di Calcinato che ha spiegato il motivo dell’evento. Durante l’intervista Gino Rodella ha ricordato l’amicizia con Papa Benedetto XVI, uno dei maggiori pilastri della cristianità nella chiesa cattolica. Non è mancata una descrizione della Pisside dorata realizzata con argilla proveniente dal “luogo dei cranio”, il Golgota dove venne eretta la croce di Cristo e luogo in cui la passione ebbe l’epilogo in attesa della resurrezione. Un grande evento pieno di musica, allegria ma in modo particolare unito da un grande significato cristiano che ha fatto da collante, ad un centinaio di partecipanti presso il Madai Maua di Desenzano del Garda,

 

uno dei locali stiudiati ed arredati su progetto di Gino Rodella. Ai primi cittadini di Desenzano e di Calcinato sono stati consegnati due attestati come ringraziamento alla città per aver ospitato l’evento. Ricordiamo che Gino Rodella in sinergia con l’azienda Ceretti Michele, nel 2007 ha donato a Papa Benedetto XVI un trono. In questo caso si è trattato di uno scranno, un trono, da sempre simbolo del potere. In questo caso il potere petrino dato da Cristo ai monarchi della propria chiesa, ma anche un oggetto, che stando al sogno premonitore dell’artista ha significato la futura detronizzazione del Papa tedesco, quella detronizzazione che ha preceduto l’entrata in scena dell’ attuale Pontefice Papa Francesco. In effetti l’artista confidò in tempi non sospetti, il sogno a Papa Benedetto come pure il giorno in cui sarebbe stato detronizzato e puntualmente la detronizzazione del grande Pontefice si è verificata. Una grande ferita nel cuore della chiesa cattolica. Penso che le coincidenze abbiano davvero dell’incredibile ma dopotutto lo stesso Dio, lo stesso Cristo sono incredibili da sempre. Penso che la chiesa di oggi stia passando un delicatissimo momento di declino sotto svariati aspetti, tuttavia “nulla è come sembra”. Non sarebbe la prima volta che la barca di Pietro ertrerebbe in oggettiva difficoltà. Non sarebbe la prima volta che il capitano fatichi a mantanere la barca petrina a galla, evitando che i marosi di un’oceano satanico inferocito riescano a rovesciarla. Dopotutto è necessario non scordare mai le parole di Cristo quando promise:

– ”Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli”.

Tramite questa promessa saremmo di fronte ad un’alleanza molto stretta fra Cristo e le propria “sposa” la chiesa, che fino alla fine dei tempi mai verrà mai abbandonata alla furia del male. Proprio per questo credo che nonostante le grida infernali che il maligno starebbe riversando sulla chiesa di Cristo e sull’umanità con lo scopo di terrorizzarla facendo si che la fede venga meno, sia la chiesa che l’umanità stessa ne usciranno non solo salvate ma purificate. Nonostante il perido certamente turbolento che staremmo vivendo, nel quale sembra che la speranza venga meno, arriva ancora una volta il messggio cristiano che nella promessa salvifica, racchiude un grande dono di positività: la speranza. Non voglio essere veggente tuttavia credo fermamente che il male oggi predominante, stia iniziando il declino, aprendo finalmente le porte ad un nuovo mondo nel quale Cristo divenga nuovamente protagonista e centro della storia umana.

Un particolare e dovuto ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato permettendo che la pala d’ altare sia potuta errere trasportata nel luogo indicato. un ringraziamento particolare anche alle numerose persone ed aziende che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento.

Fotografie del fotografo del locale Madai Maua, Mauro Belardo

              RINGRAZIAMENTI PARTICOLARI - SPECIAL THANK'S

Ringraziamenti particolari alle seguenti aziende:

Madai Maua ed il proprio team, Ceretti Michele, Studio Gema di Marina Manzini, Humanitarian Production ass. culturale, Zava distribuzione caffè, Fioreria Corsini Calcinatello.

 

Artisti e personaggi:

Lea Pavorè (attrice e presentatrice), Oliviera Latina (cantante lirica), Carmelo Coglitore (jazzista), Silver (cantante), Manuel Conforte (modello), Maira Alcantara (giornalista free lance), Nicola Migliorini (Direttore Mondooggi), Eva Lucchini (scrittrice), Fiorella (Madai Maua), Angelo Corsini (Presidente associazione alpini di Calcinato), Alessio Bordina (critico d’ arte e agente di commercio), Franco Pezzetti (paroliere cantanti italiani ed internazionali), Monica Caio (organizzazione eventi), Alessandra faustini (cantante), Lella di Marino (scrittrice), Pierluigi Panciroli (scrittore e dj radiofonico), Anna Boschetti                 (sostenitrice della grande Dirce), Franco Zanoni (Zava distribuzione caffè), Rosa ed Anna Corsini, Rita Briganzoli, Alma Prandelli, Alex Karlis (poeta e pittore).

Personalità:

Dr. Guido Malinverno (primo cittadino città di Desenzano del Garda) e Dr.ssa Nicoletta Maestri (Prima cittadina città di Calcinato) 

Associazioni ed ordini:

Associazione Alpini Calcinato, Humanitarian Production, Ordine dinastico cavalleria Angelica di san Michele e Padre Pio, ordina dinastico OBSS, Ordine equestre OEOH Brescia.

Eventuali omissioni di nomi di artisti o di organizzatori nei ringraziamenti, sono puramente casuali, se ci fossimo scordati di qualcuno chiediamo perdono.

Gino Rodella


GINO RODELLA FB (clicca quì)

TEL 030.961535

ospite ospite
Author: ospite ospite

0 Condivisioni