CINEMATOGRAFIA: SATANA PROTAGONISTA di Goldfinger

IL CERTOSINO LAVORO SATANICO

0
8697
Foto di KCB1805 da Pixabay

ARTICOLO OFFERTO DA COSTA EMANUELE TRIVELLAZIONI MONTICHIARI BRESCIA TEL 338.8901495

Il periodo che stiamo vivendo lo si può capire anche guardando con occhio critico i programmi proposti in TV oppure al cinema. La cinematografia hollywoodiana ad esempio ne è chiara testimone e creatrice. Una nota casa cinematografica americana di cartoni animati e film per bambini ed adolescenti, acquistata anni fa da una multinazionale della cinematografia, avrebbe fatto in modo che i propri film ma anche i propri cartoons, da sempre tanto amati dai piccoli di tutto il mondo, siano mutati in una fucina di film destinati al pubblico giovane che recano in se il messaggio del mistero, dell’occultismo, del male. Anche serie molto in voga in TV lanciano gli stessi messaggi. I nuovi prodotti di queste celebri case cinematografiche, sono certamente avvincenti, tuttavia riescono ad entrare nell’animo degli spettatori sia adulti che giovani, riuscendo a colpirli con messaggi a mio parere assai discutibili. La multinazionale della cinematografia sopramenzionata non è la sola a proporre programmi di questo genere. Già da qualche anno sarebbe iniziata una vera e propria tendenza alla divulgazione di messaggi volti al male. Ricordo quando ero bambino nei programmi per ragazzi esisteva sempre la lotta fra il bene e il male, una lotta che, che lo si voglia oppure no, fa parte della vita, tuttavia il messaggio era che il bene esce sempre vincente da tutte le sfide. Anche a livello di trama dell’avventura e di immagini, la tendenza era quella di non turbare l’animo dei ragazzi con messaggi visivi ed auditivi troppo crudi ed espliciti, una costante che invece oggi prosegue in senso contrario aumentando i propri toni. Parla di questa tematiche il media online, Interris dal quale ci lasceremo ispirare per scrivere quanto desideriamo comunicare. Un tempo dice Interris si poteva assistere all’

Foto di Christine DAUTIN da Pixabay

entrata in scena di streghe e maghi magari descritti in versione buffa proprio per non turbare l’animo del giovane telespettatore, oggi invece il termometro della “censura” direi che si è alzato vertiginosamente ed in TV, come anche nei cinema da tempo sarebbero sbarcati nuovi personaggi, eroi assai negativi come demoni, angeli, inferno. In genere oggi molti film sono basati sull’occultismo, sull’esoterismo, sul mistero e sull’ignoto. Questo è spesso il messaggio che si vuole offrire. Tutte tematiche di sicuro interesse per attirare la curiosità dello spettatore ma viste da un lato differente, questi temi potrebbero lasciare una traccia inconscia non bella soprattutto nel pubblico più giovane. Comunque lo si voglia vedere il messaggio precedente continua, ovvero anche oggi pur se in modo magari discutibile viene descritta la realtà dalle cose: la lotta fra il bene e il male, tuttavia viene divulgato a mia opinione il messaggio che proprio il male vincerà. Oggi assistiamo nel nostro mondo ad una feroce guerra escatologica fra il bene ed il male, una guerra feroce come non fu mai combattuta. In genere nel nostro periodo vediamo satana, il demonio, dipinto in modo assai anomalo per il carattere del personaggio. Staremmo vivendo in un mondo in cui “satana regna” pertanto il vero nemico da sconfiggere sarebbe ancora proprio lui ma desideriamo davvero la sua sconfitta? Dovremmo chiederci come si sconfigge un nemico del genere, puro spirito, un nemico invisibile (ma che puoi vedere solamente dai risultati del proprio diligente continuo e certosino lavoro). Ce lo dice la chiesa, quella a cui spesso non crediamo più. Con la fede in Cristo e la preghiera si può sconfiggere il maligno. In effetti i film di oggi contrappongono il male ai simboli cristiani e questo significa che l’unico che sia in grado di sconfiggere satana sia sempre Cristo, tuttavia la chiesa ed i simboli cristiani talvolta a mia opinione nei film vengono derisi oppure descritti come insufficienti per contrastare il maligno. Tuttavia qualcosa si cela dietro il fascino del male che attira gli spettatori nell’ intrigo cinematografico. In primo luogo potrebbe essere la perdita dei valori, e questo possiamo affermare sia sotto gli occhi di tutti, ma quello che lascia maggiormente perplessi è che spesso proprio il maligno, il diavolo, venga proposto sotto una nuova veste ovvero risulti essere protagonista (ma non solo) anche buono, bello ed addirittura simpatico. Il maligno starebbe utilizzando due grandi astuzie:

Foto di Szilárd Szabó da Pixabay

la prima far credere di non esistere ma questa oggi è alquanto superata, la seconda, quella più attuale e più astuta, sarebbe far credere di esistere e di essere pure un bonaccione, un simpaticone, l’amico dell’uomo per eccellenza. Una delle più grandi astuzie sataniche di questo periodo è a mia opinione l’ispirazione offerta a certi artisti del settore cinematografico e musicale nel lancio di messaggi di questo genere nelle proprie opere. Non è con questo articolo che si voglia fare i “bacchettoni” ma con questa analisi desidereremmo aprire gli occhi del potenziale pubblico, desidereremmo almeno svelare anche noi un mistero, ovvero il lavoro che si cela dietro i messaggi volti al male che si nascondono nelle trame di parecchi serial, film e quant’altro. Diciamo che il demonio ha ben capito, da spirito astuto ed ingannatore, che utilizzando i canali mass mediatici sia possibile essere proposti a milioni di persone in un colpo solo e come una goccia che a forza di cadere scava nel tempo la roccia, sia altrettanto possibile inculcare a lungo andare una mentalità assolutamente contraria al bene, all’immenso pubblico del cinema e della televisione, convincendo fra l’altro l’umanità del fatto che il maligno sia bello, simpatico ed amico del genere umano. La conseguenza ovvia? Come conseguenza il fatto che Dio (il salvatore dell’umanità) sia un despota bacchettone

Foto di stokpic da Pixabay

ed antipatico, ingannatore che vieta i piaceri della vita per puro sadismo, ma non solo, una leggenda di altri tempi, superata, pertanto sia da ritenersi un vero ingenuo chi creda il Lui. I più esposti all’azione satanica offerta da una certa cinematografia e da una certa televisione sono gli adolescenti, le giovani generazioni che in genere a forza di assistere a certi programmi si creano un’idea completamente errata (contraria) di quanto possano essere il bene ed il male, proiettando nella vita futura le proprie convinzioni. In questo modo con il passare del tempo, il mondo diverrà un vero inferno (e starebbe già iniziando ad esserlo) tramutandosi quindi in quanto non avremmo mai desiderato. Per concludere, credo proprio che oggi saremmo di fronte ad una potentissima tendenza al male che comunque sia staremmo avallando con il nostro continuo menefreghismo.

Goldfinger
Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta piuttosto controverso nelle opinioni, diciamo che in genere è “ fuori dal coro”, fuori dagli schemi tradizionali

0 Condivisioni