ARTICOLO OFFERTO DA SAN LORENZO SERRAMENTI SONCINO CREMONA TEL 335.5862014 http://www.sanlorenzoserramenti.it

In merito all’ attualità dell’argomento parleremo di guerre. Con questo articolo cercheremo di informare cosa spesso si celi dietro il sipario dei conflitti armati e quali possano essere i rischi per l’intera umanità.

Ormai credo che sia noto (almeno per le persone ancora in possesso di coscienza critica) che nulla accada per caso. Molte volte il caso avrebbe poco da spartire con le guerre. Credo che se potessimo riuscire a togliere gli interessi di denaro e di potere, che a mia opinione sono ciò che dettano legge sulla “scacchiera” mondiale, le guerre sparirebbero magicamente. In questo caso mondo potrebbe sperimentare un lunghissimo periodo di pace. Tutto viene utilizzato per poter “finanziare” guerre, dittature e rivoluzioni. Finanziare le guerre porta sempre a dei vantaggi per qualcuno. Primo vantaggio: la vendita di armamenti e di conseguenza la floridità economica di questo specifico settore, oltre che del proprio indotto. Secondo vantaggio: ricordiamoci sempre che finanziare una guerra vuole dire distruzione. Anche la distruzione è un risvolto molto importante dal punto di vista finanziario ed economico per il fatto che dopo la distruzione, alla fine di un conflitto, sarà necessario ricostruire e lo faranno i vincitori. Terzo vantaggio: danni di guerra.

Foto di Schwoaze da Pixabay

I danni di guerra saranno un onere a carico del perdente che pagherà con ciò che gli rimane, come ad esempio materie prime, alleanze con i vincitori, accettazione di specifiche regole geopolitiche ed economiche. Ricostruire sulle macerie di quanto sia stato distrutto si dimostrerebbe un grande sbocco per i finanziatori dei conflitti mondiali ma anche per i vincitori in genere loro “longa manus”. “Vincitori e registi” si spartiranno gli appalti per la ricostruzione e per lo sfruttamento del territorio, il quale spesso risulterebbe ricco di qualche materia prima necessaria all’ industria, in grado di fornire come spesso accade, energia al mondo industrializzato. Sono un esempio i vari conflitti o le guerre civili combattute da stati in possesso della preziosa kimberlite, petrolio, gas, diamanti, oro. Dovremmo crearci una mentalità nuova e quindi cercare di capire che la guerra non sarebbe più da vedersi come un esplosione di odio atavico, ma come un grande buisness scatenato da istigazione all’odio. Per la creazione di questo grandissimo affare economico, la guerra, si usano tutte le strategie possibili in modo da poter accendere la famosa miccia che poi esploderà nel conflitto. Come si crea oggi una guerra “controllata”? Faremo un esempio che a mia opinione sarebbe piuttosto calzante. Una delle micce preferite oggi è la religione. Esistono ancora religioni molto suscettibili che pertanto si prestano a questo inganno, spesso coadiuvate dall’ ignoranza atavica di determinate popolazioni. Un secondo tassello nella creazione di una guerra è il finanziamento e la fondazione da parte dei servizi segreti occidentali, di gruppi politici a sfondo religioso estremista, o di sedicenti stati islamici (vedi ISIS o prima ancora forse gruppi come Al quaeda ed altri) che approfittando di quella che a mio parere è, ripeto, una certa ignoranza popolare riescono a scatenare misfatti a non finire. Misfatti che in seguito per forza di cose creeranno timore a livello mondiale e quindi esploderanno nel tanto sperato (da alcuni) conflitto armato.  Terzo gradino: l’intervento. Quando la guerra localizzata inizierà come previsto ad allargare il raggio d’azione, ecco arrivare i salvatori della situazione, quelli che a mia opinione spesso sono la “longa manus” degli occulti progettisti del conflitto. Spacciandosi appunto per salvatori del mondo (agli occhi dell’opinione pubblica) questi stati terzi, interverranno per cercare di ridurre un conflitto (creato dal proprio dal loro deep state) quindi scongiurarne il pericolo. Chi sono in genere questi personaggi? Talvolta si tratta di grandi potenze straniere con mire egemoniche. Sotto sotto però si potrebbe trattare degli antistati di potenti nazioni. Ricordiamo che tutti gli stati sono costretti a cedere una parte del potere al proprio deep state, quell’ antistato che governa al di fuori della legge di un Governo regolare.  Dopotutto è facile da capire chi si celi dietro una guerra. Chi fa credito a popoli che hanno poco o nulla? Le armi costano denaro. Detto questo è facile comprendere che dietro una guerra ci potrebbero essere anche alcuni grossi gruppi bancari che guadagnano dalla notte dei tempi, finanziando i conflitti e la nascita di dittatori, ma anche le grandi potenze internazionali il quale deep state, spesso potrebbe essere uno degli aiuto regista dei vari conflitti. Saremmo di fronte ad una vera e propria multinazionale del crimine internazionale. Ogni settore avrebbe un ben preciso ruolo. Ricordiamoci che oggi si creano i conflitti per puro guadagno e per il potere egemonico. Parliamo ora di un certo mercato, quello della droga. Certamente direte: cosa centra la droga con le guerre? Cercherò di dare una risposta.

Foto di Schwoaze da Pixabay

Non vi siete mai chiesti perché ad esempio il mercato della droga risulti essere praticamente indistruttibile? Non vi siete mai chiesti perché in certi periodi si noti un aumento nel consumo di un certo tipo di droghe e dopo qualche tempo il consumo possa spostarsi su stupefacenti diversi? Uno dei fattori di tutto questo potrebbe essere il fatto che certi popoli acquistino armi pagando non certo tutto con il denaro (dato che spesso ne hanno poco) ma anche con quello che possiedono. Se queste popolazioni possiedono oppio come nel caso dell’ Afganistan, pagheranno anche con tonnellate di oppio. Dall’oppio deriva l’Eroina quindi potrebbe essere, che dall’inizio di un conflitto in Afghanistan o in medio oriente si possa assistere, in occidente, ad un ritorno dell’eroina sui mercati illegali. Certi servizi segreti sembrerebbero conoscere molto bene il fattore buisness legato alla droga, alla destabilizzazione ed alla guerra. Detto questo quindi si fa presto a capire che il mercato della droga, possa essere legato a doppio filo, al mercato delle armi e di conseguenza della guerra. Non ci vuole molto a comprendere che staremmo vivendo quindi in un potenziale surreale “film”. Surreale per il fatto che da una parte fingiamo di far guerra alla droga e dall’altra tramite i fondi neri di certi gruppi si finanziano guerre e rivoluzioni tramite la droga, magari ricevuta in cambio di armi o per finanziare il reclutamento militare. Dopotutto la droga ricevuta deve essere riconvertita in denaro quindi è sarebbe necessario facilitarne il consumo, nei paesi che possono permetterselo: il ricco occidente. Possiamo supporre quindi, che tutto questo iter faccia parte di una filiera economica ben precisa e ben orchestrata. Poco centrerebbe l’odio, poco centrerebbe la diatriba ed oserei dire centrerebbe relativamente la motivazione religiosa. Oggi lo scatenamento di un conflitto a mia opinione avverrebbe per puri fattori economici ed egemonici. In Afghanistan? La stessa cosa, fattori economici ed egemonici. Da una parte è interesse dell’occidente sano, isolare il gigante asiatico che aiutato dal deep state americano (con il ritiro delle truppe dalla zona) starebbe disturbando in vari modi le nazioni occidentali. Dall’altro canto il mercato dell’ oppio cui la zona è forte produttrice. Un terzo fattore che porterebbe l’Afghanistan nell’occhio del mirino sarebbe il fatto, che proprio quella zona ospiterebbe un preziosissimo oleodotto in grado di rifornire di fonti energetiche l’assetato occidente. Cosa rischierebbe quindi il mondo a giocare con insistenza al gioco della guerra? Come tutti i progetti non esiste nulla a rischio zero. Quello che il mondo a mia modesta opinione rischierebbe a “giocare col fuoco” è di scottarsi. Il rischio maggiore in ogni conflitto consisterebbe nel fatto, che quanto realizzato possa sfuggire di mano trasformandosi magari, in un distruttivo conflitto mondiale, l’incubo cui nessuno sano di mente,

Foto di WikiImages da Pixabay

desidererebbe essere spettatore attivo. L’ultimo conflitto, forse con il quale nessuno realizzerebbe guadagni, dato che probabilmente tutto potrebbe essere finito. Per concludere oserei affermare che l’incubo di oggi non sarebbe il Covid. Il virus potrebbe rivelarsi solamente parte del gioco sporco. L’incubo maggiore oggi consisterebbe nel rischio di una conflitto mondiale. Alla luce della fede, in merito i messaggi dettati ai veggenti di Medjugorje dalla Patrona della chiesa (la madre di Cristo), il pericolo oggi sarebbe chiaro: la guerra, la distruzione totale. Per questo la “Gospa” raccomanderebbe un rapido ritorno alla preghiera, alla fede in suo figlio, Gesù: “la via, la verità e la vita”.

Goldfinger
Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta piuttosto controverso nelle opinioni, diciamo che in genere è “ fuori dal coro”, fuori dagli schemi tradizionali

18 COMMENTS

  1. Great post. I used to be checking continuously this weblog and I am impressed! Extremely helpful information specifically the remaining part 🙂 I deal with such info a lot. I used to be looking for this certain information for a very lengthy time. Thank you and good luck.

  2. Undeniably believe that which you said. Your favorite justification appeared to be on the web the simplest thing to be aware of. I say to you, I definitely get irked while people think about worries that they just don’t know about. You managed to hit the nail upon the top and also defined out the whole thing without having side-effects , people can take a signal. Will probably be back to get more. Thanks

  3. It’s the best time to make some plans for the future and it’s time to be happy.
    I have read this post and if I could I wish to suggest you some interesting
    things or advice. Perhaps you could write next articles referring to this article.
    I desire to read even more things about it!

  4. I think this is one of the so much important info for me. And i am glad
    studying your article. But want to commentary on some common issues, The
    site taste is perfect, the articles is actually nice : D.

    Good job, cheers

  5. Greetings, I believe your site could possibly be having browser compatibility
    issues. Whenever I take a look at your site in Safari, it looks fine however when opening in I.E., it has some
    overlapping issues. I simply wanted to provide you with
    a quick heads up! Other than that, great website!

  6. It’s appropriate time to make a few plans for the future and it’s time to be happy.
    I’ve learn this publish and if I may just I desire to recommend you few
    fascinating things or advice. Perhaps you can write subsequent articles referring to this article.
    I want to read even more issues approximately it!

  7. I have to thank you for the efforts you have put in penning this website.
    I am hoping to view the same high-grade content from you in the future as well.
    In truth, your creative writing abilities has encouraged me to get my very own site now 😉

  8. Hey! I know this is kind of off topic but I was wondering
    which blog platform are you using for this site? I’m getting fed up of WordPress because I’ve had problems with hackers and I’m looking at options for
    another platform. I would be fantastic if you could
    point me in the direction of a good platform.

  9. I think this is among the most significant info for me. And i’m glad reading your article.
    But want to remark on few general things, The website style is ideal, the articles is really nice :
    D. Good job, cheers

  10. Link exchange is nothing else however it is just placing the other person’s blog link on your page
    at suitable place and other person will also do similar for you.

  11. Definitely consider that that you said. Your favorite reason appeared to be on the internet the simplest factor to keep in mind of.
    I say to you, I definitely get annoyed whilst other folks think about worries that they just
    do not realize about. You managed to hit the nail upon the highest as smartly as outlined out the entire
    thing without having side effect , other folks could take a signal.
    Will likely be back to get more. Thanks

  12. Hey just wanted to give you a quick heads up.
    The text in your content seem to be running off the
    screen in Ie. I’m not sure if this is a format issue or something to do with internet browser compatibility but I thought I’d
    post to let you know. The layout look great though! Hope you get the problem solved soon. Kudos
    scoliosis surgery https://coub.com/stories/962966-scoliosis-surgery scoliosis surgery

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here