GUERRA UCRAINA: ENERGIA NEL MIRINO. ECCO LE SOLUZIONI di Nicola Migliorini

SOLUZIONI RAPIDE IN UN PERIODO INCERTO

0
1409
Foto di Roy Buri da Pixabay

 ARTICOLO OFFERTO DA ELETTROSOA SAN ZENO  NAVIGLIO BRESCIA

ELETTROSOA 346.1570853                                http://www.elettrosoa.it

Energia, energia, energia. Per l’approvvigionamento energetico oggi si fomentano guerre, si depredano interi popoli, si effettuano scelte politiche non certo moralmente accettabili. Forse nel futuro si potrà accedere a forme di energia diverse, magari infinite, ma sempre di energia si tratta ed il futuro è ancora lontano a mio parere. Non è possibile liberarsi dalla fame di energia tanto facilmente, ancor più con l’entrata in campo di nazioni che spingerebbero per ritagliarsi dei ruoli importanti fra i “vasi di ferro” del potere industriale. L’energia è un elemento importantissimo, vitale, per la continuazione ed il progresso della nostra civiltà basata sull’industrializzazione. Con l’avvento della digitalizzazione, la previsione è che il fabbisogno energetico aumenterà a dismisura. L’energia oggi serve per ogni cosa, diversamente dal secolo scorso nel quale una società contadina viveva priva di macchinari ma aiutata da animali da trazione, per una produzione assai limitata, riuscendo  a produrre il cibo per il proprio fabbisogno famigliare. Nei secoli le abitudini sono mutate sino ad oggi, periodo nel quale ogni famiglia risulta essere dipendente dall’energia.

Foto di Jesse Bridgewater da Pixabay

A ben pensarci nel nostro piccolo mondo famigliare possediamo una quantità incredibile di elettrodomestici come un’ autovettura, magari anche un motociclo, un forno alimentato ad elettricità, frigorifero, freezer,  un fornello a gas oppure ad induzione, una stufa a pellet, caldaia alimentata a gas oppure un boiler elettrico, lampade a led, televisioni, condizionatori, pompe di calore, Pc, stampanti e tanto altro. Ciò che permette a questi elettrodomestici di funzionale è l’energia. Forse l’uso di questi elettrodomestici è scontato, magari non ci abbiamo mai pensato ma l’energia è assolutamente necessaria per il funzionamento della nostra famiglia. Vi immaginereste un mondo senza energia? Se di punto in bianco l’energia ed il gas venissero a mancare, come potremmo portare avanti il nostro trend di vita? Sarebbe praticamente impossibile. Gli accadimenti di oggi come la guerra in atto nella zona dell’ Ucraina sarebbe in grado di portare a delle dovute riflessioni e dare spezio all’incubo peggiore, il rischio di rimanere senza energia oppure nel migliore degli scenari con l’energia contingentata. Se un domani le cose dovessero mettersi male la Russia potrebbe chiuderci i “rubinetti del gas” gas che noi importiamo per buona parte proprio dalla Russia. Che impatto avrebbero quindi le conseguenze della mancanza di energia sulla nostra vita?

Foto di Roy Buri da Pixabay

Certamente cercheremmo di importare combustibili da altri competitor ma a quale prezzo? Le nostre bollette energetiche potrebbero letteralmente lievitare. I prezzi dell’energia sono in verità già aumentati non di poco ma potrebbero proseguire su una linea di crescita. Chi fosse stato previdente negli anni, avrebbe optato per l’installazione di un piccolo impianto fotovoltaico in grado di poter offrire, almeno durante il giorno, energia gratuita. Se poi il nostro impianto fosse munito di batterie d’accumulo allora il gioco sarebbe fatto. L’energia non ci mancherà di certo, almeno nelle giornate soleggiate. Non ci avete mai pensato? Proprio in questo periodo esisterebbero incentivi interessanti per l’installazione di tali impianti ad energia pulita oltrettutto oggi il prezzo di questi moduli è molto calato, per di più i nuovi moduli fotovoltaici avrebbero aumentato la resa che un tempo era garantita a pieno regime per un ventennio, e che oggi arriva anche a 35 anni. A prescindere dalle convinzioni sull’ energia Green penso sinceramente che liberarsi dal fabbisogno energetico, lasciandogli una parte marginale e producendosi l’ energia elettrica necessaria potrebbe rivelarsi una sorta di “salvagente”, una vera e propria “ciambella di salvataggio” in grado di permettere la continuità dello stile di vita famigliare. Proprio in momenti come questi nei quali l’incertezza è a livelli altissimi, ci sarebbe da fare un piccolo e freddo ragionamento, quindi pensare di trovare delle soluzioni per arginare eventuali rischi legati ad una possibile mancanza di energia, anche se a dire il vero sarebbe stato meglio essere lungimiranti negli anni scorsi. Tuttavia non è mai tardi per potersi salvare quindi pensare a come liberarsi dalla schiavitù energetica dovuta alla politica ed agli eventi avversi è sempre possibile.

ELETTROSOA 346.1570853                                http://www.elettrosoa.it

Nicola Migliorini
Author: Nicola Migliorini

Nicola Migliorini è Direttore Responsabile del media www.mondooggi.com è un giornalista generalista con incarico a 360 gradi.

0 Condivisioni