PICCIONI NELLE PIAZZE, PERICOLOSO FASCINO di Nicola Migliorini

IGIENE E MUNUMENTI IN PERICOLO

0
217
Foto di StockSnap da Pixabay

ARTICOLO OFFERTO DA PIAZZI GIUSEPPE ALLONTANAMENTO VOLATILI MOLESTI

TEL 0372.85770                                        http://www.piazzigiuseppe.it

Ricordo quand’ero bambino, che in compagnia dei miei genitori andai in visita turistica a Venezia. Città meravigliosa, un vero e proprio museo a cielo aperto, un museo davvero unico al mondo. Una caratteristica che mi colpì tantissimo della città lagunare, vista con gli occhi di un bambino, furono i numerosi piccioni, quasi ammaestrati dai tantissimi turisti, che da sempre, riempiono le calli veneziane e le magnifiche piazze come Piazza san Marco che senza i piccioni perderebbe un pizzico del proprio antico fascino. I turisti amavano rifocillare i simpatici volatili con chicchi di granturco che i banchetti vendevano proprio per quello scopo. Era una cosa meravigliosa, uno svolazzare di volatili che si appoggiavano sulle spalle dei turisti per potersi cibare. Per un bambino era come vivere in una favola. Più tardi iniziarono le prime restrizioni nella pratica di rifocillare i piccioni in Piazza san Marco. Con il passare del tempo la regola divenne sempre maggiore. Quali saranno i motivi mi chiesi, per i quali si vieterebbe di dare cibo ai  volatili? Sono bestiole così simpatiche… Oggi riusciamo a comprenderne i motivi. Le motivazioni dell’ allontanamento dei piccioni (ma non solo, dei volatili in generale) dalle piazze e dai monumenti sono almeno un paio.

Foto di StockSnap da Pixabay

Il primo è un motivo di conservazione dei numerosi monumenti marmorei e bronzei disseminati in tutta la nazione, il secondo motivo è per una questione prettamente sanitaria. Saremmo quindi di fronte a due motivazioni non da poco conto. Si consideri che proprio in Italia esiste la concentrazione di circa l’80 per cento di tutta l’arte presente sulla Terra. L’Italia è stata la culla dell’arte per millenni ed anche se un po’ di reperti ci sono stati sottratti da conquistatori invidiosi che si sono avvicendati con un mai terminato attacco alla diligenza Italia, circa l’80 per cento delle opere d’arte al mondo sarebbero rimaste presenti nella nostra nazione. L’Italia è traboccante di monumenti antichi che fanno parte del fascino italiano, chiese dalla storia centenaria, costruzioni di grande importanza storica. Voi direte: ma cosa centrano i piccioni? Centrano eccome. Con il passare del tempo si sarebbe scoperto che il guano dei piccioni ovvero le deiezioni dei simpatici volatili, sarebbero da considerarsi altamente corrosivi essendo a base per lo più a PH acido. In pratica il marmo viene corroso dalle deiezioni altamente acide dei volatili. Detto questo si capisce che per la conservazione dei nostri monumenti marmorei (ma non solo dato che l’acidità del guano danneggerebbe anche altri materiali) sia necessario che i numerosi piccioni presenti nelle piazze quantomeno non si annidino sui tetti delle chiese, o delle costruzioni antiche e non si appoggino sui vari monumenti. Per questo sono nate attività legate all’allontanamento dei volatili che tramite l’installazione di appositi dissuasori, riescono ad impedire ai simpatici uccelli senza ferirli, di non transitare e non nidificare sulle costruzioni interessate. In questo caso si riesce a salvaguardare il patrimonio culturale italiano dall’ acidità del guano che riuscirebbe anno dopo anno a danneggiare tramite la corrosione, il marmo ed i componenti dei vari monumenti italiani. Oggi la presenza dei picconi nel circondario di luoghi abitati si starebbe rivelando un problema da non sottovalutare anche per un altro fattore. Saremmo alla chiara presenza di un problema sanitario. Il Guano dei simpatici volatili aumenterebbe il degrado naturale di alcune strutture ma anche di sottotetti, cornicioni, davanzali sui quali abitualmente i volatili amano nidificare e posarsi in trepida attesa di spiccare il volo.

Foto di Picography da Pixabay

L’abitudine dei piccioni di posarsi su queste strutture e di conseguenza sporcarle con il proprio guano dal punto di vista prettamente sanitario porterebbe allo sviluppo di batteri e parassiti, che liberati nell’aria (a guano secco e polverizzato) potrebbero contaminare oggetti di uso comune ma anche alimenti, facilitando di conseguenza l’insorgere di particolari malattie infettive. Non per nulla alcuni sostengono che le comuni influenze nascano in località ben precise, che volendo guardare attentamente hanno una popolazione tradizionalmente a stretto contatto con gli animali da cortile ma in modo particolare con i volatili. La causa maggiore del danno dei piccioni o colombi presenti nelle piazze è dovuto principalmente alla forte proliferazione in crescita numerica esponenziale. Il guano di questi volatili conterrebbe agenti infettanti come miceti del genere Cryptococcus e Chlamydophila psittaci che, aiutati dall’essicazione del guano e dalla naturale polverizzazione saranno liberi di girovagare nell’aria con effetti non certo salubri per la salute del genere umano. Si stima che le deiezioni dei volatili possano portare ad almeno una sessantina di malattie come la Criptococcosi, infezione che partendo dai polmoni potrebbe attaccare in seguito le meningi e l’encefalo a danno delle categorie più deboli. Istoplasmosi ovvero un fungo che potrebbe portare ad un’ infezione acuta o cronica a carico del sistema immunitario, Ornitosi una malattia a carico dei polmoni che potrebbe essere contratta dalla respirazione delle polveri di guano. Salmonellosi cui bene o male tutti conosciamo gli effetti, Toxoplasmosi malattia che porterebbe ad infiammazioni a carico dell’ encefalo e dell’apparato visivo. Dopo questo elenco di alcune potenziali patologie scatenate dal guano dei piccioni chiederete se esistono soluzioni. Le soluzioni esistono e sono pronte per essere utilizzate. Dobbiamo solamente capirne l’importanza e rivolgersi ad aziende specializzate.

PROMOZIONE PUBBLICITARIA:

Ringraziamo Piazzi Giuseppe allontanamento volatili molesti per le informazioni offerte.  In questo caso l’azienda installerà appositi dissuasori nei punti focali dello stabile per fare in modo che i volatili non trovino più appoggi e quindi non riescano più a fermarsi sporcando con il proprio guano i nostri edifici, evitando quindi le conseguenze igienico sanitarie precedentemente descritte. Non trovando appoggi, in seguito, migreranno verso altri luoghi, liberando una volta per tutte gli edifici interessati e rendendo le nostre piazze ed i monumenti nazionali integri e sempre eterni.

TEL 0372.85770                                       http://www.piazzigiuseppe.it

Nicola Migliorini
Author: Nicola Migliorini

Nicola Migliorini è Direttore Responsabile del media www.mondooggi.com è un giornalista generalista con incarico a 360 gradi.

0 Condivisioni