LE DUE FACCE DELLA CHIESA di Goldfinger

MONS VIGANO' SCRIVE AL PRESIDENTE TRUMP

0
19381
Foto di Free-Photos da Pixabay

Tanto si sta dicendo sull’ attuale inquilino della “Casa Bianca”. Tanto si sprecano le notizie a mio parere asservite al sistema del dominio mondiale, eccetto alcune opinioni e news presenti su qualche blog indipendente. Si proprio quei blog che in pratica non vengono sostenuti da azionisti di alcun genere, ma dal duro lavoro dei propri editori e semmai dalla pubblicità che producono, per poter sostenere le spese relative alla gestione del proprio media. Posso dire con vero orgoglio che spesso questi blog sono tanti, piccoli ma tanti, quindi l’ odience guadagnata nel tempo dai vari media, pur se piccoli, sommata crea una grande odience.

Foto di Dave Davidson da Pixabay

Questo particolare mi conforta per il fatto che le opinioni che offriamo e vengono recepite contribuiscono a fare in modo che il lettore possa farsi un’idea alternativa, in base a quanto legge. Oggi torneremo sulla vicenda Trump un Presidente “anomalo” per quanto riguarda gli USA, un uomo a mia opinione libero non asservito al NWO contrariamente a quasi tutti gli altri Presidenti americani. Gli USA a mia opinione sono sempre stati utilizzati come lunga mano, come esecutore nella realizzazione del NWO. Solo pochi Presidenti a mio credere sono appartenuti a questo “triste e malvagio club” che vorrebbe imporre al mondo la propria volontà di controllo totale. Potrei anche fare i nomi di quelli che a mio parere sono stati fuori controllo. Potrei menzionare Abramo Lincoln (assassinato), JFK (assassinato), Trump (spero viva a lungo). I punti cardine del controllo totale non hanno risparmiato a mio parere neppure alcuni vertici della chiesa cattolica che a quanto penso, sembra almeno in parte “stregata” dalle lusinghe di potere del deep state. Tuttavia la chiesa cattolica si starebbe dividendo, non come chiesa andando a culminare nel protestantesimo ma come ideologia cristiana. Oggi saremmo di fronte ad una parte della chiesa riformatrice (tendenzialmente orientata a sinistra) ed una parte conservatrice. Proprio la parte riformatrice a mio parere starebbe facendo lo sporco gioco del NWO. Quali sarebbero le mire di questa frangia “sinistra” della chiesa proprio non le conosco ma se devo esprimere la mia opinione, credo che questa parte di chiesa punti a divenire l’unica religione mondiale esistente sulla Terra. Purtroppo con satana non è salutare allearsi dato che poi arriva puntualmente la fregatura. Le sacre scritture esprimono molto bene il concetto che gli ultimi tempi saranno contraddistinti da una chiesa unica e mondiale guidata dall’ anticristo pertanto a mia opinione non potrà essere la chiesa cattolica vera e tantomeno una chiesa cristiana vera, dato che proprio per essere cristiana avrà la protezione di Cristo come descritto nei Vangeli:

Vangelo: “il male mai prevarrà sulla Mia chiesa dice il Signore” – “Et perta Inferi non praevalebunt adversus eam.”

Torniamo a noi. Un blog che apprezzo tanto e che seguo è il blog di Cesare Sacchetti il giovane giornalista che ha fondato “lacrunadellago.net” . Sul blog è uscita in questi giorni una notizia piuttosto importante relativamente a quella parte di chiesa cattolica conservatrice, quella attaccata ai valori antichi, biblici e tradizionali della cristianità. La lettera sarebbe stata scritta dall’ Arcivescovo Carlo Maria Viganò ed indirizzata al Presidente Trump. In pratica si tratta di un appello potente che sgorga dal cuore della vera chiesa cattolica: quella che a mia opinione è restata fedele al proprio Maestro, Cristo, il figlio di Dio per capirci, il Messia, quella chiesa che oggi starebbe vivendo

Foto di Fabien Huck da Pixabay

le “dolie del parto”, quella chiesa che negli anni avrebbe subito una miriade di umiliazioni, persecuzioni, quella chiesa messa ai margini, quella chiesa che oggi si rivolge al Presidente americano Trump con una preghiera, esortandolo di continuare sulla propria strada di guerra aperta al deep state, al Nuovo Ordine Mondiale. Una preghiera per sostenere il Presidente, per esortarlo a continuare a contrastare le forze massoniche che ormai sarebbero riuscite ad amalgamarsi nei punti cardine dell’odierna società avvelenandola letteralmente e portandola lontano dalla salvezza messianica. Le parole del Monsignore portano per forza di cose alle Sacre Scritture come ad esempio (descrive Cesare Sacchetti) la lettera agli Efesini nella quale c’è descritto esattamente il momento storico confusionale ed orientato verso il male che oggi la società starebbe vivendo. In questo momento il mondo starebbe combattendo una grande battaglia escatologica che determinerà la salvezza di una parte di umanità ma anche la perdizione di una parte della società mondiale.

La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti.”

Foto di James Chan da Pixabay

Questo è il fulcro del messaggio che Mons. Viganò vuole offrire al Presidente Trump, il solo Presidente occidentale del mondo libero. Oggi saremmo di fronte ad un periodo storico davvero particolare che vede l’incalzare del male in tutte le sue forme. satana regna (disse la patrona della chiesa cattolica in un messaggio di Medjugorje). Siamo davanti ormai ad una scelta: essere di Cristo o appartenere al futuro anticristo. Oggi il quadro inizia ad essere disperato per il mondo che vede da un lato (come ricorda l’ex nunzio apostolico negli Stati Uniti) il vero popolo di Dio che pur con infiniti difetti, non mira a portare morte e distruzione, ma a portare Cristo nel cuore quindi il bene, la costruzione della famiglia cristiana, l’impegno nel lavoro, l’onestà, la luce, la prosperità nel mondo, l’amore per la patria e per il prossimo nell’obbedienza a Dio. Chi si decide a servire Dio vuole una nazione prospera fondata sulla famiglia naturale (molto lontana da quanto l’attuale Governo italiano avrebbe proposto con la questione transfobia e omofobia). Coloro che al contrario hanno deciso di seguire il “principe del mondo” ovvero satana per chiamarlo con il proprio nome, è animato dalla bramosia di ricchezza, di potere e dal voler essere la “scimmia di Dio”. In questo caso la teoria del contrario è visibile, non esiste solidarietà, non esiste amore ma solo una corsa all’ essere sopra tutto e tutti, nella creazione di un mondo nel quale l’ IO comanda, nel quale l’ IO diviene onnipotente a costo della distruzione della società stessa.

Mons. Viganò: Questi uomini “servono se stessi, non hanno principi morali, vogliono demolire la famiglia e la Nazione, sfruttare i lavoratori per arricchirsi indebitamente, fomentare le divisioni intestine e le guerre, accumulare il potere e il denaro: per costoro l’illusione fallace di un benessere temporale rivelerà – se non si ravvedono – la tremenda sorte che li aspetta, lontano da Dio, nella dannazione eterna.”

Foto di Lothar Dieterich da Pixabay

Quanto profetizzato dall’ Apocalisse starebbe dipingendo questo periodo con tinte fosche, un momento che culminerà in un vero e proprio scontro finale fra l’estrema potenza del maligno e l’estremo amore di Gesù che vincerà con i suoi eletti, anche se il mondo dovrà passare prove durissime. I cristiani devono unirsi per contrastare il NWO e proprio in questo Mons. Viganò si rivolge a Donald Trump. E’ necessario essere uniti e combattere il male in ogni forma, il male che ha contaminato il mondo. Il popolo di Dio deve essere unito e combattere unito. Si necessita di un asse fra la vera chiesa di Cristo e le istituzioni ancora sane, quelle che rifiutano la vittoria del male identificato nel NWO che in nome di una falsa fratellanza è pronto a distruggere la verità, le nazioni e perseguitare l’umanità adoperandosi per un nuovo governo unico mondiale che sarà guidato come dice l’Apocalisse da un falso messia: l’anticristo che si siederà sul trono di Dio. Questa è la battaglia di Trump e di tutti gli uomini che oggi fanno sentire la propria voce con il rischio di venire derisi, screditati come satana tentò di screditare Cristo. E’ necessario contrastare i grandi gruppi bancari mondiali, e le organizzazioni legate ai filantropi e miliardari che bramano per il potere assoluto ed il dominio delle masse in un unico governo mondiale e globale. Viganò da buon pastore conosce perfettamente la dottrina cattolico cristiana e sa che ora è più che mai necessario pregare, avere un’armatura spirituale per poter combattere. La lotta non si porta avanti con le armi in questo caso, ma è una lotta fra spiriti immondi e Cristo quindi è necessaria tanta fede e preghiera. E’ necessario l’unione degli uomini che non vogliono vedere morire la vera chiesa permettendo la nascita di un falso governo mondiale e di una falsa chiesa mondiale. Esiste oggi una certa alleanza fra falsi profeti della religione anticristiana ed il futuro governo mondiale. Oggi più che mai si ha la necessità di una unione fra la vera chiesa cattolica ed i governanti al servizio di Cristo spiega il Cardinale.

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

Viganò:“Gli schieramenti cui ho accennato si trovano anche in ambito religioso. Vi sono Pastori fedeli che pascono il gregge di Cristo, ma anche mercenari infedeli che cercano di disperdere il gregge e dare le pecore in pasto a lupi rapaci” E non stupisce che questi mercenari siano alleati dei figli delle tenebre e odino i figli della luce: come vi è un deep state, così vi è anche una deep church che tradisce i propri doveri e rinnega i propri impegni dinanzi a Dio. Così, il Nemico invisibile, che i buoni governanti combattono nella cosa pubblica, viene combattuto dai buoni pastori nell’ambito ecclesiastico. Una battaglia spirituale della quale ho parlato anche in un mio recente Appello lanciato lo scorso 8 Maggio.”

Oggi più che mai il fumo di satana entrato nella casa di Dio sta agendo con irriverente prepotenza portando all’ apostasia ed alla rovina di una parte della chiesa. Oggi siamo di fronte ad una falsa chiesa prostratasi al volere del mondo e non al volere di Cristo ed è proprio questa “deep church” che starebbe adoperandosi per delegittimare il Presidente Trump ed additandolo come razzista con l’aiuto dei media asserviti al sistema con lo scopo di creare il caos e destabilizzare l’attuale esecutivo americano, spingendo la ferocia delle masse addosso al Presidente.

Foto di LoggaWiggler da Pixabay

Viganò: sono questi i Vescovi che “con le loro parole, danno prova di essere schierati sul fronte opposto. Essi sono asserviti al deep state, al mondialismo, al pensiero unico, al Nuovo Ordine Mondiale che sempre più spesso invocano in nome di una fratellanza universale che non ha nulla di cristiano, ma che evoca altresì gli ideali massonici di chi vorrebbe dominare il mondo scacciando Dio dai tribunali, dalle scuole, dalle famiglie e forse anche dalle chiese.”

L’ Arcivescovo prega Dio per Trump affinchè l’attuale Presidente USA riesca a “tagliare la testa al serpente” ma per potervi riuscire Trump necessita di un aiuto speciale che arrivi da Dio. La venuta del falso profeta che “sembrerà portare la pace” sembra non essere lontana. Gli uomini di Dio devono unire le forze in una grande adunanza per affrontare il nemico di Dio e dell’umanità stessa, un falso profeta che al contrario con l’illusione della pace porterà distruzione, violenza e morte nel tentativo di cancellare le nazioni e le proprie tradizioni. Il messaggio del prelato è molto facile da comprendere. Il Monsignore dice a Trump di ricordarsi di Dio: c’è bisogno di Lui per sconfiggere il male e per opporsi ai suoi servi. Il popolo di Dio sta per combattere la più aspra e importante battaglia della storia dell’umanità ma deve essere pronto all’ appuntamento, non deve farsi trovare impreparato. Gli inganni del globalismo e dei propri registi sono destinati a cadere perché Dio non permetterà che vincano. Praticamente Viganò avrebbe indicato a Trump la via da seguire e se la resistenza cristiana diverrà forte, l’ultimo Presidente del mondo libero vincerà la guerra con l’aiuto della vera chiesa cattolica cristiana sostenuta da Cristo stesso.

Goldfinger
Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta piuttosto controverso nelle opinioni, diciamo che in genere è “ fuori dal coro”, fuori dagli schemi tradizionali

23 Condivisioni