IL PIATTO DI NATALE di Maira Alcantara

TRADIZIONE CULINARIA ITALIANA

0
4500

Promozione pubblicitaria: Fra pochi giorni inizieranno le tanto attese feste natalizie e come afferma un antico adagio “natale con i tuoi e pasqua con chi vuoi” le famiglie italiane quindi si riuniranno a partire dalla vigilia di natale per ritrovarsi a cena in attesa del pranzo del giorno successivo in modo da festeggiare questa grande festa ed il suo protagonista il Re dei Re, Gesù, che a natale si fece uomo per la salvezza dell’ umanità. L’Italia nonostante i continui attacchi del modernismo anche verso la genuinità resta una nazione in cui grazie a Dio le tradizioni sono difficili da sradicare proprio perché millenarie, proprio per il fatto che sono anche queste tradizioni ad aver formato gli italiani nei secoli generazione dopo generazione. Una delle tradizioni della nostra zona è il buon vino ma anche il buon cibo ed in questo caso vorrei raccomandare un piatto tradizionale: i casoncelli. In questo caso per natale considerato il fatto essere tradizione festeggiare in famiglia e logicamente riunirsi per cenare e pranzare assieme raccomanderemo un tipo di casoncelli artigianali davvero eccezionali: i Casoncelli di Longhena dell’ Azienda Agricola Ferrari, gli unici Casoncelli della zona di Longhena prodotti a mia opinione, secondo i criteri tradizionali. Un casoncello con la forma di caramella composto da una pasta molto fine che ne fa un punto di merito nella degustazione. L’azienda offre i propri casoncelli nei gusti: alle erbette, tradizionali ai salumi misti, brasato di carne bovina, alla bresciana, alla zucca, radicchio e spek, funghi porcini (stagionale), inoltre quadrucci e tortellini, prosciutto crudo (da fare in brodo) ed al celebre e pregiato formaggio di Bagolino il Bagoss. La pasta prodotta per questo tipo di casoncelli tipici del paese di Longhena è realizzata con farine di prima qualità come la semola Senatore Cappelli ed il ripieno è prodotto con una buona percentuale di materia prima, come nel caso dei casoncelli al Bagoss ad esempio si attesta al 25%. I casoncelli di questa azienda sono a filiera corta ed assolutamente genuini, e vengono venduti presso la sede aziendale di longhena (BS) in via della chiesa ma anche presso i mercati agricoli o contadini (sottoriportati) sinonimo di assoluta qualità.

RICETTA:
750 grammi di Casoncelli di Longhena
100 grammi di Pancetta
100 grammi di Burro
quanto basta di Grana Padano grattugiato
quanto basta di Salvia
quanto basta di Sale.

Cuocere il prodotto in acqua con la giusta quantità di sale grosso per circa 4 minuti, scolare i casoncelli riporre in un piatto fondo, spolverizzare sopra i casoncelli di Longhena il Grana Padano grattugiato e completare con burro fuso (con salvia cotta nello stesso burro) come se fosse una “cascata” (in alternativa al burro è possibile utilizzare olio extravergine di oliva). Un primo piatto davvero eccezionale in attesa della seconda portata magari a base dei tradizionali “bolliti bresciani” misti.
I Casoncelli di Longhena sono in vendita nei seguenti mercati in provincia di Brescia:

I Casoncelli di Longhena sono in vendita nei seguenti mercati in provincia di Brescia:

LUNEDI’ :          CONCESIO SANT’ANDREA
MARTEDI’:        COLOGNE E BRESCIA QUARTIERE CASAZZA
MERCOLEDI’:    BRESCIA SAN POLO GIORGIONE – BRESCIA QUARTIERE BADIA
GIOVEDI’:        COCCAGLIO – OSPITALETTO
VENERDI’:        CHIARI – BRESCIA CAIONVICO (PIAZZETTA)
SABATO:          GHEDI – BRESCIA VIA SARDEGNA ORATORIO SANTA MARIA IN SILVA
DOMENICA:      MANERBA DEL GARDA PIEVE VECCHIA
1° DOMENICA DEL MESE:       BEDIZZOLE LOC. MOLINO
4° DOMENICA DEL MESE:       ESINE (VALCAMONICA)
RICORRENZE E SAGRE, NEI GIORNI DI DOMENICA

Maira Alcantara
Author: Maira Alcantara

free lance generalista, incaricata anche per articoli speciali relativi a settore sport ed automobilismo storico e moderno

12 Condivisioni