Visualizzazioni: 51

ARTICOLO OFFERTO DA GIEFFE TINTEGGIATURE PONTEVICO BRESCIA

TEL 339.5074980                                          http://www.gieffesnc.com

Nei nostri giorni in un mondo dominato dalla fretta, dalla pressione per il forse troppo lavoro ma anche da una buona dose di “bonaria ignoranza” (dopotutto non tutti  sono medici anche se a dire il vero un minimo di sana informazione non sarebbe una cosa sbagliata) ecco che ci si ciba in modo scorretto. Il cibo che oggi utilizziamo senza neppure captarne i sapori, spesso per l’urgenza di terminare e di iniziare ad occuparci di altro, è spesso ricco di metalli pesanti. Esistono metalli e metalli. I metalli come lo zinco, il magnesio, il rame ed il ferro sono necessari per una sana alimentazione ma insieme a queste famiglie di metalli essenziali, nei cibi inesorabilmente troviamo anche una serie di metalli pesanti non essenziali, anzi direi dannosi. E’ il caso dell’ Arsenico, del Mercurio, dell’ Alluminio, del Cadmio e del Piombo. Queste famiglie di “metalli pesanti” provengono spesso dalla contaminazione ambientale come ad esempio l’attività vulcanica oppure da attività legate allo sviluppo industriale come particolari lavorazioni industriali, l’incenerimento dei rifiuti, il traffico delle auto, alcune pratiche agricole, le otturazioni dentali argentee di vecchio tipo. Un altro veicolo di metalli pesanti sono le famigerate scie chimiche, quelle (sempre negate) che nei cieli potrebbero sembrare alle scie di condensazione degli aerei. Queste ultime anzicchè sparire dopo qualche minuto, tenderebbero ad allargarsi ed a coprire una vasta area di cielo.

Le scie chimiche si presume possano essere composte da agenti chimici tossici e da metalli pesanti (clicca quì). Le scie chimiche avrebbero svariati scopi, uno di quelli ufficiali le telecomunicazioni. Dove le scie chimiche sono frequenti, per capirci, i cellulari prendono meglio il segnale. Uno degli utilizzi non ufficiali invece sarebbe il cambiamento climatico tramite le onde a bassa frequenza. Per capirne di più ricercare il “progetto HAARP” legato ad alcune scoperte di Nikola Tesla (clicca quì). In questo caso stando a fonti non ufficiali sarebbe possibile esasperare il clima verso la siccità oppure verso le inondazioni. Tramite questa particolare tecnologia, sarebbe possibile creare mega uragani, bombe d’acqua, trombe d’aria e a quanto si pensa anche terremoti localizzati. Lo scopo di questi esperimenti? Il potere  in campo militare ma anche il potere planetario globale. Comunque torniamo ai metalli pesanti che sono connessi anche alle scie chimiche. Queste sostanze metalliche sembra possano portare alla nascita di patologie piuttosto gravi come la sclerosi multipla, allergie, malattie degenerative come la SLA e l’ Altzheimer. Riguardo a quest’ultima patologia gli scienziati hanno notato che il tasso di alluminio in questi pazienti sia presente in due tipi di lesioni a livello del cervello e potrebbe partecipare all’accumulo anomalo di peptidi beta-amiloidi che danneggerebbero le funzioni neuronali ma anche la formazione di sinapsi (clicca quì). Purtroppo ai nostri giorni non saremmo di fronte solamente al cibo contaminato dai “metalli pesanti”, anche da sostanze tossiche e chimiche di vario genere. Per quanto riguarda i vaccini si pensa possano contenere metalli pesanti ma non solo. Nel caso del siero anti Covid anche ossido di grafene.

Quest’ultimo componente ad esempio sarebbe un ottimo conduttore. Cosa ci farebbe un conduttore nel corpo umano? Che utilizzo potrebbe avere? Forse avrebbe a che vedere con il 5G? Le domande sono tante ma le risposte vanno per forza di cose ricercate data l’omertà dilagante. Credo che molto presto potremo avere una risposta certa, dopotutto la verità viene sempre a galla. Alcune verità sui sieri anti Covid inizierebbero ad emergere, nonostante alcuni media si stiano ancora impegnando a smentire possibili verità sul grafene e sui metalli pesanti. Credo che le fotografie ed i video che esporremo (non certo prese dalla rete ma donateci da incaricati del Comitato Fortitudo) in merito alla differenza fra il sangue di un “vaccinato” ed il sangue di un “novax” parlino da sole, smentendo i veri “bufalari” che in questo caso non son certo i “complottisti” che da sempre metterebbero in guardia dal siero, usato a mia opinione, dalla politica italiana come arma ricattatoria. Non si sarebbe trattato di “dolcetto o scherzetto” ma di “vaccino o sospensione dal lavoro”. Solo l’imposizione di questa tecnica ricattatoria avrebbe dovuto far riflettere ma non è sempre stato così, anzi, l’umanità terrorizzata ha reagito con una sorta di stato simil – ipnotico e si sarebbe diretta in massa, (senza pensare ne ricercare) verso i numerosi hub vaccinali, firmando per altro una “delibera capestro” assumendosi la piena responsabilità nell’ utilizzo di un siero genico sperimentale. Oggi finalmente, grazie all’ azione dei “novax” (quelli considerati complottisti, brutti e cattivi) che hanno lottato a denti stretti, perdendo il lavoro accettando la discriminazione, accettando le offese e tant’ altro, la verità starebbe venendo a galla. Solamente i medici e le associazioni come il Comitato Fortitudo di Cremona, riescono ad avere una statistica sul numero delle reazioni avverse e quindi dei malati per l’azione del “vaccino”. Credo che solo queste realtà possono avere il polso della situazione. Un po’ come se si combattesse una guerra. A questo punto spenderei una parola cercando di spiegare di cosa si occupa il Comitato Fortitudo di Cremona.

Il Comitato Fortitudo di Cremona nasce nella città padana nel periodo di pandemia. Nell’agosto 2021 sull’onda delle manifestazioni No Green Pass manifesta costantemente nelle piazze italiane per promuovere una giusta coscienza critica. Da luglio ininterrottamente si adopera per manifestare con lo scopo di sensibilizzare i cremonesi informandoli, anche attraverso l’intervento di ospiti illustri, su questa Psico-Pandemia. Il Comitato organizza una raccolta fondi attraverso la quale riuscirà ad offrire le cure a circa 100 cittadini danneggiati dagli effetti avversi del siero genico sperimentale, ma anche ad offrire sostegno alle persone sospese dal lavoro perchè renitenti all’inoculazione. Il sostegno offerto dal Comitato verso  le persone che sono state sospese dal lavoro è stato anche tramite un’ adeguata assistenza legale oltre che tramite una raccolta pacchi alimentari unito al pagamento di utenze ed affitti. Tramite una chat apposita dedicata alle offerte di lavoro il Comitato Fortitudo cerca anche di fare aggregazione, così da potersi confrontare per far chiarezza fra i contraddittori messaggi mediatici da cui è subissato il cittadino. Il Comitato si avvale anche ottimi medici sospesi che curano le persone grazie alla loro enorme conoscenza, agendo in scienza e coscienza, garantendo spazio e visibilità alle persone competenti (solitamente emarginate dai media) e si adopera per garantire a ogni cittadino la possibilità di fornire la propria testimonianza diretta. Lo scopo del comitato va oltre il sostegno offerto alle persone sospese dal lavoro e quindi in oggettiva difficoltà economica. L’ associazione si adopera anche nella creazione di gruppi in grado di sostenersi autonomamente attraverso l’uso delle chat tematiche del comitato incentrate su tematiche di estrema attualità come: lavoro, la sanità, l’ orticultura, lo svago, i social, gli ospiti, la scuola e l’assistenza legale. Solamente i soldati che combattono al fronte credo possano avere la situazione reale su quanto starebbe avvenendo, nonostante (nel nostro caso) i media mainstream tacciano ancora su tutto e seguano ad omettere notizie compromettenti per i poteri forti. Quello che sarebbe la verità è il fatto che oggi, molti “vaccinati” stiano soffrendo di patologie di vario genere

che si pensa siano dovute al siero anti Covid e che i restanti inoculati inizieranno a pagarne le conseguenze in seguito. Dopotutto se queste persone erano in precedenza sanissime e dopo l’inoculazione del siero avessero iniziato a soffrire di gravi problematiche alla salute, penso che la logica imporrebbe una verifica su questi farmaci. Per ora non è ancora così nonostante qualcosa si stia muovendo. Finalmente la coscienza delle persone starebbe mutando anche se molto lentamente. Per quanto riguarda i componenti dannosi a carico del siero ed a carico dell’alimentazione, il Comitato Fortitudo di Cremona avrebbe appoggiato un’ importante scoperta del dottor Giovannini di Mantova uno dei maggiori esperti in bio diagnostica. Da questa collaborazione è nato il “progetto cure”. Il dottor Giovannini quel medico mantovano che si è tanto prodigato (e continua a farlo) per cercare soluzioni ai pazienti affetti dagli effetti avversi del siero genico. Il medico dopo tanta ricerca ha compreso che il sangue dei soggetti inoculati sia differente da quello dei non “vaccinati”. Su queste basi il dottor Giovannini avrebbe realizzato apposite analisi di microscopia in campo oscuro (clicca quì)

per verificare lo stato del sangue e di conseguenza per poter offrire cure naturali risultate molto efficaci per un ripristino parziale o totale, del sangue come all’origine. Come primo gradino (mi spiega un’ incaricata del Comitato) sarebbe necessario per un “inoculato” effettuare un controllo del proprio sangue presso i laboratori in possesso dell’apposita attrezzatura. In seguito i medici potranno “realizzare” per il paziente la cura adatta, personalizzata caso per caso. In Italia al momento, esistono solamente pochissimi laboratori oggi in possesso degli strumenti necessari per un’ esame di questo genere. Le patologie da effetti avversi non sono le stesse per tutti i “vaccinati” ma variano da soggetto a soggetto. Per prima cosa quindi sarebbe poter controllare le condizioni del proprio sangue. Dopo questa prima analisi sarà necessario cercare di ripristinare il sangue come all’origine tramite cure mirate e nel mentre, parallelamente iniziare una cura per limitare o curare le patologie in essere.

Anche i cittadini non vaccinati avrebbero la necessità di disintossicare il proprio organismo dai metalli pesanti accumulati nei mesi. Anche in questo caso esistono cure naturali in grado di ripulire il sangue dalle sostanze tossiche che a lungo andare, potrebbero originare patologie di una certa gravità. Prevenire è sempre meglio che curare, come su certi aspetti fidarsi è bene ma non fidarsi è sempre meglio. Purtroppo per molte persone il danno è fatto. Ora non resta che cercare di riportare le cose come all’ origine o se non fosse possibile, limitare i danni prodotti da quello che a mio parere personale sarebbe stato un atto politico direi sconsiderato. Francamente da professionista appassionato di ricerca e di confronto con vari personaggi, anche quelli più irraggiungibili, inizio a pensare che la sconsideratezza sarebbe poca cosa se confrontata con la spregiudicatezza nell’ arrivare al compimento di determinati obbiettivi, ma non mi dilungo oltre su questo argomento. Citerò una volta per tutte la frase di uno dei personaggi chiave di questa macabra avventura chiamata agenda di Davos, agenda 2030 o agenda WFE.

Bill Gates: Se faremo un buon lavoro con i “vaccini” ridurremo la popolazione del 15%. (Anche le parole dirette e pronunciate in pubblico sono una bufala?) 

https://www.comitatofortitudo.org/
Per informazioni sulle cure disintossicanti, per informazioni sulle analisi per la verifica del proprio sangue, per visite mediche per cercare di limitare gli effetti avversi da “siero” anti Covid potrete rivolgervi al Comitato Fortitudo di Cremona tramite questi recapiti.
Facebook: (clicca quì)
La ricerca per migliorare le condizioni di salute dei “feriti da questa strana guerra invisibile” costano sacrificio unito a molto denaro. Se desidererete offrire un contributo per la ricerca, sarà ben accetto. Molti fratelli  hanno ed avranno purtroppo la necessità di cure efficaci. Potrete aiutarli bonificando un’offerta sul conto del Comitato Fortitudo di Cremona: 
IBAN: IT06T0569611400000005312X12
Dopotutto i “complottisti” penso abbiano un preciso e delicato compito divino che consisterebbe non solamente nel mettere in guardia l’umanità dagli inganni satanici ma a danni avvenuti avrebbero anche il compito di sostenere coloro che soffrono.
 TEL 339.5074980                                     http://www.gieffesnc.com

 

Visualizzazioni: 51
Goldfinger
Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta piuttosto controverso nelle opinioni, diciamo che in genere è “ fuori dal coro”, fuori dagli schemi tradizionali

0 Condivisioni