ARTICOLO OFFERTO DA IMPRESA DI PULIZIE HYDRASHINE BRESCIA TEL 339.1709051 

Non mi dilungherò più di tanto nella recensione di un libro tanto significativo. Scriverò solamente poche parole su questo tema purtroppo molto comune ai nostri giorni: solitudine. la solitudine non risparmia nessuno: artisti famosi, operai, manager, ricchi personaggi del jet set o dell’industria. La solitudine è purtroppo la principale protagonista dei nostri giorni in particolar modo nel nostro periodo accentuato alla solitudine da lokdown. La solitudine è quella trista e dannosa compagna che il Nuovo Ordine Mondiale desidererebbe regalarci e questi periodi di pandemia ne sono la triste realtà. Il romanzo che vi presenteremo oggi parla appunto della solitudine, il virus peggiore presentato su vari personaggi appartenenti alle più svariate frange dell’odierna società. Detto questo vi presenterò il romanzo “Ascolta il pianto di un folle” raccomandando a tutti di non soccombere alla solitudine. Buona lettura a tutti ma cercate di riflettere  in  merito  alla  solitudine.

“Ascolta il pianto di un folle”, una raccolta di undici storie che narrano la solitudine.
I protagonisti, tutti uomini, la vivono come una scelta programmata o indotta dal tempo, come risultato imprevedibile degli eventi, o ancora come caduta rovinosa nelle spirali del destino. Un’inevitabile compagna delle proprie esistenze, che le condiziona al punto da diventarne padrona assoluta. Alberto, primo violino della filarmonica di Nizza, cerca un improbabile ricongiungimento con Alessia, storica compagna della sua vita, da troppo tempo trascurata. Gianni, grande e affermato fotografo, ormai senza più idee, passeggia solitario nelle viuzze del centro di Roma in una calda notte d’estate, alla strenua ricerca di uno scatto originale e in preda al goffo tentativo di allontanare la rassegnazione, quale effetto inevitabile degli anni che avanzano. Stefano, suona tutte le sere nei piccoli locali della città per arrotondare lo stipendio da fattorino e mantenere la piccola famiglia appena creata, ma che vede raramente a causa dei suoi orari impossibili. Giorgio, povero impiegato nel Palazzo degli Uffici, afflitto da problemi mentali, combatte una guerra costante contro gli uomini dell’Ordine, severi giudici dei suoi giorni lenti e noiosi, in un futuro distopico privo di speranza. Max , alle prese con la pazzia del mondo Pop e gli isterismi di un ambizioso cantante di cui cura gli interessi e che tenta in tutti i modi di avvelenare gli ultimi anni della sua sofferta carriera. Luca, sorpreso dagli eventi, in una surreale notte tra immaginario e realtà. Il salto verso l’ignoto rappresenta l’ultima opportunità per affrancarsi finalmente dal disagio di vivere con gli altri. Koiciro, affermato compositore e direttore d’orchestra giapponese, sperimenta a sue spese l’inesorabile avanzata dell’intelligenza artificiale, che lentamente corrode ogni aspetto della sensibilità umana, compresa l’arte.
Marco, dalla periferia di una grande città è costretto a emigrare in un paesino del sud, dove tra le rovine di un terremoto, potrà finalmente ricominciare a lavorare come operaio specializzato nella ricostruzione e a mantenere così la sua famiglia, salvando, nel frattempo, anche il fratello minore dall’inizio di una vita criminale.
Jerry, ex Star della musica Pop, ridotto negli ultimi anni a esibirsi come pianista nelle sale degli alberghi, è costretto a umiliarsi per racimolare il denaro necessario in una causa di risarcimento contro chi gli ha plagiato un brano di successo. Theo, di professione hacker, ricchissimo. Con le sue abilità criminali ruba identità e crea guerre commerciali tra grandi imprese, ricavandone immensi profitti. Vive nell’assoluto anonimato che protegge con cura maniacale, fino a quando, un incontro inatteso, riaccende paure e sentimenti che credeva di aver allontanato definitivamente, spingendolo verso decisioni estreme.
Andrea, protagonista dell’ultimo dei racconti, che dà il titolo alla raccolta, è il personaggio più fortunato. A lui il caso offre un prezioso indizio, attraverso il quale troverà, proprio nel luogo più improbabile, la spinta necessaria ad allontanare lo spettro dell’isolamento, recuperando così la consapevolezza di avere ancora l’opportunità di scegliere. Storie ambientate nel presente, altre in un prossimo futuro, dove la condivisione dei propri sentimenti col mondo esterno è sempre più complessa, fino a diventare inaccessibile.
Questi uomini lottano ogni giorno, facendo costantemente i conti con la propria coscienza che non accetta l’isolamento e che morde ogni singolo respiro, mutandolo in sospiro.

La Casa Editrice Cavinato Editore International oggi presenta un libro molto significativo dato il periodo davvero particolare che staremmo vivendo: “Ascolta il pianto di un folle”. Un romanzo di Alessandro Barocchi che mette il dito nella piaga sula solitudine, un avversario davvero temibile in un mondo di quasi otto miliardi di persone che quindi non dovrebbe soffrire di solitudine. La solitudine, una piaga sociale che prende soprattutto i paesi occidentali, una nemica del genere umano davvero grave ai nostri giorni, una piaga sociale che potrebbe portare nientemeno che alla morte. Per acquistare il romanzo nella comoda versione e book cliccare sul seguente link http://www.cavinatoeditore.com

admin
Author: admin

Nicola Migliorini alias ADMIN è Direttore del blog WWW.MONDOOGGI.COM decide cosa e quando pubblicare, è un giornalista con incarico a 360 gradi

11 COMMENTS

  1. I’ll immediately take hold of your rss as I can’t find your email subscription hyperlink or newsletter service.
    Do you’ve any? Kindly let me understand so that I may subscribe.
    Thanks. asmr 0mniartist

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here