ITALIA: LIBERTA’ E GIUSTIZIA ? di Goldfinger

0
8746

ARTICOLO OFFERTO DA IMPRESA DI PULIZIE THE CLEAN MONTICHIARI BRESCIA TEL 338.8276309 http://www.theclean.it

Premessa: i concetti espressi in questo articolo sono le personali opinione dell’autore.

Come ormai avrete capito l’attuale Governo italiano a mia opinione spinto dall’ ingordigia di denaro da parte dell’ Unione Europea (con la scusa del debito pubblico) starebbe pensando di attuare una manovra con il fine di debellare o quantomeno calare il sommerso (l’incubo dei governi di centrosinistra) in Italia con la speranza di raggranellare qualche miliardo di Euro a scapito dei grandi evasori (e fin qui nulla da dire) per questo l’esecutivo sarebbe pronto a varare una legge che promuova gli acquisti tramite carta di credito mentre dall’altro canto scoraggi i pagamenti in contanti da sempre demonizzati dall’esecutivo al punto che si intenderebbe mettere un limite di soli 1000 Euro ai pagamenti che dovessero avvenire con cartamoneta, limite che oggi è comunque non proprio alto ma insomma 3000 Euro lo si può comunque sopportare. C’è da dire che in parecchi paesi europei come tanto per prenderne uno in considerazione ovvero la Germania, il limite del contante per i pagamenti se non erro è praticamente inesistente ma il Governo spera di poter debellare il nero con una stretta al contante, attuando le solite strategie che a mio parere non servono a nulla se non ad esasperare il popolo italiano. Credo che il sommerso lo si possa eliminare solamente abbassando le tasse ed inasprendo di conseguenza le pene sui reati per evasione fiscale. E normale che in un paese con una tassazione esagerata nel quale i servizi sinceramente non sono che mediocri qualcuno tenti di sopravvivere. Nel paese più severo in termini di tassazione ovvero in USA, nazione per la quale se non paghi le tasse vai dritto in galera, paese tanto preso in considerazione dall’attuale esecutivo, le cose da quanto ne so non sono proprio come ce le raccontano, tanto che il “paradiso” delle carte di credito ovvero gli Stati Uniti d’America hanno ben capito che una stretta al contante non andrebbe in realtà a toccare i grandi evasori, semmai una stretta ai pagamenti cash andrebbe ad inficiare negativamente sulla classe medio bassa e sui poveri nella loro totalità. Per ovviare a questa problematica, dato che esisterebbero molti cittadini americani sprovvisti dei costosi conti correnti bancari pertanto avvezzi a pagare in contanti con quanto guadagnato giorno dopo giorno alcuni sindaci e legislatori americani avrebbero varato una legge sanzionatoria per gli esercizi che non accettassero il contante. Ovviamente questo particolare i nostri governanti se ne guardano bene dal divulgarlo, essi a mia opinione amano imitare gli USA in quello che a lor conviene ma non nella totalità delle cose. E’ normale che la privazione della cartamoneta possa inficiare negativamente sulle classi media e povera anche in Italia quindi perché l’attuale Governo insisterebbe su questa linea a mia opinione tipicamente “Montiana”? Ovviamente è un mio parere ma penso che con queste leggi sempre più restrittive e mirate al circolo del contante l’attuale esecutivo spinto dalla UE vorrebbe in primo luogo continuare ad oberare di costi la popolazione affinchè i denari si riversino nelle costose banche che ancora una volta riceveranno soldi dai cittadini in un modo o nell’altro ma non è tutto, l’over the top sarebbe la volontà di arrivare ad una sorta di controllo sempre più pressante a scapito di ogni singolo cittadino e questo penso sia il motivo principale per il varo di leggi assurde come la volontà di porre una stretta sui contanti. Praticamente il Governo e questo ovviamente non lo dicono a mio parere intenderebbe andare a “ficcare il naso” negli affari altrui, ed in questo caso nella quotidianità delle spese dei cittadini italiani facendo in modo che la maggior parte dei risparmi e dei guadagni della popolazione vadano a terminare obbligatoriamente sui conti bancari in modo da aver chiara la situazione di quanto gli italiani posseggano ed in caso di necessità avendo le idee ben chiare di conseguenza poter mettere le mani sui risparmi della popolazione, d’altronde sempre a mia opinione questo è quanto la UE vorrebbe riuscire ad attuare, coadiuvata dalla scusa dell’altissimo debito pubblico che però contrariamente ad altri stati sarebbe garantito dai risparmi dei cittadini italiani da sempre considerati i “cinesi d’Europa” ovvero instancabili lavoratori e risparmiatori. A mia opinione i paesi che contano in UE morirebbero dalla voglia di mettere le mani sul tesoro italiano ovvero i risparmi della popolazione. Ormai siamo a conoscenza che dietro la UE agirebbero alcune lobby finanziarie molto potenti che a mio parere spingerebbero i governi ad attuare la linea che l’attuale esecutivo starebbe per intraprendere non certo per fare l’interesse nazionale ma a mia opinione per il controllo finanziario di ogni singolo cittadino. Queste ovviamente sono solo personali opinioni tuttavia come abbiamo sempre sostenuto, la linea che oggi in UE si vorrebbe tenere è ormai ben chiara: da una parte l’imposizione del pensiero unico e dall’altra di una dittatura molto ben occultata, una dittatura che vorrebbe una cittadinanza povera, magari indebitata, in tal modo succube e servile ai desideri delle lobby finanziarie che a mia opinione spingono la UE a mantenere la barra del “timone” ben dritta verso questa direzione.

 

Goldfinger
Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta piuttosto controverso nelle opinioni, diciamo che in genere è “ fuori dal coro”, fuori dagli schemi tradizionali

7 Condivisioni