IL PRINCIPE DEI PARRUCCHIERI BRESCIANI di Nicola Migliorini

FABIO VALENTINO SCIATTI SI CONFESSA.....

0
104722
Foto di katyandgeorge da Pixabay

ARTICOLO OFFERTO DA VALENTINO EQUIPE VIA BULLONI 31 BRESCIA TEL 030.3770228

Oggi intervisteremo uno dei migliori professionisti del coiffage di Brescia. Fabio Valentino Sciatti della Valentino Equipe. Un parrucchiere che da diversi anni lavora a Brescia, ma più che un semplice parrucchiere l’originale professionista, si può dire sia un poliedrico artista. A prova di questo il fatto che l’ acconciatore abbia lavorato spesso pettinando le modelle durante le sfilate di moda inoltre già da anni Fabio Sciatti si sarebbe cimentato nella produzione e nella composizione di libri di successo….. Ora però passerei la parola a Fabio Valentino Sciatti.

Valentino regalaci un’escursione dalle origini ad oggi, in merito alla tua artistica professione da parrucchiere principalmente per donna. Iniziai da giovanissimo a 14 anni ad occuparmi di acconciature e taglio per un caso fortuito. Devo dire di non essere mai stato portato per lo studio. Una mia vicina di casa, madre di uno dei maggiori parrucchieri bresciani di allora, mi prese in grande simpatia e dopo aver frequentato la terza media mi permise lavorare nell’azienda del figlio in un famoso salone di coiffage nel quale imparai il taglio dei capelli e tutto quanto concerne la mia professione.

Foto di katyandgeorge da Pixabay

Iniziai la lavorare a giugno ed a settembre ero già in grado di acconciare e tagliare i capelli agli amici. Imparai subito il mestiere ed i suoi trucchi. Ero il più giovane parrucchiere del salone e se vogliamo il più coccolato dalle dipendenti dello studio, tuttavia ero assetato di sapere, un sapere che venne man meno imparai il lavoro con il prezioso aiuto di un grande professionista di quei tempi. Lavorai per anni ed in seguito appena ebbi la possibilità di farlo mi misi in proprio. Nel frattempo partecipai come equipe anche a sfilate di moda, pettinai grandi attrici e modelle degli anni 80. Da sempre apprezzo la donna e durante le sfilate ero affascinato nel vedere le modelle vestirsi ma anche svestirsi. Le belle donne mi sono sempre piaciute, ne apprezzo lo stile, la raffinatezza, il fascino, il modo di fare della donna, la femminilità, i vestiti e la loro bellezza. Quell’ambiente era il mio ambiente ero nel mio mondo. Devo dire che in questo settore ero molto apprezzato dalle modelle. Il libri vengono in seguito, scrivendo mi sono divertito a ricordare momenti più o meno belli.. Scrivo solo storie reali accadute a me ed ai miei amici ma ovviamente romanzandole e utilizzando gli stratagemmi per poter mantenere sempre la privacy dei personaggi.

Nel tuo lavoro da parrucchiere nel corso degli anni ti sei aggiornato  sulle nuove tecniche? Certamente è importantissimo continuare ad aggiornarsi in un momento iper tecnologico come il nostro. E’ necessario aggiornarsi nelle macchine che si

Foto di Engin Akyurt da Pixabay

utilizzano ma anche nella pratica con corsi specializzati, magari cercando di aggiungere servizi complementari alla propria attività. Nel mio caso oggi ho aggiunto l’ossigeno terapia che offre grandi  risultati sia nei capelli come sulla pelle. L’ossigenoterapia porta ad un ringiovanimento della pelle che si evidenzia con meno rughe, riesco a togliere dai 5 ai 10 anni dal viso con i miei trattamenti. Personalmente cerco di offrire alle mie clienti tutto quello che posso per permettere che escano soddisfatte dal mio studio e che tornino altrettanto soddisfatte e felici.

Torniamo ai libri, che genere trattano?  I libri che scrivo e produco sono sul genere avventura ed erotismo (alcuni) mentre altri erotismo spinto. La componente di avventura è comunque molto avvincente a detta dei lettori. Ho iniziato ricordando le mie prime esperienze con le ragazze ma anche con donne che ho conosciuto nell’ ambiti lavorativi, esperienze positive ma anche talvolta negative come l’imbarazzo nell’ approccio… Ricordo a tutti che un tempo non era come oggi, in casa non si trattavano argomenti di questo genere. Un tempo il sesso era tabù. Quando mi sono trovato davanti una ragazza ho dovuto inventarmi le mille ed una e non avendo un fratello più vecchio con cui confrontarmi su certi argomenti figurati…. Io ero solo, completamente solo. Ho iniziato a scrivere narrando vari argomenti. Il primo libro “Quella città” è stato molto apprezzato tanto da doverne produrre tre ristampe. Da quel libro i lettori mi spinsero a scrivere poi un secondo, un terzo, un quarto libro ed oggi sta per uscire il quinto intitolato “Le mie 125 Primavera”.

Cosa significa un titolo del genere? 125 Primavera era la mia mitica vespa, le mie primavere sono i miei ricordi vissuti in sella alla mia 125 primavera, in compagnia di tanti

Foto di Ahmad Ardity da Pixabay

amici della città, senza dimenticare le ragazze. Questo è un libro erotico spinto anche se contiene le ragazzate che feci nella mia giovinezza. E’ un libro forte ma è scritto con parole pulite senza mai cadere nelle volgarità, restando sempre su una linea per così dire signorile ma senza perdere la componente intrigante. Ho già delle prenotazioni per questo libro e spero venga apprezzato come gli altri. Nel quarto libro era previsto un processo finale che ho creato fantasiosamente. Alcuni avvocati comprarono il libro proprio per la parte del processo. Io amo la giustizia, quella vera, nella quale chi delinque non deve farla franca, quindi paga, come sarebbe giusto sempre fosse. Io punisco i colpevoli nel processo.

Come vedi la donna, cosa pensi della donna tu che hai sempre a che fare con un pubblico quasi prettamente femminile? Io amo la donna. Credo di non poter stare senza le donne. La donna è per me un’essere unico, è fantastica. Sono 47 anni che faccio il parrucchiere per donna e amo dire che le donne di allora erano molto differenti da quelle di oggi. un tempo la donna era femminile, esigeva un certo rispetto, esigeva un approccio differente. Oggi sono loro che approcciano, se vogliono, ieri al contrario era l’uomo che si faceva avanti. Io nel mio piccolo ho dovuto subire i cambiamenti nell’ambito della donna.

Che modo hai di scrivere? Io direi all’americana, ovvero amo romanzare fatti reali ma cambiando ovviamente i nomi e modificando un po’ le cose per una delicatezza nella privacy e per scrivere in modo più avvincente e scorrevole. Ho delle clienti donne che amano i miei libri, anche donne serie, di famiglia. Per quanto riguarda gli uomini in questo caso amano quanto scrivo. Credo rammentino nei miei scritti anche alcuni fatti a loro accaduti e si immedesimino pienamente nelle mie avventure.

Cambiamento della donna dicevi… solo la donna o anche l’uomo? Il cambiamento della donna lo riporto anche nei miei libri. Purtroppo non solo la donna è cambiata  “masculinizzandosi” e capendo il potere che possiede sull’uomo. In questo caso anche l’uomo è cambiato divenendo a mia opinione piuttosto “femmineo “, perdendo quindi lo smalto maschile tipico del proprio essere. Per questo oggi chi tira le redini del gioco credo sia la donna. Anche ieri tirava le redini del gioco ma astutamente. La storia è piena di ingerenze e cambiamenti dovuti alle donne. Credo che oggi invece la donna tiri le redini del gioco quasi sfacciatamente, perdendo a mio parere il proprio fascino intrigante. In negozio sento talvolta donne alla ricerca di maschi veri che sfortunatamente non trovano più. La donna ha messo i pantaloni, l’uomo resta mentalmente uomo ma deve affrontare una donna diversa, più aggressiva, quindi si sente forse timoroso, impaurito dalla donna moderna. Tuttavia tutti pagano le proprie scelte e le donne pure.

Non è un discorso troppo maschilista il tuo? No io sono realista. La mia solamente un’ asettica analisi di cambiamento negli usi e costumi avvenuto in circa mezzo secolo di storia umana…

 

 

 

 

 

Nicola Migliorini
Author: Nicola Migliorini

Nicola Migliorini è Direttore Responsabile del media www.mondooggi.com è un giornalista generalista con incarico a 360 gradi.

1 Condivisioni