Foto di Leroy Skalstad da Pixabay
Visualizzazioni: 1
ARTICOLO OFFERTO DA CRISTIAN CIRELLI TINTEGGIATURE TRAVAGLIATO BRESCIA
TEL 333.3523256                                                          FACEBOOK

Il potere della conoscenza

Forse i momenti incerti che siamo obbligati a vivere vi diranno poco, tuttavia al contario dovrebbero dirvi tanto. Se i tempi odierni non vi diranno nulla credo sia principalmente per il fatto che non conoscete ne la storia passata e di conseguenza neppure la storia presente, ma soprattutto non sapete ne analizzare gli eventi e neppure guardarli con senso critico. Conoscere vi incute forse un senso di paura? Conoscere gli eventi non dovrebbe incutere paura. Colui che possieda la conoscenza sarebbe in grado di trovare le strada senza perdersi.

“Chi non conosce il passato, diceva un gigante del giornalismo italiano Indro Montanelli, non può conoscere il presente“.

Foto di Nikolay Georgiev da Pixabay

La storia

Oggi siamo di fronte ad un sistema che si starebbe impegnando ad eliminare il passato. Non conoscendo il passato le prossime generazioni saranno in balia degli eventi in quanto non potranno conoscere ne il presente e ne il futuro. L’ignoranza legalizzata non è un fattore solamente italiano. In Spagna grazie alla nuova riforma, storia e filosofia non si studieranno più. Il passato non deve essere conosciuto, la mente non deve più essere abituata ad elaborare il pensiero critico ma ad accettare qualsiasi imposizione. Per questo sia la storia che filosofia devono essere eliminate dalle scuole.

Questi sono i primi tentativi di semina del dominio autoritario. Personalmente penso che i futuri cittadini non potranno neppure fare previsioni anche parziali sul futuro. Essi saranno costretti a vivere la vita lasciandosi trasportare da essa come una piuma si lacia trasportare dal vento. Già oggi le masse di cittadini hanno questa tendenza piuttosto accentuata.

Sarebbe opportuno quindi conoscere molto bene la storia scritta (parzialmente veritiera) e quella segreta o mai scritta, conoscere la filosofia per abituarsi a pensare.

Foto di Gordon Johnson da Pixabay

Le sacre scritture

Le sacre scritture hanno una valenza profetica. Cos’è una profezia? La profezia è annunciare prima quanto avverrà nel futuro. Tutto quanto le sacre scritture hanno annunciato si sta rapidamente avverando. Sarebbe oggi più che mai decisivo, decidesi al di la di ogni ideologia umana, iniziare a studiare le profezie contenute nelle sacre scritture che talvolta vengono snobbate a causa dell’odio imperante contro Cristo e la Sua chiesa, spinti da una filosofia anti – cristiana ormai dominante, che non desidera che i cittadini acquisiscano la conoscenza. Per poter capire il presente ma soprattutto il futuro sarebbe necessario conoscere il passato e sforzarsi nel confrontare il presente con quanto riportato nelle sacre scritture.

Foto di Gordon Johnson da Pixabay

Partendo dall’antico testamento (ad esempio le profezie del profeta Daniele) ci si renderà conto dell’importanza profetica di questo scritti. Analizzando il nuovo testamento riflettendo sull’apocalisse o rivelazione di san Giovanni, l’apostolo che Gesù amava si può riuscire a comprendere chi starebbe causando i dolori che ci affliggono e cosa dovremo attenderci nel futuro. Devo ammettere che fino ad oggi tutto si è rivelato ed avverato. Le uniche cose che non vengono rivelate sono i tempi esatti degli accadimenti, tuttavia ne sono descritti i segni.

La saggezza

Re Salomone il re più saggio di tutti i tempi chiese a Dio la saggezza e l’ottenne. La saggezza penso sia il dono più grande che si possa chiedere. Solo i saggi, solo coloro che avranno fede, solo coloro che amano Dio dal più profondo del cuore riceveranno le “chiavi del sapere”. La saggezza resta un dono pregiatissimo che solamente Dio, tramite lo Spirito Santo potrà regalare a chi he fede. Le sacre scritture si starebbero rivelando un vero e proprio “vaso di Pandora”, in grado di prevedere con estrema esattezza gli accadimenti futuri. Questi scritti si starebbero rivelando uno specchio del presente. Ricordiamoci bene che i nostri turbolenti tempi sono testimoni della veridicità delle profezie.

Il progetto

Da quanto i poteri forti hanno deciso che il sistema mondo avrebbe dovuto subire un cambiamento radicale, passando dal clima democratico e di libertà individuale, che da mezzo secolo godiamo, ad un regime autoritario da instaurarsi in un decennio (dal 2020 al 2030), come da quanto decretato con la famigerata agenda 2030 di Davos, i poteri forti, hanno dovuto trovare il sistema per fare in modo che il passaggio fosse assolutamente impercettibile ai cittadini.

Foto di Gordon Johnson da Pixabay

Il passaggio da un sistema all’altro venne pianificato molto prima della fine del secondo conflitto mondiale. Quando venne pensato di iniziare ad accelerare il momento di transizione che oggi staremmo vivendo, mi riferisco a poco dopo la fine della seconda guerra mondiale, le famiglie dominanti, pensarono alla necessità di non urtare le masse per non provocare rivolte. Se le masse di cittadini riuscissero ad intuire l’inganno, per i poteri forti delle èlite sarebbe la fine di tutto.

La politica del passato e le masse

Per continuare a giocare a carte coperte i registi del piano avrebbero pensato di affidare il ruolo di Caronte (il traghettatore della libertà verso l’inferno dell’autoritarismo) alla politica nazionale. Premetto che Mussolini venne finanziato dai Rothschild, come pure Hitler nientemeno che figlio illegittimo della medesima famiglia di banchieri che prima di lui finanziò Napoleone. Questo narra la storia segreta, quella mai scritta per le masse,  destinata a pochi ricercatori. Come generale in campo politico si decise di scegliere la sinistra. Questa fazione politica venne privilegiata perchè si sarebbe sempre opposta alla destra, dipinta come fascismo, che a propria volta venne creato per essere odiato dalle masse. L’odio verso la destra, i misfatti della dittatura e la sconfitta del fascismo sarebbe stato decisa dai propri padroni occulti. Questo dice la storia esoterica. Così facendo le masse avrebbero inziato a guardare a sinistra con simpatia ed a odiare la destra autoritaria. Ricordiamoci che il nostro sistema per poter sopravvivere necessita sempre di un nemico che cambia in continuazione.

La politica di oggi

Foto di Jonas Schmidt da Pixabay

Identificare la destra di oggi con il fascismo è una strategia vincente per i potentati. Il fascismo a dire il vero non è mai esistito in Italia, se non in un concetto puramente ideologico. Se si conoscesse la storia scritta, si capirebbe che i dittatori di destra tacciati per essere nazisti o fascisti (il tedesco e l’italiano) erano entrambi politici provenienti dal socialismo. Mussolini, direttore di un giornale di stampo chiaramente socialista chiamato l’Avanti. Per quanto riguarda Hitler si analizzi il nome del proprio partito: nazismo. Cosa significherebbe nazismo? Nazional socialismo (Nazismo). I due dittatori penso proprio fossero una deviazione socialista, due esponenti chiaramente di sinistra, come fu anche la propria politica che in varie sfaccettature lo dimostra. Forse il vero fascista si sarebbe potuto vedere nel cattolico Francisco Franco ma come potrete capire, poco interessava ai potentati, tanto che morì nel 1975 in Spagna. La morter del Jeneral non fu un decesso traumetico, egli morì come si suol dire “nel proprio letto”. Dopo la morte dell’uomo forte, la penosola iberica iniziò il passaggio verso una democrazia. Per poter aver maggior presa sui popoli i fondatori del NWO avrebbero usato la sinistra, trasformandola nell’arco degli anni con un astuto passaggio da socialismo a liberalismo. Quando si parla di “Caviar left” o di “sinistra col Rolex” non si enuncia una falsità. Questi soprannomi stanno a significare che oggi le sinistre maggioritarie siano divenute avamposti del neo – liberismo, perdendo l’ideologia originale (come previsto) glissando ad abbracciare una nuova ideologia liberalistica deviata. Questo mutamento voluto è stato vincente per gli ideologi del NWO, come pure la creazione di partiti come potrebbero essere i “verdi” e più recentemente i “pentastellati” e la “Lega”. Sostenendo la creazione e le politiche di quei partiti che all’apparenza hanno cavelcato l’onda dei  falsi timori per il clima o il malcontento per una politica distante dai bisogni della nazione, tramite un tsunami mediatico e vari “ribaltoni”, i poteri forti sarebbero riusciti ad imporsi con l’inganno del voto. In questo modo la vittoria sarebbe stata ancora delle sinistre, apripista all’agenda 2030.

I cambiamenti climatici e i mercati

Foto di Credit Commerce da Pixabay

Pensate solamente che in fatto di cambiamenti climatici sono dagli anni ’90 che i media sostengono che il genere umano sia arrivato al punto di non ritorno, un punto cruciale nel quale non siamo mai arrivati e ne mai arriveremo. Per quale motivo? Per il semplice fatto che i cambiamenti climatici non sono un fattore emergenziale. Il cambiamento climatico non è affatto da vedersi come effetto dell’industrializzazione ma come vari fattori naturali ben più importanti. La natura si riequilibra da sola. Maggiore è la CO2 più foreste crescono e così è stato. Non crederete davvero che se tramite una bacchetta magica eliminassimo i carburanti tradizionali per la produzione di energia, ed eliminassimo di colpo le industrie passando completamente al green qualcosa potrebbe cambiare? In campo climatico non cambierebbe assolutamente nulla. Ciò che in realtà cambierebbe sarebbero i mercati. I mercati cambiererebbero totalmente offrendo una copiosa boccata di ossigeno agli speculatori ed ai mercati finanziari gestiti dagli ideologi del sistema.

Il grande reset

Un secondo risvolto sarebbe da vedersi nel great reset. Il grande reset avrebbe lo scopo di resettare ogni riferimento al vecchio e rodato sistema. Il great reset consisterebbe nell’ espoliazione dei propri beni ai cittadini, a garanzia di un debito pubblico creato con denaro FIAT e quindi denaro fittizio (fumo) per poter avere in cambio denaro effettivo, immobili che daranno una rendita ai fondi di gestione, in quanto saranno ceduti in affitto ai medesimi proprietari. In poche parole i cittadini non saranno più padroni di casa propria ma dovranno prendere in affitto casa propria pagando il fondo di gestione creato per gestire il buisness. Identica dinamica per la macchina e per tutto quanto oggi il cittadino possegga.

Foto di Leroy Skalstad da Pixabay

“Saranno poveri ma felici”…

Sulla felicità dei cittadini senza nulla nutrirei seri dubbi, anche perchè quanto verrà dopo non ci farà di certo dormire sonni tranquilli.

L’inettitudine dei cittadini

Il vero incubo sono i cittadini (a mia opinione inetti) che con la propria condotta starebbero dimostrando di essere concordi a questa politica distruttiva e menzognera. Quello che dovrà venire sarà una pagella comportamentale (una sorta di patente a punti) a cui il cittadino dovrà attenersi per poter godere dei privilegi (denaro, casa, auto, viaggi, spese ecc.) che lo stato elargirà ad ogni cittadino obbediente. L’obbligo della patente a punti servirebbe in realtà ad abituare all’idea della patente comportamentale.

 

Se il cittadino avrà un comportamento non consono alle leggi (anche ingiuste) imposte dal sistema, la patente a punti comportamentale provocherà una perdita graduale dei diritti. In questo modo un’entità sovranazionale, tramite l’aiuto degli stati, ed in seguito dell’AI (intelligenza artificiale) eserciterà una dittatura planetaria senza alcuna fatica. Dopotutto ogni cosa sarà dello stato e quindi esso potrà “buttarti fuori di casa”, potrà toglierti la patente, la macchina, il denaro, il passaporto. Lo stato potrà togliere al cittadino ciò che non sarà più del cittadino ma dello stato. Se in futuro come previsto dall’agenda di Davos, arriverà l’obbligo del microchip, a questo punto un soggetto potrà anche essere eliminato a distanza o manipolato a dovere, senza neppure rendersene conto, oppure il blocco del conto corrente lo fara certamente obbedire.

Il governo mondiale

Il gradino successivo sarà l’instaurazione di un governo mondiale autoritario, e di una falsa fede simil new age che adorerà madre terra come fosse Dio, come previsto dalle sacre scritture. A questo punto il passo verso l’autoritarismo diverrà davvero breve. In pochi anni, la perdita totale di sovranità dei singoli stati diverrà un’amara realtà per ogni essere umano sulla Terra. Arrivati al compimento di questi passi, come potrete ben capire saranno i potentati che imporranno ai cittadini come vivere, cosa fare, cosa mangiare (insetti, carni sintetiche o altre diavolerie), cosa bere, di cosa ammalarsi, come guarire, come e quando morire e via dicendo.

La proposta OMS

Pensate solamente al fatto che oggi saremmo di fronte ad una spinta per far pressione sugli stati per offrire all’OMS (un’entità privata) il potere di decidere della salute dei cittadini. Abbiamo visto con l’entrata in campo del Covid cosa sia l’OMS. Affidereste la vostra salute ad un’entità privata principalmente finanziata da un famoso privato colluso con la farmaceutica che si fregia del sinonimo di “filantropo”? Personalmente no. Non affiderei la mia salute ad alcun ente ne ad alcun sedicente “Filantropo”.

Ricordiamoci che per il momento nulla può esser imposto se non con l’avallo degli interessati (i cittadini).

Sono girate nei giorni scorsi raccolte di firme per far pressione sull’attuale esecutivo affinchè non aderisca alla proprosta del NWO di cedere all’OMS la salute dei cittadini. Son certo che molti non avranno firmato, forse perchè non avranno capito nulla o forse, fatto più grave, perchè ancora una volta non avranno creduto a quanto potrà succedere, qualora il diritto alla salute non sia più soggettivo ma affidato ad un’ente sovranazionale privato. Peggio  ancora se non si avesse firmato perchè non informati. Se non vi informate su quanto mina la vostra vita allora su cosa vi informate? Su chi vince la partita o il grande fratello? Se questa è l’Italia poveri noi, allora tutto è permesso.

L’inganno politico

Non crediate che l’attuale esecutivo sia distante dalle imposizioni del NWO. I regolatori del mondo sono riusciti a fare in modo che chiunque si presentasse politicamente alla guida di uno stato, non posssa governare, se in disaccordo con i progetti del Nuovo Ordine Mondiale. Questo privilegio è stato ottenuto tramite varie strategie come le famigerate agenzie di rating, lo spread, i “debiti fumo” i finanziamenti europei, il MES e tanti altri stratagemmi finanziari imposti dalla UE. Non voglio difendere l’ex governo Berlusconi ma vi ricordate le impennate dello spread durante gli ultimi tempi che prcedettero le dimissioni del cavaliere? Da quando lo scettro fu ceduto a Monti lo spread ricominciò a riportare dei parametri accettabili. Anche le agenzie di rating possono fare da ago della bilancia classificando in A o il B o in altre sigle più o meno appetibili un paese, calamitando gli investitori o dirottando gli investimenti esteri su altri fronti. Il risultato? Il paese con l’esecutivo “ribelle” verrà “raso al suolo” economicamente dal sistema finanziario.

La pace nel mondo

Oggi non si utilizzano più bombe e cannoni per piegare determinati popoli. I popoli occidentali è sufficiente distruggerli tramite strategie finanziarie ben precise. Denaro, prestiti, investimenti sono alla base della strategia. Altri popoli invece è necessario piegarli tramite conflitti, distruzione, guerre ed invasioni. I poteri forti sostengono che per ottenere la pace nel mondo sia necessario un governo mondiale autoritario. Non è una menzogna.

Facciamo un esempio: sarebbe come se aveste un’azienda e vi si avvicinassero dei soggetti e vi dicessero:

O paghi per la protezione oppure l’azienda ti salterà in aria ma se ci paghi noi ti proteggeremo.

Capite bene che i sedicenti protettori vi proteggeranno da loro stessi se verranno pagati da voi.

Guardando le cose sullo scacchiere macro economico mondiale il messaggio è il medesimo cambia solamente il raggio di azione:

“se cederete il potere mondiale a noi vi proteggeremo dalle guerre e dalle crisi economiche” (da noi create).

Già perchè sia le guerre che le crisi a conti fatti sono strategie create del sistema stesso. A mia opinione lo sono pure certe epidemie come anche certi farmaci. Viviamo sempre in preda ad una strategia che preveda la creazione di un problema, per risolvere il quale, i creatori del problema stesso ci offriranno una soluzione a proprio vantaggio.

La società degli increduli che rovinano le democrazie

Il fatto deplorevole è che nessuno vuole analizzare ne vedere la realtà dei fatti. Nessuno vuole credere d’esser preda di un sistema ingannatore creato. E’ un gioco puramente psicologico. Loro sanno molto bene come la pensiamo perchè hanno raccolto da decenni i dati statistici da noi forniti che il computer analizza alla perfezione elaborando una perfetta strategia da attuare. La medesima strategia viene accentuata con i presunti cambiamenti climatici. Da una parte viene colpevolizzato il genere umano creando nella società un grave senso di colpa (disagio psicologico).

Il fattore climatico

Per prima cosa i cambiamenti (lo ripeto ancora una volta) dipendono da fattori astronomici ben specifici ma, tramite la tecnologia è possibile esasperare il clima come pure produrre terremoti localizzati. Le catastrofi ambientali accentuate artificialmente tramite la tecnologia (progetto HAARP) ed accentuate tramite l’onda mediatica, faranno propendere i cittadini ad attuare, ad accettare, determinate scelte che si riveleranno col tempo scelte infauste.

La Cina

Credete che l’autoritarismo cinese sia davvero un caso o frutto di una dittatura casuale? Nulla è lasciato al caso per il NWO. A mia opinione il controllo totale che la Cina subisce da tempo altro non sarebbe che un primo macro esperimento sociale per testare la reazione dei vari popoli, delle varie etnie, delle varie razze. Proiettando il tutto in un certo lasso temporale previsto dagli ideologi del NWO, saranno dominanti solamente le etnie più propense all’indottrinamento, all’obbedienza cieca (anche contro se stessi). I restanti cittadini delle differenti etnie ragionanti (come gli occidentali) dovranno andarsene, elegantemente eliminati da epidemie, farmaci, veleni nel cibo, nell’acqua, guerre e delinquenza, isolamento. Questa sarà la nuova società mondiale, tutto il resto verrà di conseguenza fino all’epilogo come descritto nell’ Apocalisse di san Giovanni  quando con il ritorno di Cristo finalmente inizierà un nuovo capitolo.

TEL 333.3523256                                                     FACEBOOK

Visualizzazioni: 1
Goldfinger
Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta piuttosto controverso nelle opinioni, diciamo che in genere è “ fuori dal coro”, fuori dagli schemi tradizionali

0 Condivisioni