L’ INDECOROSO FESTIVAL DI SAN REMO 2022 di Goldfinger

IL FESTIVAL DELLA VERGOGNA

0
248
Foto di StockSnap da Pixabay
ARTICOLO OFFERTO DA TINTEGGIATURE CIRELLI CRISTIAN TRAVAGLIATO BRESCIA
TEL 333.3523256                                FB CIRELLI CRISTIAN TINTEGGIATURE

Ci fu una “voce che gridava nel deserto” ma forse oggi il nome di questo santo si è stemperato perdendosi nel tempo, il nostro, non certo incoraggiante. Cos’era e cos’è il deserto? Immaginatevi la scena di un personaggio come lo fu appunto san Giovanni Battista che urla la verità, Cristo, nel deserto. Chi l’ascolta se è nel deserto? Oggi di deserti quasi si contano sulle dita. Essi sono concentrati in alcune aree geografiche del mondo ma esiste un deserto molto comune e molto grande, il deserto descritto nel Vangelo. E’ evidente che questo deserto non stia a significare una particolare arida zona del mondo piuttosto che un’altra ma l’aridità spirituale nella propria essenza. Detto questo per comprendere meglio la frase potremmo tradurre come “la voce che grida nell’ aridità dei cuori umani”. Detto ciò possiamo affermare senza ombra di dubbio che da due millenni or sono nulla sia cambiato più di tanto. Sono mutate le abitudini, oggi giriamo su potenti automobili e non più a cavallo, tuttavia penso che tutto sommato a livello spirituale non sia cambiato nulla, anzi, forse il fatto di dissacrare Cristo e la propria parola, nell’uomo “civilizzato” si sia fatto ancora più prepotente. Come oggi accade sempre più di frequente,

Foto di StockSnap da Pixabay

la “macchina mediatica” ovvero il potere di entrare nelle case di milioni di persone tramite la TV e non solo, anche tramite i mass media di ogni genere,  viene utilizzata come un’arma, per indurre passo dopo passo la popolazione  ad una letterale diseducazione, ad un “lavaggio del cervello” continuo e costante. Il punto focale della guerra in atto in questo Nuovo Ordine Mondiale, è l’ abbattimento di quanto sia la verità, di quanto siano i “pilastri” che ad oggi ci hanno offerto il sostegno nella cultura occidentale, pilastri sempre più erosi dai continui attacchi del nemico. Una volta abbattuti tali pilastri, la società potrà essere ricostruita su altri differenti canoni non certo basati sulla verità cristiana. Credo che sia proprio lì dove un certo sistema desideri arrivare rapidamente con il nostro ignavico aiuto. Cristo deve sparire dalla vita dell’uomo, questo è l’obbiettivo principale. Il figlio di Dio deve sparire dalle scene e lasciar spazio ad un falso dio: l’uomo inserito nella madre terra. Forse non lo avete ancora capito quindi ve lo ripeto: Cristo, il figlio di Dio, deve sparire dalla vita dell’uomo! Se una buona volta doveste aprire gli occhi e quindi scorgere un po’ di luce, capireste guardandovi attorno che la guerra (dell’umanità corrotta) verso Cristo infuria sempre più. Quando leggerete questo editoriale direte ed io cosa centro? Sappi che centri eccome. Se non avrai fatto nulla per far sentire la tua voce secondo la tua fede, sarai responsabile anche tu di quanto starebbe accadendo. E’ ora di ammettere le proprie responsabilità e di dissentire da quell’odioso “politicamente corretto”. Sarebbe giunto il momento di iniziare ad essere politicamente scorretti, forse in questo caso ci potremmo salvare. Siamo al solito discorso, satana agisce fino al punto il cui gli sia permessa l’azione ed oggi di margine ne ha davvero tanto. Sapete quale è la differenza fra le forze del male e le forze del bene? Che le prime combattono mentre le seconde no. Le prime sono determinate alla conquista, le seconde non sono determinate neppure nella protezione. Ora pubblicheremo la lettera del Vescovo Mons. Antonio Suetta, consegnataci in redazione proprio ieri, dalla Diocesi di Ventimiglia Sanremo.

Foto di StockSnap da Pixabay

il Vescovo nella lettera denuncia il seme immorale ed anticristiano seminato a piene mani, in certi spettacoli come in questo caso il Festival di San Remo, un Festival ormai “spettacolo spazzatura” decaduto e decadente, un evento sempre peggiore da vari punti di vista, in questo caso alleato nella lotta satanica contro quello che è la verità cristiana, la via e la vita. A proposito, il capo della chiesa cattolica, il nostro capo, dall’alto del proprio trono, come si esprime in merito? Tutto tace. Lui si esprime a livello “tombale”. Per fortuna esistono ancora nella chiesa di Cristo, germogli sani, quegli amici di Cristo che a mia opinione, nel prossimo futuro, quando il male sarà vinto,  (satana è un perdente nato, da sempre vince le battaglie ma perde le guerre) realizzeranno con Cristo il nuovo mondo.


TEL 333.3523256                               FB CIRELLI CRISTIAN TINTEGGIATURE

Goldfinger
Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta piuttosto controverso nelle opinioni, diciamo che in genere è “ fuori dal coro”, fuori dagli schemi tradizionali

0 Condivisioni