IL VACCINO PER IL CORONAVIRUS SI AVVICINA di Nicola Migliorini

LA RICERCA LOTTA CONTRO IL TEMPO

0
11165
Foto di Pete Linforth da Pixabay

ARTICOLO OFFERTO DA FARMACIA MELODI VIA SAN GIOVANNI (ANGOLO VIA BASSA) VIGHIZZOLO DI MONTICHIARI BRESCIA TEL 030.0983654 http://www.sorellemelodi.com

Sempre restando su un “terreno” di scienza parleremo dei progressi di scienza e ricerca in merito ad un tema molto attuale: il Coronavirus. Oggi offriremo ai lettori una boccata di speranza, l’ossigeno della speranza. Per quanto riguarda un futuro vaccino: Voi direte ancora coronavirus? Non si parla d’altro! Avete ragione, ci sarebbe tanto cui parlare ma l’epidemia è un discorso cui ormai parlano bene o male ogni giorno i vari media nazionali e locali, il virus comparso all’ improvviso in Cina che in pochi mesi sarebbe riuscito a contagiare bene o male alcune zone del mondo anche molto distanti dalla Cina come ad esempio l’Italia, porta a tanta curiosità. Ribadisco una mia opinione: la diffusione del virus sarebbe stata aiutata dalla follia delle abitudini che dall’ inizio del millennio sarebbero state imposte ai cittadini di tutto il mondo ovvero la globalizzazione, una globalizzazione non solamente intesa come immigrazione o emigrazione ma considerata come la facilità di entrare ed uscire dai vari paesi a scopo lavorativo ma non solamente, anche a scopo di riposo vacanziero e quant’altro. A mia opinione

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

sarebbe opportuno, che che l’umanità inizi rivedere le proprie modalità di globalizzazione in modo da poter arrivare ad un sistema migliore in fatto di protezione del proprio territorio ma questa è pura politica e francamente oggi desidererei non dilungarmi su un sistema politico (relativamente alla globalizzazione) che a mia opinione personale resta un sistema molto pericoloso ed oltretutto ingiusto. Comunque sia non spetta a me cambiare o modificare le cose pertanto preferisco proseguire con la notizia in merito al Coronavirus. Oggi spiegheremo una news che lascia ben sperare e che ci fa capire che i vari ricercatori nel mondo intero, i vari scienziati, starebbero effettuando una vera e propria corsa contro il tempo per poter riuscire a trovare una soluzione al virus sotto forma di vaccino in grado di curare la malattia prima che mezzo mondo venga contagiato rapidamente con tutte le difficoltà del caso. A quanto pare la malattia sarebbe pericolosa soprattutto per gli anziani, una categoria di persone che possono essere più deboli o possono avere altre patologie, per gli i soggetti giovani il virus potrebbe rivelarsi meno pericoloso. Ricordiamo che i sintomi sono bene o male quelli di una comune influenza pertanto si raccomanda di non sottovalutare questo tipo di sintomi e se foste in dubbio, non perdete tempo prezioso ma chiamate il numero d’emergenza 800.894545 oppure il 1500 evitando di precipitarsi al Pronto Soccorso di competenza per evitare (se in presenza di positività) di fare il “gioco del virus” ovvero infettare altri soggetti. Comunque sia come spiega anche il giornale “Il Messaggero” è bene sapere che Moderna ovvero la società farmaceutica di Cambridge nel Massachuettes in collaborazione con l’americano

Foto di Pete Linforth da Pixabay

Niad ed il Centro di ricerca sui vaccini avrebbe annunciato la scorsa notte che sarebbe stato preparato un vaccino mirato in attesa di essere testato sull’uomo. La società farmaceutica avrebbe già inviato alcune fiale al National Institute of Allergy and Infectious Diseas del Maryland. La scoperta di questo vaccino potrebbe dare una svolta all’attuale situazione di contagio, una situazione attualmente non molto incoraggiante dato che la trasmissione starebbe inesorabilmente proseguendo la propria espansione in varie zone del mondo rischiando di divenire una vera e propria pandemia con l’ovvio rischio di poter assistere ad un grande numero di contagiati con l’handycap di un logico congestionamento degli ospedali che in questo caso potrebbero faticare ad assistere tanto malati in pochi giorni. In questi giorni quindi è nata una speranza per i cinesi ma non solo anche per la nostra popolazione che è da qualche tempo alle prese con un irrefrenabile contagio della popolazione di alcune regioni. Comunque sia è bene offrire delle speranze di conseguenza è un errore dare false speranze. Un buon passo avanti riguardo al vaccino è stato fatto, i ricercatori starebbero lavorando senza sosta per poter cercare di salvare la situazione ma il tempo necessario non sarà certamente brevissimo. Per la commercializzazione del vaccino e la somministrazione su larga scala i ritmi non sembrano essere molto brevi nonostante il grande lavoro che sta proseguendo con grande impegno. La sperimentazione del nuovo vaccino (da quanto riportano le notizie) dovrebbe iniziare a breve, entro il mese di aprile, e si baserà su 20/25 pazienti sani. In questo caso la ricerca dovrà lavorare cercando di capire se le due dosi di vaccino possano essere sicure oppure se inducano una risposta immunitaria in grado di proteggere dalle infezioni. I mesi successivi di Luglio ed Agosto potrebbero essere portatori di buone notizie sui risultati di aprile ma si stima che un vero e proprio vaccino possa essere commercializzato non prima del prossimo 2021. Una notizia

Foto di Darko Stojanovic da Pixabay

confortante è quanto ipotizzato da Antony Fauci (immunologo del Nih) che sosterrebbe la tesi che il virus nei mesi caldi possa perdere aggressività quindi il Covid – 19 possa anche diminuire anche se l’inverno successivo con l’aiuto della stagione fredda potrebbe riacutizzarsi e ricominciare a svolgere le propria opera di contagio mutando pertanto in virus stagionale come ad esempio lo è l’influenza. In questo caso poter avere un vaccino valido potrebbe davvero risultare un ottimo veicolo di contrasto nell’ aggressività del virus. Per quanto riguarda i vaccini anti influenzali tradizionali ieri Walter Ricciardi avrebbe detto durante un’intervista per TV sat 2000 che in questo caso non avrebbero alcun effetto sul Coronavirus per il fatto che il vaccino deve essere specificatamente studiato per la malattia in questione per ottenere l’effetto desiderato. Per poterci servire del vaccino del Coronavirus dice Ricciardi dovremo attendere ancora un paio di anni. Il membro dell’esecutivo OMS nonché consigliere del Ministro della Salute mette l’accento sull’ importanza del contenimento del virus nelle regioni italiane più interessate come Lombardia e Veneto, lavorando in modo efficace affinchè il contagio non riesca a divenire una vera e propria pericolosa pandemia.

Messaggio promozionale: Farmacia Sorelle Melodi propone il servizio di farmacia tradizionale, di prodotti estetici di assoluta qualità, preparazioni galeniche, recapito medicinali a casa propria, prodotti di qualità per la cura del proprio animale e prenotazione appuntamenti medici presso gli ospedali della zona oltre che prenotazione sedute di estetica. Estrema gentilezza e preparazione dei propri addetti contraddistinguono la farmacia Sorelle Melodi, una farmacia sempre a diretto contatto con la clientela.

 

Nicola Migliorini
Author: Nicola Migliorini

Nicola Migliorini è Direttore Responsabile del media www.mondooggi.com è un giornalista generalista con incarico a 360 gradi.

37 Condivisioni