FORZA, SVEGLIATEVI ! di Goldfinger

0
8625

Premetto il fatto che in questo articolo si esprimano le personali opinioni del proprio autore.

Il titolo di questo articolo si conferma come un grido disperato rivolto a tutti i lettori, a tutti i cittadini, un avvertimento a muoversi, a svegliarsi dal coma in cui siamo abituati a bearci ed ad iniziare al più presto ad utilizzare con estrema efficacia i sistemi democratici che possono in qualche modo permettere che le cose cambino politicamente ritornando ad una reale democrazia. Basta dormire! Basta coma! Forse questo articolo non servirà a nulla, non è semplice svegliare una popolazione a mia opinione imbelle in coma e farla reagire, tuttavia la speranza è l’ultima a morire. Mi auguro che questo articolo divenga virale, venga divulgato sui social in modo assolutamente massivo, venga letto da molti e finalmente possa contribuire ad un cambiamento in meglio.

Per iniziare vi faccio solamente una domanda: – Cosa vogliamo per il futuro? La libertà o la dittatura? In questo disgraziato Nuovo Ordine Mondiale, il sistema attuale che non guarda in faccia nessuno ma solamente i biechi e freddi interessi economici, un metodo che ogni giorno cerca di minare i valori morali che da sempre hanno mantenuto viva la società oggi “ne arriva una nuova”. Provocazione o verità di intenti? Nessuno può dirlo, possiamo solamente riportare quanto sia stato annunciato, quanto pronunciato anche se l’attore della dichiarazione, Grillo, si dichiari lontano da intenti discriminatori.
Grillo: “Ci sono semplicemente troppi elettori anziani e il loro numero sta crescendo. Il voto non dovrebbe essere un privilegio perpetuo, ma una partecipazione al continuo destino della comunità politica, sia nei suoi benefici che nei suoi rischi”. In questo caso l’umorista avrebbe annunciato quanto preso da un certo articolo preso da New Republic datato 1970 lanciando una provocazione ovvero: “E se togliessimo il voto agli anziani?”.
A questo come generalmente è mia abitudine esporrò alcune mie opinioni. Ritengo che oggi sia necessario prestare molta attenzione, soppesare le parole, le dichiarazioni dei vari politici e di coloro che li appoggiano considerando che molto spesso ridendo e scherzando qualcuno talvolta si rivela, rivela le proprie intenzioni e devo dire che se così fosse, le ipotesi del comico ligure non sarebbero molto simpatiche. Strano che arrivino proprio da lui che ha passato la giovinezza cercando di mettere in luce soprusi di vario genere con i propri show. Oggi viviamo in una nazione nella quale gli anziani si attestano la maggioranza e lo saranno ancora di più in futuro date le politiche a mio parere “distruttive” che i vari Governi hanno sempre messo in atto in modo da scoraggiare la popolazione nell’ avere un numero di figli tale da poter permettere il normale ricambio generazionale della popolazione, politiche che hanno fatto in modo che oggi gli anziani siano un numero molto elevato mentre i “produttivi giovani” molto basso. Ripeto quanto abbiamo riportato in altri articoli ovvero che il fattore allarme “sovraffollamento della Terra” è una teoria pensata da un potentissimo gruppo massonico pertanto penso proprio che le politiche per scoraggiare la popolazione alla naturale riproduzione per la sopravvivenza sia una logica conseguenza a questo pensiero, dato che i potentissimi “salotti” formati da intellettuali e fantomatici miliardari filantropi da sempre guidano la politica su determinate scelte da attuare nel tempo, come il fatto dell’odierno tentativo di importare immigrati a scopo lavorativo. In questo caso sempre a mia opinione siamo di fronte ad un tentativo di riciclo di esseri umani per poter colmare le problematiche della programmata mancata crescita della popolazione che oggi almeno in UE si attesterebbe a zero o peggio. Il primo passo verso una dittatura planetaria alla quale qualcuno vorrebbe portarci da sempre è togliere passo passo a tutti i diritti civili alla popolazione iniziando in questo caso dalla maggiore frangia dei essa ovvero in questo caso quella anziana. Il secondo passo potrebbe essere a mia opinione esasperare le leggi pro eutanasia in modo da poter eliminare una parte di cittadini iniziando da quelli anziani (e la legge sull’ eutanasia in molti stati è già una realtà). I pensionati costano pertanto derubarli della pensione ovvero dei denari versati durante le loro vita a protezione della propria vecchiaia potrebbe essere un rimedio per uno stato idrovora di soldi, dato che alcuni sostengono ripeto, che siamo in troppi sulla Terra pertanto l’eliminazione degli “inutili anziani” e delle frange più disagiate potrebbe essere una soluzione a questa problematica ma torniamo alle dichiarazioni di Grillo che non hanno tardato a produrre negative ed ovvie reazioni dei partiti di opposizione. Matteo Salvini e Giorgia Meloni hanno reagito con parole di fuoco verso le dichiarazioni del comico ligure, dichiarazioni che arrivano proprio nel momento in cui l’attuale Governo starebbe pensando alla possibilità di abbassare l’età del voto portandola a 16 anni anche se sappiamo che neppure i diciottenni hanno le idee chiare e quindi spesso non votano. Quali sarebbero pertanto le motivazioni che avrebbero portato Grillo a lanciare l’idea di togliere il voto agli over 65 ? Soprattutto il fatto che una volta arrivati ad una certa età i cittadini sarebbero più preoccupati del futuro sociale economico e politico rispetto alle generazioni più giovani quindi meno propense a sopportare le conseguenza delle decisioni politiche proiettate a lungo termine pertanto il voto degli anziani sarebbe opportuno (per Grillo) fosse eliminato completamente in modo che la politica possa venir modellata da quei cittadini aventi interesse nel veder realizzarsi un determinato disegno sociale dato che in genere l’elettorato è guidato da un proprio interesse personale e perciò la bassa affluenza alle urne dei giovani votanti potrebbe essere causata dal sentirsi alienati da un sistema politico nelle mani di persone con interessi magari differenti. Il Comico “snocciola” i dati ISTAT che testimoniano il fatto che 13 milioni e mezzo di persone oggi sarebbero over 65 quindi pensionati e 17.630 sarebbero addirittura centenari. Proposte di questo genere a mia opinione dovrebbero far preoccupare la cittadinanza sul futuro che qualcuno vorrebbe prospettarci. I giovani a mia opinione non votano quasi più ma a mio parere non per i motivi sopraelencati da Grillo ma per il fatto che in realtà non hanno più fiducia nelle istituzioni e la sfiducia nelle stesse istituzioni è stata creata a tavolino da anni di mala politica, da anni di politiche scellerate che continuano imperterrite, politiche atte alla distruzione della sana politica, anni di diseducazione civica, menefreghismo verso la propria bandiera, verso la propria patria, verso la propria nazione e la propria cittadinanza. Se toglieremo il voto agli anziani i giovani non voteranno più pertanto la dittatura avrà la strada aperta e getterà la maschera quindi loro continueranno a governare senza più neppure il timore del voto. Dobbiamo davvero stare attenti oggi a quanto ci propongono certi personaggi della politica perché certi piani di ri-modellazione della società sarebbero stati progettati molti anni or sono ed oggi qualcuno li starebbe portando a compimento. Penso che se il problema sia solamente fare in modo che i giovani ricomincino a votare sarebbe sufficiente ritornare a fare gli interessi degli italiani, sarebbe sufficiente ritornare ad una politica per lo più onesta, sarebbe sufficiente coinvolgere le giovani generazioni ma soprattutto cambiare la legge elettorale, modificandola affinchè possa permettere ad un Governo democraticamente eletto di poter governare quanto preveda il proprio mandato senza “golpe bianchi” o bieche strategie a mia opinione molto comuni ultimamente in Italia. Penso che in una democrazia ogni cittadino abbia il diritto di voto a prescindere dall’ età (a meno che non sia incapace di intendere e di volere) pertanto ridiamo pure per le affermazioni “comiche del comico” ma stiamo attenti perché come dice un vecchio adagio (ed i vecchi adagi difficilmente sbagliano), “ridendo e scherzando Bertoldo si confessava……”

Goldfinger
Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta piuttosto controverso nelle opinioni, diciamo che in genere è “ fuori dal coro”, fuori dagli schemi tradizionali

0 Condivisioni