LA NUOVA STRATEGIA DELLA TENSIONE di Goldfinger

0
143

ARTICOLO OFFERTO DA THE CLEAN IMPRESA DI PULIZIE MONTICHIARI BRESCIA TEL 338.8276309 info@theclean.it

Proprio in questi giorni al summit 2019 si parla di inquinamento e di innalzamento della temperatura globale, notizie catastrofiche si abbattono su di noi prevedendo un futuro assai gramo. La prima ad essere colpevolizzata per l’inquinamento e per l’innalzamento della temperatura globale è proprio la stessa nichilista umanità. Ovviamente esporrò in questo articolo delle personali opinioni, pareri derivanti comunque da ricerca, non ipotesi inventate ma derivanti dalla lettura di libri, articoli, periodici e blog e trasmissioni radiofoniche. In questo caso le minacce che incombono sull’umanità sono molteplici e prima fra tutte non si tratta (come potrebbe sembrare) della questione climatica, piuttosto il possesso di armi atomiche oggi nelle mani di diversi stati ma soprattutto ciò che è più preoccupante è la corsa agli armamenti in special mondo appunto i pericolosissimi armamenti nucleari che vari stati ora non in possesso di tali ordigni si starebbero adoperando per possedere a loro dire a scopo di difesa, pertanto si starebbero prodigando in modo da ottenerli quanto prima, contribuendo assieme al terrorismo internazionale e religioso a creare una vera e propria polveriera capace di distruggere completamente il pianeta su cui viviamo e la stessa intera umanità, una polveriera ad altissimo rischio di deflagrazione. Ricordo che durante la guerra fredda per un errore si arrivò quasi al punto di scatenare un conflitto nucleare, il famoso punto di non ritorno fra le allora due potenze egemoni USA e URSS. Di questo episodio guarda caso non se ne parla più ma si tende a ricordare solamente quanto si vuole ricordare pertanto oggi si preferisce concentrare l’attenzione dell’umanità sulle temperature climatiche che passo passo si starebbero alzando. Gli attivisti si starebbero impegnando a colpevolizzare l’umanità e la civiltà occidentale convincendo le masse su questo tema. A conferma di quanto detto si sappia che un cospicuo numero di uomini di scienza avrebbero confermato non esserci per il momento alcun allarme per via dei mutamenti climatici a cui ogni giorno assistiamo. A mio modesto parere gli attivisti del clima sarebbero una “costola” o un’ evoluzione dei vecchi “figli dei fiori” una sorta di movimento giovanile che sarebbe stato spinto da “lor signori” per facilitare le scellerate scelte politiche cui oggi staremmo pagando. Questo oggi “giovane popolo” sarebbe spinto sempre a mia opinione da coloro che intendono portare avanti il Nuovo Ordine Mondiale cercando di riportare la civiltà all’epoca delle caverne demonizzando l’ avanzamento della civiltà e cercando di cambiare determinati mercati. Cambiando alcuni mercati come si vorrebbe imporre non sarebbe comunque la soluzione vincente se non per alcune potenti lobby dato che riinizierebbero a produrre grandi fatturati sostituendo un sistema economico ormai stagnante per via dei mercati saturati con un nuovo sistema più redditizio ed assolutamente “vergine”. Si ricordi che per continuare a vivere l’odierna società necessita per forza di cose di energia e l’energia per il momento la si produce bruciando qualche tipo di carburante, pertanto i gas serra continueranno inesorabili ad essere immessi nell’atmosfera tuttavia ripeto, la civiltà odierna da quanto alcuni sosterrebbero sarebbe talmente poco determinante per risolvere questo problema che comunque sia si rivelerebbe inutile anche azzerare (se fosse fattibile) l’immissione di gas serra. Qualcuno ad esempio vorrebbe farci divenire insettivori dato che le mucche producendo metano sarebbero a loro dire inquinanti, gli stessi vorrebbero farci deviare sull’acquisto di auto elettriche e tant’altro ma green, questo la dice lunga su quanto starebbe accadendo. Certamente l’uomo ha il dovere di fare tutto il possibile per inquinare meno e proteggere il proprio pianeta ma si sappia, che per quanto concerne il riscaldamento globale la normale attività umana, la civiltà occidentale e l’industrializzazione contano ben poco. Da quanto affermano alcuni scienziati sembra secondo alcune fonti che l’attività umana conti solamente l’ 1 per cento per quanto riguarda i mutamento del clima. In realtà pare che i cambiamenti climatici a cui oggi assistiamo siano dovuti alle esplosioni solari anomale ed allo spostamento dell’asse terrestre di oltre 10 cm, cause assolutamente naturali che in passato avrebbero portato anche all’ effetto contrario, le glaciazioni, le recenti mini glaciazioni, un processo inevitabile dovuto ad un pianeta vivo ed in continua evoluzione poi c’è l’attività umana occulta, vi ricordate del famoso progetto HAARP cui parlammo a suo tempo? Se voleste approfondire potrete rileggere questi articoli nella sezione misteri. Personalmente penso che la questione climatica oggi sia divenuta anche un grande buisness oltre che un sistema di plagio globale, un nuovo mezzo nelle mani di qualcuno per distogliere l’attenzione da pericoli maggiori e più impellenti. Guarda caso proprio in questi giorni incalza una nuova teoria portata avanti da nuovi gruppi di persone che divulgherebbero il messaggio di non avere figli dato che essi non avranno futuro proprio a causa dei cambiamenti climatici terrorizzando quindi l’intera umanità. Abbiamo già parlato della serpeggiante teoria che afferma che siccome la Terra sarebbe troppo abitata sarebbe necessario smettere di ripopolarla pertanto smettere di fare figli. Questa teoria è un pensiero scaturito anni fa da un potentissimo gruppo massonico che avrebbe pensato di ridurre con varie strategie la popolazione terrestre, pertanto si capisce il motivo del plagio, dell’ elezione delle leggi pro aborto, pro distruzione della famiglia, eutanasia e tant’altro, leggi che si abbatterebbero come una mannaia sulla vita degli uomini di oggi ma soprattutto sugli uomini del futuro. A mia opinione l’ambientalismo potrebbe anche essere l’ennesimo mezzo per distrarre le masse e portarle sul proprio terreno praticando Una strategia ben conosciuta in Italia,  la “strategia della tensione”, d’altronde se come confermano alcuni esperti il clima cambiasse a causa delle esplosioni solari più o meno intense, cosa potrebbero fare gli uomini? Assolutamente nulla! Anche se da oggi smettessimo di emettere CO2 ovvero gas serra nell’atmosfera terrestre non sarebbe sufficiente per fermare l’aumento climatico dovuto all’attività solare. Non dobbiamo da essere indovini, non c’è da essere Greta per poter confermare che in futuro saremo spettatori di catastrofi climatiche di vario genere, l’attivista svedese non starebbe dicendo nulla di nuovo, sarebbe sufficiente riprendere in mano quel libro oggi “tanto odiato” ovvero le sacre scritture e capire i segni che precederanno la fine dei tempi per poter comprendere il delicato momento che staremmo vivendo ed i momenti che vivremo in futuro pertanto possiamo affermare senza ombra di dubbio che oggi nonostante qualcuno alzi tanto la voce l’uomo sia praticamente impotente di fronte ai cambiamenti climatici naturali e questo dovrebbe far capire che è necessario sempre più avvicinarsi maggiormente alla fede, alla preghiera. Solamente Dio è in grado oggi di aiutare l’umanità soprattutto in casi come questi. Per terminare penso che più che preoccuparci a limitare i gas serra (che comunque sarebbe un dovere fare) dovremmo pensare di tornare a mettere Dio al centro del mondo non l’uomo, non è conveniente creare nuovo umanesimo senza Dio sarebbe necessario piuttosto indire un summit 2019 non per il clima ma per pensare di limitare o addirittura mettere al bando gli armamenti nucleari che sono il vero imminente pericolo ma altrettanto urgente sarebbe iniziare a mettere al bando il menefreghismo, la superbia e l’odio fra esseri umani tornando alla preghiera, alla fede ed alla carità, oltre che al rispetto reciproco, caratteri tipici del cristianesimo. Se dovessimo ricominciare ad attuare in questo modo sarà probabile che Cristo possa concederci un’ altro lungo periodo di pace e di prosperità.

Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta piuttosto controverso nelle opinioni, diciamo che in genere è “ fuori dal coro”, fuori dagli schemi tradizionali

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here