IL MISTERO DELLA MORTE DI DAN OLMSTED di Goldfinger

0
158

ARTICOLO OFFERTO DA THE CLEAN IMPRESA DI PULIZIE MONTICHIARI BRESCIA  TEL 338.8276309 http://www.theclean.it

Mai come in questo periodo si è parlato di complotti ai danni dell’intera umanità, una trama che mi ricorda i celebri film di 007 quando il celebre agente segreto deve lavorare per la salvezza del mondo cercando di contrastare la “Spectre”, quell’ organizzazione che agisce nel nascondimento e che cerca di minacciare l’intera umanità e la libertà del genere umano per poter prendere il potere sul mondo intero. Come abbiamo già spiegato in alcuni precedenti articoli a mia opinione esistono lobby potentissime che si adoperano per fare il “bello ed il cattivo tempo” ai danni di interi stati ma quello che è peggio ai danni dell’ umanità nella propria totalità. Il lato peggiore della cosa è che pochi ci credono pertanto questi potentati hanno strada assolutamente libera. Probabilmente non sono l’unico ad avere capito questo inganno, anche altri giornalisti liberi da vincoli ovvero non asserviti al sistema sono al corrente di quanto scritto. Un ricercatore americano e giornalista investigativo Dan Olmsted, avrebbe condotto particolari ricerche atte a capire la correlazione fra vaccini ed autismo ma sarebbe stato trovato morto il giorno precedente al colloquio fissato con il Presidente Trump al quale avrebbe desiderato spiegato le dinamiche e mostrato le prove raccolte per cercare di mettere luce sullo scandalo dei vaccini. Le cause sulla morte del giornalista investigativo sarebbero avvolte in un’aura di mistero, quello che doveva essere certo però è il fatto che Olmsted avrebbe dovuto incontrare il Presidente Trump a fine gennaio 2017. Il corpo del ricercatore sarebbe poi stato cremato sette ore dopo il decesso ed anche quello è un fatto piuttosto insolito. Pochi, pochissimi media scrissero sulla morte del giornalista e sulla propria vita. Olmsted scrisse un articolo molto importante dal punto di vista scientifico ma mai pubblicato tuttavia circolato nulle più altisonanti redazioni di riviste scientifiche le quali se ne guardarono bene dal pubblicarlo rimuovendolo prontamente dato che l’articolo frutto di una costante ricerca avrebbe dimostrato una relazione fra i vaccini ed autismo anche se nelle ricerche c’è di più. L’attore italo americano Robert de Niro icona del cinema Hollywoodiano impegnato da anni nel dimostrare le tesi del giornalista, sospetta che dietro la morte di Olmsted ci possa essere il sevizio segreto militare americano, la CIA la quale avrebbe forti legami con una nota casa farmaceutica. L’attore sostenitore del Presidente Trump avrebbe messo sul tavolo 100 mila dollari destinati a coloro che fossero in grado di fornire prove sulla tesi della correlazione fra vaccini ed autismo, dimostrando pertanto che gli attuali vaccini sarebbero un rischio per la salute, dal canto suo Trump avrebbe formato una “Commissione per la sicurezza del vaccini” alla quale presidenza sarebbe stato nominato il nipote di JFK Robert F. Kennedy Jr. che sarebbe già stato nel mirino dei media USA per quanto riguarda la pubblicazione di un manifesto “Mercury & Vaccines” ovvero Mercurio e Vaccini collegando a sua volta il fattore vaccini all’autismo. Fu proprio il Presidente della commissione per i vaccini a programmare l’incontro che si sarebbe dovuto tenere il 24 gennaio fra il Presidente Trump ed il giornalista investigativo morto in circostanza poco chiare. Che apre le porte al complotto sulla morte di Olmsted ci sarebbe anche il fatto di una denuncia che il professionista avrebbe fatto ai danni dell’ esercito USA per l’insabbiamento sull’uso di un particolare farmaco utilizzato contro la malaria: il LARIAM, un particolare farmaco che al contrario non avrebbe nulla a che fare con la malaria ma che avrebbe lo scopo in realtà di alterare la mente trasformando il paziente in uno spietato assassino, questo almeno sarebbe quanto Olmsted avrebbe voluto dimostrare con le proprie ricerche e che avrebbe voluto esporre a Trump. Sempre secondo il giornalista l’aumento dell’autismo a cui assistiamo nei nostri tempi avrebbe a che vedere con certi farmaci ed in effetti la popolazione Amish che ha il divieto religioso nell’utilizzo dei vaccini non presenterebbe alcun caso di autismo, pertanto il giornalista avrebbe in questo caso avuto una mezza conferma sulla propria tesi. Gli uomini di scienza ritengono che questa particolare malattia, l’autismo, sia una patologia genetica complessa esistente da diversi millenni e sempre con la medesima diffusione ovvero la malattia sarebbe presente generalmente con un caso ogni 166 bambini nati negli USA, pertanto da tale modello si evince (se applicassimo questa regola) che nella contea di Lancaster ovvero la regione abitata dalla popolazione Amish dovrebbero essere presenti un’ analoga proporzione di casi di autismo ovvero almeno 130 casi di persone autistiche. Per parlare della sola comunità Amish dovrebbero (stando alla regola sopracitata) esistere nello specifico almeno 50 casi di Amish sofferenti di autismo mentre invece non ci sono Amish che soffrono di tale disturbo. Prima dell’assassinio Olmsted si rese perfettamente conto di avere contro i poteri forti che temevano gli articoli del giornalista dato che iniziò a ricevere minacce alla propria vita nel caso avesse incontrato come previsto il Presidente Trump. In seguito alle minacce sarebbe seguita la misteriosa morte dell’ ex marito della sorella. Il giorno che precedette il fatidico incontro con Trump come se sapesse esattamente la dinamica di ciò che gli sarebbe accaduto il giornalista americano avrebbe scritto cripticamente un proprio messaggio di morte con queste parole: “Un PS per il 2017. Se dici quello che pensi e tieni fede alla tu idea potrà accadere che anche il Presidente degli Stati Uniti si schiererà dalla tua parte”, tuttavia il giornalista non riuscì ad essere presente al colloquio fissato con il Presidente Trump in quanto venne trovato morto nella propria abitazione in Virginia il giorno prima. I funzionari avrebbero dichiarato che la morte sarebbe sopraggiunta per cause naturali ma se ne guardarono bene dall’ ordinare una doverosa autopsia quindi cremarono il corpo dopo solamente sette ore. Quello che lascia molto perplessi è che nessun media americano abbia mai scritto nulla sulla carriera di questo professionista dell’informazione al servizio dell’intera umanità. Comunque sia si evince, da quanto si è potuto capire dalle ricerche di Olmsted che l’autismo non era altro che l’over the top di un complotto per il quale l’obbiettivo principale sarebbe stato in realtà quello di riuscire a controllare la mente delle persone tramite una serie di farmaci in modo da poter mantenere l’intera umanità completamente soggiogata, docile ma trasformando al bisogno i singoli soggetti anche in assassini tramite il farmaco Lariam, una cospirazione molto ben organizzata per poter rendere l’intera società mondiale persone assoggettabili a voleri superiori pertanto prive di libertà individuale. Talvolta trame come questa mi riportano alla mente i crudeli esperimenti che i nazisti fecero sui prigionieri che furono obbligati a fare da cavia a vari esperimenti medici, sperimentando fra l’altro i più svariati medicinali, penso quindi che il Nuovo Ordine Mondiale non sia molto distante concettualmente dal nazismo ma possa essere una propria “costola”, un vero e proprio gemello creato per poter portare ad un proseguimento di quello che il sistema nazista avrebbe voluto creare. Pochissimi media hanno parlato della morte di questo giornalista investigativo e della propria correlazione fra autismo, vaccini e controllo mentale tuttavia a mia modesta opinione molti canali di informazione sarebbero da ritenersi servi del sistema per la manipolazione della verità e per il plagio totale delle masse. Forse sarebbe arrivato il momento di iniziare a ricercare la verità, sarebbe arrivato il momento di  smettere di credere a notizie altamente manipolate ma per ricercare la verità è necessario il tempo e guarda caso, proprio il tempo ci viene sempre più rubato da mille impegni, da mille preoccupazioni, impegni a mia opinione creati appositamente per fare in modo che non possiamo giungere alla verità oggettiva delle cose mentre gli architetti del Nuovo Ordine Mondiale proseguono liberamente sulla propria strada di inganno a scapito dell’intera società mondiale. Una volta che gli architetti del NWO riusciranno nell’intento di manipolare la mente di intere masse di persone il gioco sarà fatto dato che sarà annientato ciò che più temono: il potere delle masse di uomini scontenti.

Author: Goldfinger

Goldfinger è un giornalista specializzato in misteri, opinioni politiche, religione, etica e società ha uno stile talvolta piuttosto controverso nelle opinioni, diciamo che in genere è “ fuori dal coro”, fuori dagli schemi tradizionali

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here